Il vero nome di Fibrizza/21

banner_aven_blog

Fibrizza preparò una tisana alla menta, accompagnandola con dei biscottini alle mandorle. Giancarlo si chiese perché lo stesse facendo, ma non disse nulla.
“Non ricordo più perché mi serve una tenaglia”
Non appena lo disse, il marito si mise a ballare, ma lei lo ricordò. Aveva la Lucchettite, una malattia curabile solo con un pizzicotto da parte di quell’utensile. Doveva andare dal ferramenta: il tempo delle tisane era finito.
“Beh, ma almeno bevimi” supplicò quella bevanda. Fibrizza ne bevve e la trovò di suo gusto. Gustò anche dei biscotti alle mandorle che poi seppero di cocco. Nel cambio ci aveva trovato qualche guadagno.
Come mai non si era accorta dello scambio nei sapori? Era davvero convinta di aver preso il sapore forte e deciso della mandorla, non del cocco. Quello era un frutto che eventualmente si vendeva in spiaggia, oppure, nel peggiore dei casi, si metteva sopra il comodino per riflettere nel tentativo di aprirlo.
Andando dal ferramenta, Fibrizza non poté fare a meno di vedere gente che andava, gente che veniva, gente che si stringeva la mano. Ogni volta, però, sembrava la guardassero con sospetto o con perplessità. Forse la Lucchettite aveva preso anche la sua faccia?
“Buongiorno” esordì, di fronte al tizio che armeggiava con qualcosa. “Vorrei una tenaglia”
“Oggigiorno tutti vogliamo qualcosa, ma mai qualcuno che chiede come stai oppure sei un cormorano” replicò triste il ferramenta. “Lei che cosa chiede a questo squallido mondo dove l’autunno non ha una fine?”
Fibrizza avrebbe tanto voluto toccare ferro, ma le era parso scortese. “Una tenaglia.”
“Ne è sicura? Perché vorrebbe estrarsi un dente da sola? Fa malissimo, non credo che possa essere descritto quel dolore indicibile che parte della radice e si conficca su nel cranio, affondando le sue lunga mani incarnite nella zona del dolore… bellissimo…”
Fibrizza andò via dal ferramenta senza aver acquistato nulla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...