La speranza viva.

Photo by Italo Melo on Pexels.com

*riprende da ieri*

… e la tomba è vuota. I soldati sono spiazzati quanto me, ma loro scappano, fuggono via. È accaduto in un soffio, giusto il tempo di rialzarmi che l’ho perso di vista. Che è successo?

Vedo tre donne, tre donne e un angelo luminoso. So cosa sono gli angeli, ci hanno detto sulla Torah che sono entità superiori. Eppure rivela qualcosa che confonde le donne, le terrorizza, e dubbiose tornano sui loro passi. Chissà che cosa ha detto?

“Pasqua” significa passaggio. Adesso la tomba è silenziosa per tutt’altro motivo. È aperta, c’è solo un sudario. No, qui c’è qualcosa di troppo strano. È avvenuto un passaggio, ma…?

Quell’uomo, dall’interno, è riuscito a spostare una pietra e a risorgere. Ha sconfitto la morte!

Solo nel dirlo, mi tremano i polsi e il cuore strepita di gioia.

La morte è stata sconfitta? No, non è possibile…

O forse sì?

Lui è risorto. Ce l’ha fatta. Per quanto l’abbiano martoriato, facendogli patire ogni sorta di sofferenza, è risorto, annullando la sofferenza in lui e in quelli che lo hanno amato. Non c’è più motivo di essere triste, perché il nostro amato è vivo, presente! E adesso, ne sono sicuro, comparirà ai suoi dodici. Ne ho sentito così tanto parlare. Lui e i dodici hanno distribuito, da pochi pani e pochi pesci, da mangiare a cinquemila persone.

Io ero uno di loro. Non ho mai assaggiato, né mai assaggerò più, del pane così fresco e fragrante. Del pesce così pulito e saporito.

Solo che, se lo dico io, non mi crederanno. Ma il sepolcro è vuoto. Adesso entro. Entro, e tocco il suo sudario. Passo una mano sudata su dove giaceva il suo corpo. Il luogo non trasmette la minima angoscia.

Non mi sono mai sentito così felice.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...