100 drabble, un’estate: 84

banner_aven_blog

84 – Taxi
“Mi porti a casa, per favore”
Per fortuna trovò un taxi, anche a quell’ora. Ritardi, contrattempi, pioggia.
Ebbe modo di mettersi comodo, di guardare le luci fuori e ogni tanto contemplare le gocce che facevano a gara per cadere verso la base del finestrino.
Stava tornando a casa, finalmente, dopo dieci anni. Che cosa era successo, nel frattempo? E poi, perché, in fondo, aveva deciso di togliere i contatti con tutti?
Tante domande gli si stavano affollando nella mnte, ma una cosa era certa. Casa era dove si trovava il suo cuore. Non poteva fare a meno di sorridere, dopo tanto penare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...