Una storia fuori controllo/7

Fra torte sacher e termosifoni, il cetriolo Luigi doveva chiaramente guardarsi alle spalle. Decise dunque di andare dall’ortopedico, che era cetriolo quanto lui.
“Noi siamo molto simili” disse. “Quindi puoi sapere meglio di me, invero, la posizione delle mie spalle, delle sue spalle”
“Invero? E dove siamo, in inverno? Mi faccia vedere, si metta prono sul lettino”
Luigi e il suo dottore si guardarono intensamente.
“Qual è la differenza fra prono e supino, per dei cetrioli quali siamo noi?”
“Oh, e va bene!” esclamò il medico. “Venga”
Prese un pennarello indelebile e disegnò due occhi con tanto di ciglia su uno dei due lati. “Adesso può ben mettersi prono, pronto, sul mio lettino”
Luigi rispose “D’accordo, ma non si arrabbi” ed eseguì il comando tanto desiderato.
“Uhm. Le spalle sono proprio queste all’altezza degli occhi. È la prima volta che mi capita, perché di solito i cetrioli conoscono bene l’anatomia di loro stessi”
“Era quanto volevo sapere, grazie”
Il dottore, rimasto solo, pensò intensamente a quel cliente. Non aveva idea del motivo per cui lo aveva consultato per una domanda così facile, e non aveva idea nemmeno del motivo per cui era totalmente bianco, come se fosse in attesa di qualcuno pronto a colorarlo. O forse soffriva di una brutta malattia che lo stava consumando, fino a punto da fargli dimenticare dove aveva le spalle, o comunque sperando che qualcuno gliele potesse riparare.
Nel frattempo Gino, adesso che sapeva dove si trovavano le spalle, scoprì che poteva anche vedere meglio, con due occhi degni di quel nome, con tanto di ciglia intente a catturare tutti i possibili batteri neanche fossero reti da pescatori.
“Molto bene!” esclamò tutto felice. Si girò ancora e ancora, finché non rimase girato senza poter tornare nella sua posizione originale.
“Ma sono rimasto incastrato! Deve essere stato un torcicollo!” esclamò lui.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...