Le avventure di Giraven/41

LE AVVENTURE DI GIRAVEN

State per leggere una storia vecchissima, riadattata per il blog. Buona lettura!

Giraven e il leone

Sconfitto e preoccupato, Giraven si sta leccando le ferite in uno stagno che ha trovato.

Senza più né Bufaga né Rigobina adesso si sente solo, ma desideroso di vendetta.

Come ha osato papparsi Meleagra senza battere ciglio?

Come ha osato sconfiggerlo in quel modo?

Come ha osato essere re e lui un semplice plebeo senza arte né parte?

Bene. Avrebbe chiamato il suo, di esercito, e chissà cosa sarebbe successo in seguito.

“Snapurzio, vieni subito qui!” chiama Giraven.

Ma Snapurzio non viene, essendo a chilometri di distanza e non possedendo un udito stupefacente, non può venire.

Al che, la giraffa se ne rende conto, decide di avanzare chiamando a sé tutto il suo coraggio e anche i suoi migliori raggi laser.

Sembrava impossibile, ma ce l’ha fatta. È tornato alla corte del Re leone VII, ritrovando la Bufaga sua personale e Rigobina imprigionate in una gabbia per canarini fatta di legno.

“Oh, e così sei tornato” dice lo scimpanzé, accendendosi un sigaro. È vestito anche di un impermeabile che lo fa sembrare un gangster maniaco.

“Solo per riprendere la Bufaga, che mi serve, e Rigobina”

“Ti ricordo che Rigobina era con te solo per punizione per aver interferito con gli esperimenti per la Pace” dice lo scimpanzé.

“Fammi parlare col Leone”

“Con Sua Maestà il Leone, prego” lo corregge il re stesso da fuori campo. “Sua Maestà il leone. Ti prego”

“E non sia” risponde lo scimpanzé, dopo aver fatto l’occhiolino allo struzzo, il quale si avvicina fulmineo alla giraffa e lo invita sbrigativamente ad andarsene.

“Ma devo conferire con lui! È importante, e riguarda il prescelto Snapurzio!”

Il Re Leone risponde “Sappiamo che Snapurzio sta facendo il suo lavoro. Non hai niente da fare qui. Sei già stato sconfitto e sei poco appetitoso, a parte che sono sazio. Vattene. ”

“Ah sì? E allora io mi dichiarerò Re degli Erbivori!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...