Quel che un asparago avrebbe detto…/27

banner_aven_blog

27 … se si illuminasse d’immenso

“Verrai punito.”
Quelle due frasi fecero tremare il povero asparago, che dunque dovette attendere l’entità della sua punizione. Se fosse stata diretta, non avrebbe avuto scampo, perché era quasi un rigore. Mettere il pallone vicino al limite spesso capitava, con quei tiratori, che quello entrasse infilandosi sotto il sette. Se invece era indiretta, poteva ancora cavarsela con una marcatura a uomo. Solo che lì, uomini non ce n’erano.
C’erano solo granacei ed enormi chicchi.
Il Maccherone condusse i visitatori in mezzo agli Strozzapreti, un tipo di pasta che adorava strangolare. Se ne resero conto solo un paio di minuti dopo.
“Mi sa che ce l’hanno con te, eh?” pensò l’asparago rivolto al chicco di riso.
“Io? Che avrei fatto di male?”
“Ti facciamo vedere noi che cosa hai fatto!”
Uno strozzaprete premé un pulsante e un video partì, con tanto di proiettore e coso per far vedere i filmati.
“Ecco. Siamo nel 1624. Un chicco di riso ha minacciato con un’arma da fuoco il famoso generale Candela”
Si vide una diapositiva in cui effettivamente una candela quasi sciolta stava cedendo alle minacce dell’alimento.
“Qui siamo nel 1924. Non sappiamo cos’hai fatto, ma di sicuro qualcosa l’hai compiuta”
Una diapositiva lo confermava, perché recitava qualcosa di sconosciuto.
“Adesso siamo nel 2024” proseguì lo Strozzaprete “e in effetti farai molto danno a un mercato di lavatrici. Basta anche un solo chicco per bloccare qualsiasi ingranaggio. Non è vero, eh? Non è forse vero?”
Seguì un momento di silenzio.
“Pertanto, la punizione migliore per voi deve essere una cosa esplosiva, mai vista prima in nessun contesto. Jack!”
Un tizio comparve con un libro in mano.
“Cerca pure qualcosa che non abbiamo mai fatto”
Jack cominciò a sfogliare febbrilmente le pagine, finché, verso la fine del tomo che era pure nutrito, trovò qualcosa.
“Illuminarsi di immenso! Quello sì che dà fastidio!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...