Tutorial: Prendere fischi per fiaschi.

“Aven non capisci nulla”
Non è la prima volta che scambio fischi per fiaschi e quindi ho pensato di fare un tutorial per distinguerli.
Cosa ti serve?

  • Un fischio
  • Un fiasco
    “Aven ma io non so distinguerli!”
    Già, già. Scusa. Ho sbagliato io. Allora ti descriverò un fischio com’è fatto. Innanzitutto dobbiamo prendere un arbitro. Come puoi vedere ha qualcosa in bocca.
    “Sì, e non è una rosa”
    No, non lo è. In questo momento sta assegnando un calcio di rigore per la mia squadra avversaria, quindi mi conviene fermarlo. Prenderò quello che ha in bocca e te lo mostro.
    Vedi? Ha un coso che si mette in bocca, e tu puoi fischiare.
    “Che fico”
    Già, e ho anche evitato il rigore. Dovranno buttarsi di nuovo a terra, per ottenerne un altro. Loro lo fanno sempre, se avete capito di chi parlo.
    Adesso, invece, prenderò un fiasco. Altro giorno, altro contesto. Siamo in una cantina e l’odore del vino ti inebria.
    Inebria anche me, intendiamoci. Io, però, sono uno di quegli eretici che preferisce la birra, perché non so, credo che sia più spumosa, e infastidisce il palato al punto giusto, col suo essere frizzante o quasi.
    “Quella è la gassosa”
    In effetti non avrei mai sopportato che una lampadina prendesse il morbillo. In ogni caso, ho anche chiuso gli elettroni e sono andato a bere una mattonella.
    Ci saranno dei tutorial anche su questo? Dipende, se me ne vengono in mente, sì. Ma stavamo parlando del vino, comunque. Siamo in cantina, dopo aver percorso la scala scricchiolante.
    Vedi quelle cose tonde? Sono fiaschi.
    Ma cosa fai?
    “Glglglglgl”
    Nooo, non sprecare il vino! Ti ho detto forse di bere? Eh?
    “Ma Aven è nero d’Avola, pregiatissimo”
    Appunto! Ora dirò una verità inoppugnabile:
    Il Nero d’Avola sta a tavola! Adesso sai distinguerli? Possiamo ricominciare il nostro tutorial?
    “No, adesso scusami ma devo smaltire la sbronza”
    Oh. Ok.
    Il punto è che per fare i fischi e per fare i fiaschi ci vogliono in ogni caso dei tubi e dell’idrogeno. Molte persone direbbero che non è una grande idea, ma i palloncini non sono stati costruiti in una sola salsiccia, per cui gli ananas arrivano e dicono a se stessi di stare bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...