La sveglia.

banner_aven_blog“E comunque quel brivido non era normale!” disse la sveglia al letto, il quale, immobile, stava ospitando il dormiente.

“Già” rispose quell’altro, che non vedeva l’ora che ci si alzasse, perché il tizio stava cominciando a diventare pesante. Infine, decise di rispondere perché gli era venuta un’idea.

“Mah, forse ho un’idea del perché ti viene. Sei una sveglia, dunque programmata per avere brividi”

Quella si stupì. Allora era vera la leggenda dell’orario da brivido!
“Mi hanno raccontato una volta che il mio progenitore, il signor Meridiana, stava lì immobile e immoto e un tizio ebbe preso una moto e sbatté contro di lui. Da allora ha un brivido ogni volta che è mezzogiorno. Poi ovviamente sono passati i secoli e i motorini si sono evoluti, ma noi sveglie siamo addirittura contente di averli, perché ci ricordano che all’orario dobbiamo svegliare il padrone, chiunque sia”
“Allora perché chiedevi il motivo dei tuoi brividi se già li conosci?” chiese il letto, già abbastanza seccato per i fatti suoi.

In effetti era abbastanza una domanda idiota, quella che aveva posto. Le sveglie non sapevano che funzionavano in quel modo? Gli ricordava sua madre, ossia l’orologio da muro appeso nel corridoio.
“Per la buona cottura delle patate basta affondare una forchetta. Se entra senza problemi, la patata è cotta”
In base a quell’insegnamento, sua madre aveva avuto un’ottima carriera come segnatempo, perché persino lei segnava due volte lo stesso orario, la mattina e la sera. E funzionava, era quello il bello.
Il letto, infine, le disse “Beh, in ogni caso non ci fai una bella figura perché come vedi il dormiente è rimasto tale e quale nel suo stato”

Neanche a dirlo, si girò e chiuse la sveglia. Non ebbe più alcun tipo di fastidio lungo la schiena, se mai ne avesse avuta una.
“Oh, già” si ricordò lei. “Oggi è domenica, in realtà non avrei dovuto suonare”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...