Il vero nome di Fibrizza/7

banner_aven_blog

Tornata a casa, Fibrizza non osò chiedere al marito che cosa potesse esserci di disordinato.
“No, ho cambiato le tende, ma non credo che sia davvero disordinato” disse lui.
“Già” rispose lei, che diede per scontato, ormai, che le cose bizzarre che le stavano accadendo poteva vederle solo lei.
Tuttavia, trovò la sua casa perfettamente linda, pulita e ordinata, Riusciva difficile tornare a viverci, talmente era perfetta, e spostare anche solo un bicchiere le avrebbe indotto tantissimi sensi di colpa.
“Ho messo i pomodorini nel frigorifero, stasera insalata”
Fibrizza trattenne il respiro.
“Che c’è? La sera abbiamo sempre mangiato insalata” disse perplesso Giancarlo.
“No, hai detto pomodorini”
“Sì, ci mettiamo anche quelli”
Ma Fibrizza aprì forse con troppa violenza il frigorifero. Poi li vide: tondi, rossi, ammiccanti. Ricordavano un sorriso inquietante, tipico delle storie che chiamavano Creepypasta.
“Forse ho capito” rispose lei. “Devo stare attenta ai pomodori”
“Perché hanno tre O oppure c’è un altro motivo?” chiese Giancarlo.
“Non puoi capire” disse vaga, e andò nella sua stanza, per cercare di mettersi in contatto con la sorella e non essere sentita.
Non rispose nessuno perché il cellulare aveva finito il credito. “Non è possibile.”
“Cosa non è possibile, Fibrizza?” chiese il cuscino del lato di Giancarlo. “Sai cosa è successo in questa casa, mentre non c’eri? La scopa ha sconfitto l’Uomo Budino e lo ha fatto gratis, nonostante i diciotto euro l’ora di tariffa. Lo ha fatto per te, perché hai ancora dato le risposte sbagliate.”
“Mi confondete con un’altra” rispose lei. “Non ho nessun potere particolare, in ogni caso avrei servito il budino come merenda”
“E tuttavia hai risposto No alla domanda di Martenzio” disse il cuscino, con dolcezza.
“Significa Nord Ovest… un momento, tu come fai a saperlo? E come sai che si chiama Martenzio?”
“Lo sanno tutti, andiamo, ma dove vivi?” sbraitò l’altro, un po’ spazientito. Fibrizza considerò che occorreva fare una ricerca.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...