Il vero nome di Fibrizza/11

banner_aven_blog

“Sei tu”
Fibrizza lo guardò, con un misto di sdegno e disgusto.
“Fibrizza. È un piacere averti qui. Ti stavo aspettando.”
La donna non era sicura che stesse dicendo il vero. Come faceva a sapere che sarebbe venuta?
“Non ci eravamo dati appuntamento” tentò lei, ma l’essere ridacchiò. “Non ce lo siamo dati? Non ce lo siamo davvero dati, Fibrizza?”
In effetti poteva anche avere ragione, ma non era ancora convinta. Scese dalla macchia, pronta ad affrontare non si sapeva come quell’energumeno.
C’era molto vento. Non se lo aspettava anche perché i vestiti dell’altro non si muovevano.
“Vuoi sapere perché ti abbiamo cambiato nome impunemente?” chiese, aspirando dalla pipa.
“Eh, mi piacerebbe non poco”
Lui annuì, poi le voltò le spalle e sembrò andarsene, ma poi si girò ancora verso di lei e la incalzò a venire, senza parole, gesticolando con la testa.
Fibrizza prese la macchina, aveva la sensazione che le sarebbe servita. L’aveva fatta controllare, il quadro del motore si sarebbe acceso sempre al rimo colpo.
Aveva ragione. L’essere sovrannaturale sembrava camminare, ma la guidatrice stava andando già a settanta chilometri orari, superando campi e fattorie, che però rimanevano tutte uguali.
Stava davvero spostandosi?
“Siamo arrivati” annunciò. C’era un lago. Fibrizza era sicura che non c’era, prima. Conosceva abbastanza bene la geografia del luogo e laghi non ve n’erano.
“Questo è il luogo dove ha pianto Gianboldo dei Pippobaudi” annunciò la creatura. Non aveva idea lei di come definirla ancora.
“Ha creato questo lago?” chiese. Lui ridacchiò.
“Sì, Fibrizza, lo ha creato con le sue lagrime” disse lui, sbagliando apposta la g, perché aveva voglia di sentirsi un po’ antiquato. “In ogni caso, adesso sta a te capire cosa c’entra la tua storia intricata con Gianboldo. Conoscilo, e forse…”
Sparì. Non rimase alcuna traccia di lui. La donna si guardò a destra e a sinistra.
“Ehi! Chi ha creato un lago nel mio campo?” chiese un fattore abbastanza indignato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...