Una storia fuori controllo/9

Il paese delle cassapanche era veramente pieno di quegli oggetti. Era identico alla sua nazione, quella dei cetrioli, solo che in quel caso non erano prodotti della terra. Ciò che lo colpì fu una cassapanca che stava andando in bicicletta.
“Chissà come riesce” commentò Luigi.
“Allo stesso modo di come tu riesci a parlare” rispose seccata Cassandra la Cassapanca. “Allora, bando alle ciance. Ci serve il tuo aiuto perché qualcuno ha scritto H in piena piazza”
Luigi si fece condurre nel luogo indicato: era una piazza tipica da paese, piena di bar, senza fontane ma piena di piccioni. Una grande H sembrava dipinta, di bianco, al centro del paesino.
“C’è una H, e cosa può significare se non con Help?”
“Già” rispose Luigi. “Sta a significare proprio Help, come no. Non Hotel. Non hospital. Non Haldo”
“Haldo?”
Luigi non sapeva perché l’aveva detto, ma gli sembrava che ci stesse bene.
Una volta riflettuto su questo e anche sul fatto di come fossero anni che la H fosse davanti alla L nell’alfabeto senza neanche sentire puzza di luna, decise di chiedere una cosa fondamentale a Cassandra.
“Quale sarebbe il problema? Devo risolvere qualcosa?”
La cassapanca si guardò a destra e a sinistra, come se dovesse attraversare la strada, ma non c’era nessuna automobile. Andavano tutti in bicicletta. Aveva perfettamente dimenticato quale fosse il problema, se non fosse proprio la H, che cos’era?
“Il problema è proprio il dipinto, eh, mio caro Luigi, mi avevano detto che eri davvero uno sveglio, invece sei davvero un cetriolino” Cassandra ridacchiò, poi se ne andò lasciandolo solo. Due secondi dopo arrivò un’altra cassapanca.
“Scusa. Tu che cosa porti dentro di te? Che strana cassapanca!”
“Non lo sono, infatti, bambina cara” disse Luigi. “Sono un cetriolo”
“Allora devo aprire e catturarti, stavamo cercando proprio te!”
Dopodiché, lui non vide più nulla, la bambina invece fu felice di aver catturato qualcuno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...