Il vero nome di Fibrizza/19

banner_aven_blog

Le macchine sfrecciavano sia nella corsia di andata, sia nella corsia di ritorno. C’era un vago sentore di sandwich e pullman erano parcheggiati appena di fronte i bagni pubblici. Quel posto aveva tutta l’aria di essere un autogrill, ma Fibrizza non aveva la minima idea del perché ci fosse finita e soprattutto come aveva fatto a coprire le distanze in così poco tempo.
Il Lava Scale era sparito, e nascondeva qualcosa. Ma ormai molte persone nascondevano qualcosa attorno a lei. Tranne Giancarlo, suo marito. A lui piacevano i sudoku e la chiamava ancora Fibrizza, come se fosse quello il suo nome. Ma, ahimé, aveva perso la memoria.
“Salve signora” salutò qualcuno. Era una benzinaia, la si poteva riconoscere perché aveva in mano una pompa di benzina, aveva appena finito di riempire il serbatoio di qualcun altro. Aveva l’aspetto familiare.
“La vuole ascoltare 74-75 dei The Connells?” chiese ancora la benzinaia. Fibrizza scosse la testa e entrò nell’autogrill, dove si poteva incontrare un banco pieno di cibo, che di solito si doveva comprare, e libri. Nello stesso punto, dipende se si sapeva dove mettere i piedi. Non i bambini, comunque.
Si disse che forse poteva trovare una tenaglia anche in quel contesto, ma poi si mise a spulciare quei volumi e prese anche una pizza a taglio.
Di oggetti per il bricolage, nemmeno l’ombra. Si guardò attorno: le era scomparsa.
Eppure il locale era perfettamente illuminato nonostante fosse giorno.
“Non c’è più la mia ombra!” esclamò lei impaurita. Poi tornò.
“Eh, un attimo, stavo guardando le caramelle” disse l’ombra, mentre cercava di riattaccarsi. La vide che mangiucchiava un sacchettino di dolciumi, che forse erano caramelle, ma potevano essere anche altro. Noccioline, ad esempio.
Fibrizza arricciò le labbra, ancora spaventata, e incrociò lo sguardo ancora con la benzinaia. Quella sorrise.
Decise di tornare da lei e chiederle “Come si chiama, lei?”
“Girolama Ombra, per servirla” dichiarò. Al che, Fibrizza capì.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...