Le avventure delle nuvole/1

white clouds
Photo by Ruvim on Pexels.com

Lo sai che i Cirrocumuli son alti, alti, alti

Georgino era un aeroplano.

Siccome era sempre stato curioso di andare e venire su per il cielo, la sua vita era limitata soprattutto a questo, nell’attesa che finalmente qualcuno l’avrebbe portato in mezzo a tutto quell’azzurro. Un giorno, però, volle conoscere un saldatore.

“Voglio conoscere un saldatore” disse mentre volava, finalmente. Si girò a destra e a sinistra, ma non ne trovò nemmeno uno. Il cielo era immenso e, sopra di lui, una vaga tonalità di celeste.

Stava di fatto che Georgino, mentre cercava un saldatore, gli apparve davanti un Cirrocumulo.

“Salve” esordì guardingo l’aereo.

“Non mi chiamo Salve, ma Ciro” lo corresse il Cirrocumulo.

Georgino osservò per bene quella nuvola e disse: “Allora stai galleggiando su nel cielo per davvero! Non c’è trucco”

Era anche un po’ sorpreso, perché fino a quel giorno era convinto che ci fosse un burattinaio nel cielo. In fondo, era il suo primo volo di sempre.

“Tutti noi nuvole ci chiamiamo Ciro” osservò il Cirrocumulo.

“Ho detto un’altra cosa” fece notare Georgino.

“Lo so”

I due smisero di parlare. Poi il Cirrocumulo chiamato Ciro, esattamente come tanti altri suoi simili, disse “Certo che sono ben alto”

“È merito delle virghe” disse Georgino. Il Cirro si stupì così tanto da rischiare di dividersi, cosa che effettivamente gli capitava spesso.

“Cosa? Dici davvero? Ma… non me lo sarei mai aspettato da loro! Mi avevano detto che erano perfide, portatrici di correnti!”

Georgino cadeva dal pero, cosa estremamente sconsigliata. Non fatelo leggere al vostro aereo. “Per tutte le correnti ascensionali! E dire che ero sicuro che tu sapessi cosa fossero le virghe”

“No” rispose Ciro, che decise di grattarsi copiosamente, come se le avesse addosso esattamente nel modo in cui facevano gli insetti. “Cosa sono?”

“Sono dei simboli di interpunzione nella frase”

“No! Sbagliato! Vedi che non sai niente?”

Una voce irruppe nell’aria, ed era proprio il caso di dirlo.

“Noi virghe siamo accessori dei Cirrocumuli! Come degli orecchini!”

In effetti, avevano la forma di orecchini, bracciali, collane e anche orologi. Uno segnava l’ora sbagliata. Georgino disse “Siete bianchi! Voglio dire, nessuno vi ha mai scambiati per neve?”

“Che colore ti aspetti dal cielo?” chiesero le Virghe. “E comunque no, perché la neve ha la tendenza a cadere. Non ha mai avuto il senso dell’equilibrio, quell’imbranata”

Georgino dovette convenire che era vero. La neve cadeva, nessuno poteva farci nulla. Allora disse “Vediamo, allora! Desidero tanto avere un accessorio anche io, ma cosa mi consigliereste?”

“Un righello!” esclamarono le Virghe. “Sai, per misurare quanto i Cirrocumuli sono alti”

“Ma comunque, se sono cumuli saranno anche alti, no?”

L’obiezione di Georgino non fece una piega e i Cirrocumuli si sfaldarono. Era molto facile, per loro, sfaldarsi, ma Georgino si chiese ugualmente dove fossero.

“Dove fossero?”

“Dove sono, ignorante” lo corressero le Virghe. “E comunque, avranno aumentato altezza. Te l’avevamo detto che ti avremmo regalato un righello, no?”

Georgino seppe che non sarebbe stato facile convivere con le nuvole. Sospirò e ribatté “Io volevo in regalo un saldatore. Sai di qualcuno che sia disposto a darmene uno?”

“Cos’è, ti preoccupi per i Cirrocumuli?” chiesero le Virghe. “Non devi. Guarda un po’”

In effetti, gli stessi Cirrocumuli che si erano sfaldati, grazie alle Virghe e a un enorme ago, si ricomposero. Tuttavia, Georgino sapeva che il saldatore non gli serviva per riunire quelle nuvole.

“In realtà volevo solamente conoscerlo per un tè”

“Un tè, come? Al limone o alla pesca?”

Georgino ebbe una turbolenza. Molti utenti dentro di lui decisero di non salire mai più su un volo. Tuttavia, aveva ragione lui: come fare a decidere?

“Un tè allo zenzero” si lasciò scappare. E dello zenzero cadde copiosamente in quella zona di mondo, mentre i Cirrocumuli continuavano a misurare la loro distanza da terra.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...