100 drabble, un’estate: 20

banner_aven_blog

20 – Tenebra
“Che poi, avere gli scheletri nell’armadio non è poi così male, a meno che tu non abbia visto Psyco”
Le parole di Verbloffa non erano così sbagliate, ma Pierbuffo disse ugualmente “Facile a dirsi, tu che sei una forchetta!”
“E tu sei una mensola” rispose lei. “Quindi di cosa stiamo parlando?”
Pierbuffo si fermò un attimo, lui che di fermarsi un attimo se ne intendeva, in quanto oggetto fisso su un muro. “Di sedie”
Comparve Dante la sedia gigante. “Sono qui per sparare raggi laser!” esclamò, e in effetti lo stanzino prese fuoco, perché era un tipo caliente.
“Caliente, baila con migo!” esortò Verbloffa, ballando un lento con gli spaghetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...