Le avventure delle nuvole/32

banner_aven_blog

Le nuvole e l’Accidia

32 Il cielo è davvero blu sopra le nuvole?
“Guardo il cielo e vedo quel che ci sarà per me” disse il Cumulonembo, in vena di scherzare. Il Nembostrato, infatti, si mise a ridere.
“Ma mia cara, tu non hai nessun tipo di vena!” esclamò divertito.
“Ah no? E allora come le chiami queste?”
Il Cumulonembo fece vedere alcune vene.
“Ma non sono vene” fece notare il Nembostrato. “Sono semplicemente scariche elettriche che stai creando tu stessa e danno solo l’idea di vene”
“No, sono vene” disse il Cumulonembo. “Vuoi vedere?”
“No, che poi esce sangue!” esclamò il Nembostrato. “In ogni caso, volevo solo far notare come non accada mai nulla nel cielo”
In quel momento venne fuori un aereo. Non si trattava di Georgino. Erano tutti così abituati dalla presenza ingombrante di quel velivolo che avevano dimenticato dell’esistenza di altri apparecchi.
“Sono Evil Plane, l’aereo malvagio!”
Era veramente malvagio. Sia il Nembostrato che il Cumulonembo avevano le idee chiare su di lui. E chiare, era una parola grossa dato che si parlava di nuvole e cielo nuvoloso.
“Non hai niente da fare qui” cominciò a dire Nemby, ovvero il Nembostrato stesso. “Qui facciamo piovere ed eventualmente ci spostiamo col vento”
“Infatti” concordò Evil Plane. “Ma sono venuto qui per un motivo ben preciso. C’è Georgino?”
“Non c’è” rispose il Cumulonembo, ricordandosi solo in quel momento di chiamarsi Cumy.
“E la cremeria?” chiese Evil Plane.
“Quale cremeria?” chiese il Cumulonembo. “Intendi i Cirri? Ricordano la panna in effetti”
“No, quali Cirri! Io mi raffreddo altrimenti, invece adesso che sono caldo voglio battere Georgino, il mio rivale, per una gara di…”
Seguì un silenzio imbarazzato. Che tipo di gara avrebbe dovuto svolgersi?
“Una gara di blu!”
Giunse il blu sottoforma di un pipistrello dotato di mantellina intonata.
“Chi è più blu? L’intellettuale Georgino o il bellicoso Evil Plane? A voi la parola!”
“Autocarro!” esclamò il Cumulonembo.
“Comparazione!” disse invece il Nembostrato.
“Chissà chi ha ragione” considerò Georgino. Era molto difficile esprimere un parere, quindi non provarono. In fondo, erano fatti per volare, quindi anche volendo non potevano far vincere chissà chi, o vincere loro stessi chissà quale premio.
“E poi” come ebbe a dire il Cumulonembo qualche ora dopo “sai qual è il colmo per un aereo? Vincere un viaggio!”
Non rise nessuno. Persino il vento dimenticò di passare da quella parte. In effetti, persino il Blu, che aveva messo in mezzo quella gara, sparì, rimanendo nel cielo per un bel periodo di tempo. Non bello nel senso meteorologico perché c’erano state un sacco di nuvole in ogni caso, ma bello nel senso di lungo. Lungo era bello, almeno per il blu.
Evil Plane, dal canto suo, rifletteva sulla parola che aveva detto Georgino. Chi doveva sfidare? Lo aveva dimenticato persino lui. Andò dunque alla ricerca di qualcuno che potesse dargli retta.
“Sono un Ciclone” si presentò. “Posso abbatterti in dieci secondi”
“Preferisco i Tornadi” asserì il malvagio, ma poi gli toccò atterrare. C’era un tornado, in effetti.
“Sono tornado e… e… ETCì” starnutì con violenza. Molte case vennero abbattute, tanto comunque erano destinate alla demolizione. Evil Plane disse “Ed egli etcì. Noi etcimmo, voi etciste, essi etcirono”
“Hai un brutto raffreddore” commentò il malvagio. “Vuoi un po’ di missili, così lo facciamo sparire?”
“Oh no, mi basta fare una giravolta!” commentò lui, per buona misura allontanandosi dal raggio d’azione. Evil Plane trovò dunque un nemico naturale nel vero senso del termine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...