Una storia fuori controllo/3

C’era da chiedersi cosa ci faceva quel termosifone all’interno di una camera di un Bed And Breakfast, con tanto di servizio in camera.
Quel che si sapeva era che T. Ermosifone era nato nella città vicina nominata Kalorya, qualche mese prima. Era tutto molto caldo, laggiù, nel senso che era nato in un’industria, dove tantissima gente ancora credeva che fare termosifoni in estate avrebbe creato profitto.
In ogni caso il signor T conseguì un titolo di studi, ma solo il titolo. La tesina dimenticò di farla, ma, siccome i professori legegvano semrpe e solo la copertina, quello bastò per graduarlo.
T conobbe un sacco di altre t, come ad esempio nella parola Attentato, e fece amicizia con loro. Fu un rapporto esplosivo, fatto di chimica e combustione.
Conobbe anche il signor Tintoretto, un pittore, ma forse un trattore. T andò dunque nella città dei cetrioli per dare un po’ di calore nei gelidi inverni, ma non si sarebbe mai aspettato di incotnrare un cetriolo bianco, così come lo vedeva laggiù.
E dire che quell’impiego sarebbe stato solo part time! Lui voleva tanto partecipare al convegno dei Riscaldatori, ma decise di fare da talpa verso il Congresso delle Zucchine. Era molto facile contattarle, perché aveva sempre un cercapersone addosso, che a volte veniva scambiato per manopola.
“Prova, prova” esordì con voce calda e rassicurante T. Ermosifone.
“Sì, dicci” rispose prontamente le Zucchine.
“C’è qui Luigi” rispose l’altro. “è un cetriolo bianco, che si sta supendo del fatto che la cameriera sia diventata un punto di sospensione”
“E cosa credeva, che diventasse un punto esclamativo? Beh, digli che non c’è un menu, si deve accontentare”
Era vero. Doveva accontentarsi Luigi, esattamente come aveva fatto T quel giorno al bar. Erano lui, un thermos e un tostapane e chiesero un drink a Joe, il corpulento barista nero che stava pulendo pazientemente un bicchiere.
Il drink era caldo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...