Una storia fuori controllo/5

Lasciando perdere le paturnie dello Gnomo e di T, Luigi il cetriolo decise di fare jogging.
Correre per lui non era del tutto semplice, anche perché era un cetriolo e in un villaggio di cetrioli avrebbe fatto pur fatica a non essere notato.
“Voglio correre senza che nessuno mi noti” disse a un certo punto, in mezzo alla strada, incurante del fatto che lo stavano ascoltando.
“Molto interessante, fammelo appuntare sul mio bloc notes” bisbigliò un fagiano, che, del tutto estraneo al villaggio di cetrioli, stava comunque lavorndo per conto dello Gnomo senza cappello. Ricevette una chiamata.
“Pronto” disse.
“Non si dice pronto, stolto! Lo si chiede, non lo si afferma!” esclamò T. Il fagiano cercò del becchime, ma non ne trovò. Allora guardò altri fagiani, ma non ce n’era nemmeno uno, piuttosto era il paese dei cetrioli. Si sentì leggermente un estraneo.
“Allora, che sta facendo Luigi?”
Il fagiano contò nella sua memoria ventisette con quel nome.
“Non dirmi che te lo sei lasciato scappare?” T. Ermosifone, se avesse potuto, si sarebbe messo le mani in faccia, e non sarebbe stato neanche un periodo tanto ipotetico irreale.
“Non te lo dico, infatti” rispose il fagiano. Chiuse la chiamata e andò a beccare qualche pezzo di pane raffermo, che nessuno mangiava, perché i cetrioli col pane no, non si usavano nel paese dei cetrioli.
Luigi nel frattempo cominciò il suo jogging, balzellando e uscendo anche dalla cittadella, prendendo una strada secondaria circondato da campi di mais. Un vago odore di pop corn gli riempì le narici.
“Che schifo” commentò, mentre correva il più veloce possibile.
“I mais ti fanno schifo? Hai mai provato a usare il PRODOTTO?”
Una X a tre dimensioni comparve dal nulla sulla strada. Prese due braccia da qualche parte e mostrò a Luigi una boccetta spray.
“Forse non ti piacciono i pop corn perché sono salati, invece tu sei dolce. Quindi puoi rendere i suddetti dolci, o te salato!”
“Beh” belò Luigi. Una pecora arrivò e passò senza commentare nulla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...