Le avventure di Giraven/34

LE AVVENTURE DI GIRAVEN

State per leggere una storia vecchissima, riadattata per il blog. Buona lettura!

Giraven conosce l’intelletto

È stato detto che Giraven non ha mai conosciuto la scienza, ma per fortuna egli non ne necessita, proprio per la conformazione particolare della savana che non richiede un’elevata cultura.

In ogni caso, il Ngorongoro si sta presentando come un luogo privo di emozioni, e a parte l’asteroide distrutto dagli elefanti, non c’è stato molto da vedere.

Se ne rende conto anche Giraven, il quale trova così un altro tema per cui lamentarsi.

È il suo sport preferito, lamentarsi: del clima, degli alberi, dei raggi laser, di Rigobina, della Bufaga  e di Snapurzio, e inoltre anche degli insetti che popolano la savana ma che muti esistono e non lasciano scampo. Ad esempio nello scorso safari una zanzara gigante ha punto un bambino piccolo e adesso sembra che abbia due teste, quando invece è solo un brufolo particolarmente grosso che campeggia sulla parte del collo sinistro.

“Parli del diavolo e spuntano le corna” commenta Giraven, e in effetti Snapurzio compare sulla scena del crimine chiamata savana.

“Non hai ancora salvato la savana, Giraven. Non costringermi a fare quello che non voglio”

“Ovvero?”

“Questo!” la melodia incorporata nel corno del rinoceronte stavolta assume la stessa che si potrebbe sentire a un concerto di un cantante neomelodico particolarmente scarso. Era un omicidio in piena regola, tanto da sconfinare nel giraffacidio.

“Ma in cosa consiste il salvataggio della savana? Sempre che ci sia una savana da salvare, beninteso” chiede Giraven, sperando che il rumore insopportabile si attenui.

“Devi chiedere informazioni all’Oritteropo” risponde Snapurzio, per poi andarsene a colpire una Jeep che incautamente ha messo un asciugamano rosso sul dietro.

L’Oritteropo, come abbiamo visto, è un tipo schivo, riservato e soprattutto con una proboscide imprevedibile.

Giraven lo stana subito, tuttavia: gli è bastato fare un bombardamento di raggi laser a tappeto per poi trovare Demenzio che sta pasteggiando tranquillamente con alcune termiti vogliose di morire.

In ogni caso, Demenzio non è un tipo permissivo, non quando gli si carbonizza il suo pasto preferito; così, riconoscendo Giraven, lo guarda malissimo.

“Adesso ti senti realizzato?”

“Sì, poiché devo chiederti una cosa”

“Volevi chiedermi come morire? Ebbene, ti accontento subito: mi basta usare un po’ di intelletto”

E pensa che ti ripensa, alla fine ha un’idea. Mentre sta masticando le larve e le termiti, gli è bastato fare un movimento gutturale per spostarle dalla bocca alla proboscide, per poi stupire il circondario con una potenza di fuoco invidiabile a quella di Giraven, che appunto risponde per istinto con i suoi raggi laser, dando vita a una specie di braccio di ferro subito interrotto da una mandria di struzzi che deve passare proprio in quel momento, un po’ come se fossero treni che si ritrovano bloccati da una specie di passaggio a livello.

Tanto che uno di questi struzzi si ferma a protestare. “Ma vi sembra il modo? Potevamo finire alla griglia o ricoperti di larve, non è galateo questo!”

“Dovevamo disputarci la savana, mi spiace” risponde Giraven criptico, ma lo struzzo allunga il collo oltremodo e comincia a beccare con estrema violenza la pelle della povera giraffa, mandando in frantumi il sogno di Rigobina, ovvero quello di imprigionare Giraven nella sua ragnatela per poi rivendicare il proprio titolo di animale definitivo.

Al che, compare di nuovo l’Impala che dice: “E ricorda, Giraven: l’intelletto è inutile nella savana, devi cercare la forza bruta”

E poi ci si chiede perché Giraven ha bisogno di terapie.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...