Quel che un asparago avrebbe detto…/24

banner_aven_blog

24 … se dicessi di riposare in pace
Una volta scappato dal territorio con i suoi parenti, quali che fossero, l’asparago avrebbe voluto passare un periodo tranquillo, riposando in pace in mezzo ai suoi simili. Tuttavia, non passò che una settimana che si ritrovò ad ascoltare un campanello.
Un campanello, esatto. In un campo di grano. Non è una rosa, non è un tulipano.
“Chi sarà mai?” si chiese.
“Oh, torna a dormire!” esclamò un altro suo simile, che non voleva essere disturbato, ancora meno del nostro protagonista.
“Non che non ci torno! Qualcuno ha bussato, deve essere successo qualcosa. Soprattutto, come ha trovato un campanello proprio qui, in un campo sperduto nel nulla?”
“Non lo so e non lo voglio sapere! Basta, fatti le arance tue!”
Le arance… che belle, da spremere. L’asparago in ogni caso andò ad aprire una porta immaginaria e ci ritrovò lui.
Un chicco di riso enorme, alto almeno un metro e mezzo e largo in proporzione.
“Bene, adesso andiamo a invadere il regno dei piatti”
“Nel senso, arrivi, neanche saluti, e mi ordini di fare qualcosa che implica la mia fine?” protestò.
Il chicco di riso si stupì nel sentire quell’obiezione. “Chi ha parlato di fine? la fine non è altro che l’inizio di qualcosa, no? E noi stiamo andando a invadere il regno dei piatti. Che cosa non ti è chiaro?”
C’erano molte cose che non gli erano chiare. “Intendi dire che dobbiamo fare insieme un buon risotto caldo?”
“Certo che no, non è neanche stagione, stolto” disse l’altro. Sembrava anche sconcertato. “Ho anche parlato italiano, eh. Dobbiamo, verbo del noi, invadere, verbo guerrafondaio, il regno, sostantivo di Kingdom, dei piatti, complemento… boh, uno dei tanti”
“Mi hai convinto” l’asparago fu entusiasta. “Metto il mantello e andiamo”
“Ma fai un po’ come vuoi, basta che partiamo. Piuttosto, hai un mezzo di trasporto?”
“Il mantello, no?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...