Il vero nome di Fibrizza/10

banner_aven_blog

Fibrizza, una volta giunta a Nord Ovest, poteva anche percorrere tutto il pianeta, che in effetti non aveva un punto definito che poteva dirsi più Nord Ovest di altri.
Comunque, lei proseguì, e lasciò la città, poi si inoltrò nelle campagne, superò un ponte dotato di fiume e scorse una casupola.
Aveva appena trovato il covo dei ladri di nome, lo sentiva.
Era una specie di magazzino per il fieno, quindi non escludeva che potesse trovarci anche un ago, due ragazzi che si amavano al riparo di occhi indiscreti, ma anche fieno, perché no.
Parcheggiò. Fece un lungo sospiro e uscì dalla macchina.
Con passo molto cauto, cercò di avvicinarsi il più possibile. Avrebbe tanto voluto che Giancarlo potesse vedere come fossero fatte quelle entità, ma, si disse, in fondo era una cosa che poteva vedere da sola.
Poi si chiese come mai lui sapeva che fosse in collina. Evidentemente aveva un radar da qualche parte.
“Non sento nessun rumore”
Si rimproverò per aver parlato da sola. Il portone somigliava a un cancello, che era chiuso ermeticamente.
“Che ci fa lei qui? Non lo sa che è proprietà privata?”
Un panciuto uomo era dotato di fucile, e Fibrizza scappò. Doveva esserci proprio lui in quel momento?
Mentre riprendeva la macchina, le riusciva difficile capire dove avesse sbagliato. Aveva tutta l’aria di un casupolo abbandonato.
Tuttavia, nessun edificio lo era. Ogni magazzino, fattoria, casa, casupola, campo era controllato da un contadino.
L’unica cosa che la perplimeva, era che fossero tutti uguali. Vestiti identici. Stesso fucile.
Stessa faccia, precisa al millimetro. Dalla punta dei capelli al piede.
Fibrizza proseguì nell’autostrada. Altro stabilimento, altro fattore uguale agli altri.
E non era come si diceva, che la campagna in fondo era tutta uguale, comunque non era mai letterale.
Infine, accadde. Un uomo alto le si parò davanti. Era lui, sogghignante, la pipa immancabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...