Tutorial: fare andare via i migliori

“Eh, sono sempre i migliori quelli che vanno via…”
Ed è vero. Che sia per la morte improvvisa, che sia per qualsiasi cosa non prevedibile e non alla nostra portata, sono sempre i migliori che se ne vanno via. Ma mi sono chiesto che cosa succederebbe se fossimo noi a far mandare via i migliori. Ma poi, i migliori di che? Che cosa ci serve per attuare questo tutorial?

  • Un migliore
  • Tu
    Esatto, questo tu generico, seconda persona singolare, pronome personale e quant’altro che non ricordo. Avevo un voto basso in grammatica. Ore e ore buttate al vento, per farmi imparare l’analisi grammaticale, l’analisi logica e l’analisi del periodo. Che periodo è questo? Chi può dirlo? Chi può dire dove siamo e…
    “Aven? Il tutorial, grazie”
    Ah, sì, giusto. Hai quasi ragione. Ebbene, il tuo migliore preferito è al bar e deve ordinare un cono due gusti. Tu invece sei dietro di lui ad aspettare il tuo turno. Tu vuoi una brioche setteveli e pistacchio, proprio come l’hai vista nella pubblicità, con una grossa colata di panna, un biscottino che non serve mai a nessuno e si spezza mentre lo si mangia, e per finire, una bella colata di pistacchio, per essere a posto come colazione, come pranzo e come cena per i prossimi quindici anni.
    Ebbene.
    Il migliore che avevamo assunto prima sta per prendere il suo ordine, ma tu hai fretta di addentare quella brioche. Tu non devi far altro che bussare alle spalle di colui che sta davanti a te, ossia il migliore, e dirgli (o dirle) “Scusi, non è che potrei passare avanti? Ho fame”
    E lui ti dirà in maniera molto cortese “Tanto gentile tanto onesta pare/la mia bella quando altrui saluta” e poi non la so più. Un momento.
    Questo è amor cortese! No, intendevo che lui deve essere cortese e basta!
    Quindi ti dirà “No, mi dispiace ma ho un gelato da assaggiare. Guardi, devo solo ordinare, pagare col POS e poi andarmene”
    Al che tu ti spaventi. Ha nominato il POS. Che cos’è? Una malattia?
    “POSso passare?”
    Ti credi divertente, e molto furbo, ma lui è un cliente quanto te. Anzi, potremmo quasi dire che lui è migliore di te. Dunque va via. Hai imparato il tutorial, ma un grande vuoto si presenta nella tua zucca.
Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...