La speranza viva.

Photo by Italo Melo on Pexels.com

*riprende da ieri*

… e la tomba è vuota. I soldati sono spiazzati quanto me, ma loro scappano, fuggono via. È accaduto in un soffio, giusto il tempo di rialzarmi che l’ho perso di vista. Che è successo?

Vedo tre donne, tre donne e un angelo luminoso. So cosa sono gli angeli, ci hanno detto sulla Torah che sono entità superiori. Eppure rivela qualcosa che confonde le donne, le terrorizza, e dubbiose tornano sui loro passi. Chissà che cosa ha detto?

“Pasqua” significa passaggio. Adesso la tomba è silenziosa per tutt’altro motivo. È aperta, c’è solo un sudario. No, qui c’è qualcosa di troppo strano. È avvenuto un passaggio, ma…?

Quell’uomo, dall’interno, è riuscito a spostare una pietra e a risorgere. Ha sconfitto la morte!

Solo nel dirlo, mi tremano i polsi e il cuore strepita di gioia.

La morte è stata sconfitta? No, non è possibile…

O forse sì?

Lui è risorto. Ce l’ha fatta. Per quanto l’abbiano martoriato, facendogli patire ogni sorta di sofferenza, è risorto, annullando la sofferenza in lui e in quelli che lo hanno amato. Non c’è più motivo di essere triste, perché il nostro amato è vivo, presente! E adesso, ne sono sicuro, comparirà ai suoi dodici. Ne ho sentito così tanto parlare. Lui e i dodici hanno distribuito, da pochi pani e pochi pesci, da mangiare a cinquemila persone.

Io ero uno di loro. Non ho mai assaggiato, né mai assaggerò più, del pane così fresco e fragrante. Del pesce così pulito e saporito.

Solo che, se lo dico io, non mi crederanno. Ma il sepolcro è vuoto. Adesso entro. Entro, e tocco il suo sudario. Passo una mano sudata su dove giaceva il suo corpo. Il luogo non trasmette la minima angoscia.

Non mi sono mai sentito così felice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...