Le avventure di Giraven/48

LE AVVENTURE DI GIRAVEN

State per leggere una storia vecchissima, riadattata per il blog. Buona lettura!

Giraven alla riscossa

Visto che l’Impala è arrivata anche ad apparirgli in sogno pur di ricordargli l’importante incarico che lui stesso ha delegato impunemente a Snapurzio, Giraven, decide di tornare al Ngorongoro per una sua riscossa personale.

Sta a lui salvare a savana e così sarebbe stato. Snapurzio o non Snapurzio.

“Secondo me non è una buona idea” suggerisce la Bufaga, ma ormai Giraven non l’ascolta più. Ah già, non l’ha mai ascoltata.

Inoltre, Rigobina è ancora sotto ostaggio del re leone e tutto quanto. Questo è il punto di partenza dal quale partire.

Secondo punto, bisognerebbe sorpassare il re in potenza, ma quello è il secondo punto quindi può anche essere procrastinato.

Il terzo punto non viene neanche preso in considerazione. Figuriamoci il quarto.

In ogni caso, tornato al Ngorongoro ed evitate le domande scomode del solito sciacallo di guardia (“Come ci si sente a tornare sul luogo del delitto? Mi dica, mi dica!”) Giraven scorge subito Snapurzio, il quale corre disperato inseguito da una mandria di Bufali Neri inferociti.

Così, dopo averli dispersi con i suoi raggi laser, chiede agitato: “Snapurzio! Perché eri inseguito da quegli stolti?”

Nel frattempo sopra una roccia, Debian e Linux detti “gli gnu” guardano con estremo disappunto quanto accaduto.

Snapurzio risponde “Ma che ne so! Stavo cercando di capire come salvare la savana, quando a un certo punto una mandria di buoi mi invade il territorio! Io ho cercato di allontanarlo con la mia melodia Trapana Orecchie, ma loro se ne sono fregati cercando nello specifico di ridurmi a una frittella!”

“Panella, si dice panella” lo corregge la giraffa.

“Quello che è” taglia corto il rinoceronte.

“Comunque, cosa hai intenzione di fare?” chiede Giraven.

“Secondo me sono gli gnu che comandano tutto e minacciano la tranquillità della savana” risponde Snapurzio.

Giraven si guarda attorno, ovunque tranne la cima della rupe succitata, finendo col credere che gli gnu ci fossero, ma non ci fossero allo stesso momento, e quindi per questo ancora più temibili.

“È terribile! Dobbiamo far sapere a tutti che siamo in pericolo!” esclama infine.

“Pericolo? Dove? Ho bisogno di audience!” ecco che compare lo sciacallo.

Snapurzio nel frattempo  ha appena finito di entrare dentro sé stesso producendo un’introspettiva così triste e profonda che avrebbe potuto anche prendere il premio per la migliore introspezione del secolo, ma che purtroppo non si può descrivere su word. E nemmeno su Scrivener.

Così dice “Dobbiamo fare fronte comune contro gli gnu!”

“Secondo me ci serve Rigobina!” esclama Giraven, sentendosi punto dalla Bufaga.

“Non m’interessa niente di quel ragno puzzolente! Ma per favore!”

“Ma se non la cerco poi la mia Bufaga se ne va” dice Giraven fra i denti, dopo aver ricevuto due morsi particolarmente forti dalla Bufaga, che irritata si sfoga con lui.

“Capisco che è una situazione difficile, ma affidarti alle mosche come tutti gli animali normali no, eh?” chiede Snapurzio.

“No”

E così, Giraven e Snapurzio decidono di fare una bella propaganda convincendo gli animali semplicemente stordendoli con il rumore sordo della sirena posta sul naso del rinoceronte.

Nel frattempo, Linux parla francamente con Debian. “Dobbiamo fermarli. Il Ngorongoro deve tornare un luogo tranquillo dove fare avanti e indietro.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...