Il vero nome di Fibrizza/4

banner_aven_blog

La scopa di casa Castelloni aveva in sé una storia tutta individuale che forse Fibrizza non conosceva.
“Perché sei in piedi?” chiese lei.
“Tutto è iniziato una mattina del ventisette febbraio” annunciò lei.
“Un mese fa!”
“Esatto” disse la scopa. “Stavo riposando nel paese degli scarafaggi e dei gechi…”
“Cioè la cucina?”
“Esatto, ma non interrompermi. Volli mettermi una pentola in testa, poi ricordati che avevo un capo molto sottile e quindi non sarebbe stata della mia taglia. Così affrontai il temibile Mostro dei Quattro Formaggi”
“Perché quattro?” chiese spaventata Fibrizza.
“Già, anche io avrei voluto fossero stati tre o cinque” rispose lei. “Però ormai ce l’avevo davanti e non potevo non batterlo con il mio sublime colpo speciale”
“Quale sarebbe?”
“La Ramazzata”
Seguì un rombo di tuono. Anche Fibrizza fu colpita, lei che aveva sconfitto poche ore prima una frasca dandole un punto.
“Ho… ho paura a chiederlo, ma… in cosa consiste?”
“Bisognerà cantare Più Bella Cosa al nemico, così poi sai, si disintegra. Dopo vent’anni le cose tendono a marcire a meno che non sei un essere vivente”
“Ah” la signora si voltò a destra e a sinistra. Tutto stava davvero marcendo?
“Già, sconcertante, no? Poi, ovviamente, il Mostro dei Quattro Formaggi ha risposto con Aurora”
“Bella canzone quella” commentò Fibrizza, che in realtà non la conosceva.
“No, c’era Aurora a casa tua” la corresse la scopa. “Si tratta di una paletta che raccoglie le pecorelle solo a un determinato orario, dovuto alla stagione e agli equinozi”
“Non la vedo”
“Perché se l’è mangiata il Mostro Budino, povera” disse la scopa. “Ho sconfitto anche lui, ma a che prezzo”
Seguì una pausa. “Che prezzo?”
“Diciotto euro l’ora, prego”
Fibrizza si spiazzò. Doveva pagare lei. “E… per quante ore avete combattuto?”
“Stiamo ancora combattendo” disse la scopa. “È un nemico viscoso, che non puoi guardare. E il prezzo sale”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...