27 Drabble, 1 Natale: 6

Le drabble sono storielle di 100 parole sul Natale. Auguri, intanto! Aria di festa! Letture A Natale si regalano un sacco di libri. È la storia di Giampiera che aveva regalato un sacco di libri al suo compagno, tale Frizio. La sera del ventiquattro, loro con tutti gli amici, si erano scambiati giustappunto i presenti. … Continua a leggere 27 Drabble, 1 Natale: 6

Pubblicità

27 Drabble, 1 Natale: 5

Le drabble sono storielle di 100 parole sul Natale. Auguri, intanto! Aria di festa! Cioccolata "Mangio troppa cioccolata" "Giafrosca, tu SEI cioccolata" La notizia fece il giro del mondo. Arrivò sul web, su internet, sul mondo di Facebook. Essere cioccolata non voleva certo dire fare odore di cacao, ma anche un'esperienza per il palato, il … Continua a leggere 27 Drabble, 1 Natale: 5

27 Drabble, 1 Natale: 4

Le drabble sono storielle di 100 parole sul Natale. Auguri, intanto! Aria di festa! Tradizione Il Natale si avvicinava, e com'era tradizione c'era da scegliere tra un tostapane e un cestino di sopravvivenza. Quell'anno, però, il bagnoschiuma aveva pur sempre qualcosa da dire. "Io sono più utile di una confezione di tartufi, ecco, l'ho detto" … Continua a leggere 27 Drabble, 1 Natale: 4

27 Drabble, 1 Natale: 3

Le drabble sono storielle di 100 parole sul Natale. Auguri, intanto! Aria di festa! Famiglia Il Natale si passa in famiglia. Lo sa Giarnaldo, che sta facendo le corse per prendere l'uomo aereo low cost, e lo sa Fabrizia, il contorno che ti vizia, che invece è rimasta a casa da sempre per preparare le … Continua a leggere 27 Drabble, 1 Natale: 3

27 Drabble, 1 Natale: 2

Le drabble sono storielle di 100 parole sul Natale. Auguri, intanto! Aria di festa! Settimana bianca "Non so se lo sai, ma essere degli sci al giorno d'oggi non si tratta solo di fare sciò con le mani, ma uno show che dura tutto il pendio" In effetti, se non si vantano le tavole da … Continua a leggere 27 Drabble, 1 Natale: 2

27 Drabble, 1 Natale: 1

Le drabble sono storielle di 100 parole sul Natale. Auguri, intanto! Aria di festa! Regalo "Credo di averti fatto un regalo"Crede. Non si è mai sicuri di niente, oggigiorno."Be'? Che regalo mi avresti fatto?""E te lo dico ora? Aspettiamo il ventiquattro sera, o no?"In effetti, è vero. Allora passo tutte queste settimane a contare i … Continua a leggere 27 Drabble, 1 Natale: 1

I cieli di Alkabeth/29

State per leggere un racconto fantasy, il quarto di questo blog. Spero vi piaccia! Danya, che conosceva la storia, si sentì depredata di qualcosa che voleva narrare loro, ma pensò che fosse meglio che fosse un uomo a raccontarla agli uomini. Sia perché era così che i Draghi avrebbero voluto, in modo che tra simili … Continua a leggere I cieli di Alkabeth/29

Al negozio.

Persona x entra in un negozio e vuole comprare un oggetto che però vende un altro negozio, concorrente. Il negoziante risponde che non lo vendono e X si arrabbia, pensando che lo stiano prendendo in giro. "Salve, buongiorno" Non male, avere come primo cliente della giornata un bambino. "Salve" rispondo, sfoderando il mio sorriso migliore. … Continua a leggere Al negozio.

Giornale

Parti da un giornaleScrivi una storia partendo dal titolo di un giornale (senza leggere l’articolo) I fossili rivelano l'esistenza di giganteschi vermi predatori Buongiorno, sono un verme predatore e questa è la mia storia. Per una volta che sono andato a bollire le mie prede, sono diventato un fossile. Ma andiamo con ordine. Il tutto … Continua a leggere Giornale

Quando avevo 8 anni.

Quando avevi 8 anniScrivi una lettera a te bambino. Difficoltà, paura, aspettative, consigli… Caro Andrea, so che ti sembrerà strano leggere queste parole, ma io sono te. Sono te in un futuro che ti sembra lontanissimo, ma che ti posso assicurare che è passato in men che non si dica. E so che conosci tutte … Continua a leggere Quando avevo 8 anni.

Palabras aleatorias/4

Scrivi una roba utilizzando le seguenti dieci parole: Parrucchiere, Frattura, Dimenticando, Libri, Marmellata, Rifiutare, Marito, Frittura, Azioni, Ritmo. Dal parrucchiere. "Adalgisa, che si dice da quell'opuscolo?" chiede Maria Vittoria. Entrambe sono sedute sotto un enorme casco infinito, e come al solito, si parlava del per e del diviso. "Pare che Mariangela Vippetta ha lasciato il … Continua a leggere Palabras aleatorias/4

Palabras aleatorias/3

Scrivi una roba con le seguenti dieci parole: Cintura, Abbagliare, Judo, Salute, Deserto, Buco, Porcellana, Claustrofobia, Australia, Fuori. "... e finalmente abbiamo un vincitore!" Applausi sparsi. Il tizio ha finalmente vinto la finalissima di judo, in modo tale che io e i miei amici possiamo tornarcene a casa. Credo di essermi addormentato tre o quattro … Continua a leggere Palabras aleatorias/3

I cieli di Alkabeth/28

State per leggere un racconto fantasy, il quarto di questo blog. Spero vi piaccia! Cavalcare in mezzo alla foresta poteva essere complicato, e scese la sera. Come ci si poteva aspettare da quella zona brulla e aspra, furono attaccati da una manciata di Succhiatori.    Dieci, quindici, tutti insieme, urlarono e cominciarono ad allargare le braccia … Continua a leggere I cieli di Alkabeth/28

Palabras aleatorias/1

Scrivi una storia con le seguenti dieci parole: Bobina, Piano, Prendere, Vincitore, Rondine, Bestiame, Infermiera, Annegare, Tosse, Sommario "Che brutta tosse" fece notare Gianserio, che stava provando insieme a loro. Gianfilippo e Gianmario guardarono il tastierista, che si chiamava Massimiliano. "Ci vorrebbe uno sciroppo, eh?" chiese Gianserio. Massimiliano rispose con altri colpi di tosse. "È … Continua a leggere Palabras aleatorias/1

Sostituisci, sostituisci tutto

SostituzioneRiscrivi la seguente frase sostituendo la definizione di ciascuna parolaLucia si era recata nella farmacia all’angolo in quanto aveva mal di testa.[Es. “Carlo guidava la macchina” diventa: Carlo conduceva il veicolo a quattro ruote con motore a scoppio] Lucia era la figlia del salumiere. Andava molto fiera di suo padre, infatti andava in fiera anche insieme … Continua a leggere Sostituisci, sostituisci tutto

Lipogramma?

LipogrammaScrivi la descrizione di tua cugina in non più di 54 parole senza usare le lettere C -N- O Quello che state per leggere è un minuscolo esercizio di scrittura creativa. Nel frattempo che inizia, però, volevo precisare due cose. Innanzitutto, non è vero che non si sala la pasta prima di buttarla nella pentola. … Continua a leggere Lipogramma?

Prigione.

"Ce l'ho fatta"D. Etersivo, fiatoni, poté finalmente guardare quelle solide pareti dalla parte giusta, per lui. Non per la giustizia."Adesso devo scappare" si disse da solo, come se non lo sapesse. "No, perché altrimenti i secondini mi catturerebbero facilmente, e non voglio"In effetti, quarta parete a parte, c'era un fascio di luce a forma di … Continua a leggere Prigione.

I cieli di Alkabeth/27

State per leggere un racconto fantasy, il quarto di questo blog. Spero vi piaccia! Danya e i suoi compagni galopparono. A miglia di distanza, tre donne-Corvo salirono una lunga scalinata, si fecero annunciare, furono aperti due grandi portoni e vennero condotte all'interno di una sala piena di torce e quadri. Una statua di marmo era posta al suo centro, raffigurante un personaggio dall'aria possente.   … Continua a leggere I cieli di Alkabeth/27

La principessa non salvata.

C’era una volta Astoria, una principessa. Il regno di Borgozia, detto anche "il Paese delle ortiche" in quel periodo era prospero, e la nascita di Astoria era un’occasione felice per festeggiare. Cresciuta senza troppi patemi, aveva però bisogno di un principe. “Papà!” esclamò a un certo punto, poco dopo aver compiuto sedici anni. “Ho bisogno … Continua a leggere La principessa non salvata.

L’avvento della magia.

“Ecco. Ce l’avete fatta, mio signore” “Grazie, Roger” Il mio servitore ribadisce l’ovvio. Non importa, può permetterselo. Con uno sforzo, esco dalla vasca nel quale mi ero immerso per poter completare l’incantesimo che mi ha reso invincibile. Sin da bambino ricordo che volevo usare la magia, ma nessuno me la insegnava. Anzi, era proprio un … Continua a leggere L’avvento della magia.

L’invasione delle farfalle.

“Aiuto! Ma queste farfalle che vogliono da me?” “Betty” mi dice mia zia. “Hai del miele scaduto in mano” “Ah.” Okay, detta così non ha senso, quindi mi conviene partire dall’inizio. Erano circa le cinque del pomeriggio quando a un certo punto mi è venuta fame. A me viene sempre fame, a qualsiasi ora del … Continua a leggere L’invasione delle farfalle.

Nel deserto

Anf… anf… L’ansimare di Patrick si perdeva nell’immensità del Sahara. In realtà, non capiva nemmeno lui come fosse finito in quella situazione. Sapeva solo che fino a poche ore prima era tranquillo, con la sua famiglia, poi una violenta tempesta di sabbia aveva cancellato i suoi ricordi, sporcandolo da capo a piedi e consumandolo dentro … Continua a leggere Nel deserto

Murder City

Murder City, 21st Century Breakdown, Green Day 2009 Quanta amarezza. È già la terza volta che mi buttano fuori dal lavoro. Eppure non ho mai urlato contro nessuno, però la raccomandazione anche in questi casi è più forte della diligenza. E ora bisogna ricominciare daccapo. Squilla il telefono, subito dopo aver sospirato per scaricare la … Continua a leggere Murder City

Battaglia.

La battaglia era finita. Polvere, sudore e sangue lungo tutto il campo.I superstiti se ne andavano. Nessuno aveva vinto. Alcuni cercavano di dare il colpo di grazia, pietosi, a coloro i quali stavano soffrendo davvero."Che inutile serata" commentò uno dei generali. Era rimasto intonso, l'armatura scintillante, foriero di una bandiera immacolata. Si sentì il più … Continua a leggere Battaglia.

I cieli di Alkabeth/26

State per leggere un racconto fantasy, il quarto di questo blog. Spero vi piaccia! La notte era giunta al suo apice. Sette persone, tre uomini e quattro donne, dormivano placidamente, per quanto fosse comoda la caverna che avevano scelto per la notte. A un certo punto, una goccia umida cadde dal soffitto, e cadde sulla … Continua a leggere I cieli di Alkabeth/26

Giornata a scuola.

È un mercoledì come tanti altri, in quella classe. Tanti bambini stanno seduti fissando curiosi la maestra, che, vivace, ha deciso che fosse il momento di proporre la fatidica domanda che si fa a tutti i ragazzini di quell’età. “Allora, ragazzi! Oggi voglio chiedervi cosa volete fare da grandi, ma non lo scriverete sottoforma di … Continua a leggere Giornata a scuola.

Dark Obsession.

Credits: Dark Obsession dei Freedom Call, per inciso la numero 7 dell'album Legend Of The Shadowking, 2010 SPV Records My secret dreamworld, it falls apart A silent sorrow gets hold, is touching my heart  Quel ragazzo… Perché mi ha respinta? Eppure tutti mi corteggiano, tutti sono schiavi del mio potere, tutti mi desiderano. Tu invece sembri … Continua a leggere Dark Obsession.

Whatsername

Credits: Whatsername dei Green Day, la numero 13 di American Idiot, 2004 Reprise Records Thought I ran into you down on the street Then it turned out to only be a dream  Sapevo che sarebbe finita. Sono stati due anni di passione pura. Due anni a rintracciarti, a corteggiarti, a inseguirti. I made a point to … Continua a leggere Whatsername

Ricomponi la mia vita.

Accidenti, ancora una volta ho dimenticato l’ombrello e diluvia! Vedo di cercare un riparo, altrimenti qui finisce male, sono uscito da poco dall’influenza e quindi non vorrei passare altri due giorni a letto, altrimenti chi lo sente il capo? Sono in un parco in questo momento, e una ragazza attira la mia attenzione. Mentre corro … Continua a leggere Ricomponi la mia vita.

Piastrella

C'era una volta una piastrella, la quale il giovedì soffriva perché il colore marrone non riusciva mai a captare il segnale dal satellite. "Brutto colore che non sei altro! Dov'è il mio programma preferito?" Il marrone, che si era appena riscosso da una profonda fantasticheria rispose "Qual è il tuo programma preferito?" La piastrella ci … Continua a leggere Piastrella

Ansia

"Adesso vi racconterò la favola più lenta del mondo. Volete sentirla?" chiese il nonno ai nipoti. Ci fu un mormorio di assenso. Ai bambini, se si diceva in quel periodo la parola magica "Più del mondo", aveva la curiosità e l'attenzione, così si misero in trincea attorno al vecchio che ridacchiò e cominciò a raccontare."C'era … Continua a leggere Ansia

I cieli di Alkabeth/25

State per leggere un racconto fantasy, il quarto di questo blog. Spero vi piaccia! Nel frattempo, a miglia di distanza, il Fiore d'Inverno stava prendendo un tè con il suo futuro sposo, lord Ardàlion. Era dunque pomeriggio, e bisognava decidere il numero degli invitati.   "Deve essere una festa nazionale" cominciò col dire Ardàlion. "I miei … Continua a leggere I cieli di Alkabeth/25

Blu

Le bolle si possono creare in molti modi. Soffiando dentro un cerchio di plastica, o sfregando per bene i piatti con del detersivo dall'aria nuova al limone. Stava di fatto che le bolle, erano mille ed erano blu.Al che, Blubaldi alzò la scimitarra. Erano a Marsablu, quel giorno."Adesso che abbiamo sbarcato, ricordiamoci perché siamo qui" … Continua a leggere Blu

Esperimento.

Il dottor Franken era lì che sistemava, manipolava, giocava con i pulsanti, le provette, i becher e quant'altro. La signorina Gustava stava a osservarlo, completamente perduta e asservita al suo fascino.Nascosta dietro lo stipite, poteva osservare solo le spalle coperte dal camice bianco, che venivano continuamente stimolate perché il professore era uno che si muoveva … Continua a leggere Esperimento.

Pianeta.

Che bel posto era, quel pianeta! Terra, si chiamava. Peccato che l'abbia mangiato."Sì, infatti"Ci tenevi, Pancrazio?Pancrazio è uno di questi asteroidi che concorrono ogni anno solare per distruggere uno o più pianeti."Adesso mi devi dire come possiamo proseguire le nostre gare"Ah, beh. Ci pensavate prima. Io, in quanto buco nero, posso ben mangiare le galassie … Continua a leggere Pianeta.

Sentimento.

"Sai cosa diceva Filippo?" chiese Paolo a quell'altro di cui non ricordo il nome. Quest'ultimo sollevò il suo sguardo da quello che stava scrivendo e domandò "Cosa diceva, quella buonanima di Filippo?""Eh, che esagerazione! Si è solo trasferito, mica è morto! Diceva che per una buona pesca bisogna che la si sbucci, altrimenti non viene … Continua a leggere Sentimento.

Orgoglio.

Essere orgogliosi di qualcuno è bello. Essere orgogliosi di se stessi è positivo. Essere orgogliosi fa schifo.Salve. Mi chiamo Iena e abito nella savana. Il fatto è che mi sono capitate, in tre giorni, tutte e tre le cose.Il primo giorno, ovvero due giorni fa, il mio amico sciacallo ha preso un'asta, l'ha poggiata per … Continua a leggere Orgoglio.

Viola.

"E così mi stai informando che…""Sì, padre. Ogni dì all'ora nona"Leonardo osservò con disgusto la sporca via che si stendeva sotto di lui. Sospirò."D'accordo, figlia mia. Nessuno ti turberà più. Ho già un piano"Nel frattempo che Viola lavorava a maglia, alacremente, come piaceva a lei, il sole si levava e cominciava a declinare. L'ora nona … Continua a leggere Viola.

I cieli di Alkabeth/24

State per leggere un racconto fantasy, il quarto di questo blog. Spero vi piaccia! "Ecco ripagata la tua magnanimità, Prudence!" esclamò seccata Temperanza. "Lo hai perdonato ed ecco cosa succede"  "Non puoi truccare i dadi ancora una volta, Danya?" chiese disperato Benjamin, ma fu Frederick a dirgli. "Non ho bisogno di trucchi, grazie. Voglio un … Continua a leggere I cieli di Alkabeth/24

Delirio.

Messa in piega. Non avrebbe mai dovuto chiamarsi così."AAAAAH!" cade uno scimpanzè dal tetto. Quale angustia!Pierre urla e strepita. la signora Fronzoli era venuta lì solo per farsi i capelli, non per guardare gli scimpanzè sbadigliare e giocare con le noccioline. Dopotutto, che ci faceva lì sin dall'inizio?Bussano alla porta. Non aprire, ché c'è l'aria … Continua a leggere Delirio.

Notturno.

Mi sfrego le mani e cerco di farmi caldo alitando. Ma quanto ci mette?Certo, anche io però me le vado a cercare. Perché mettermi sotto la pensilina dell'autobus?A un certo punto, arriva. La macchina, intendo. Dallo sportello viene fuori John, il quale mi guarda apprensivo."Quindi ti sei messo qui" dice."Ce l'hai?" chiedo. Lui non risponde."Non … Continua a leggere Notturno.

Asfissiante.

"… E concludiamo il nostro talk show con un ospite d'eccezione. Salve, gas""Salve, salve a tutti""Credi che sia il caso di farti vedere sottoforma di corpo?""No, non credo. La mia storia è solamente fatta di stato liquido, stato solido e terzo stato""Sai, vero, che il terzo stato non ti riguarda?"Il gas diventa asfissiante. Il presentatore … Continua a leggere Asfissiante.

Dirupo.

"Hai mai fatto uno yodl?"La domanda dello stambecco poteva risultare quantomai imbarazzante per un uomo, ma io ci sono abituato. Sospiro, e lascio cadere un po' di pietrisco."No, non l'ho mai fatto" ammetto. Lo stambecco ridacchia."Be', sai, quello che hai fatto non lo è affatto!""Lo so, ma è l'unica cosa che sono capace di produrre. … Continua a leggere Dirupo.

Incantesimo.

Il trono di Hackfield era davvero enorme, simbolo di un retaggio di millenni, in cui, uno dopo l'altro, tutti i membri di quella casa si erano dati il cambio nel gestire l'impero.E ora, lui, il Cavaliere della Rosa sanguinante, stava lì, in ginocchio, a supplicare la grazia."Che ne penso, mi chiedi. Cosa avrebbe fatto, Mary, … Continua a leggere Incantesimo.

I cieli di Alkabeth/23

State per leggere un racconto fantasy, il quarto di questo blog. Spero vi piaccia! Il sole si levò in fretta. Lentamente, le giornata cominciavano ad allungarsi e temporali come quello avvenuto sarebbero comparsi solo molti mesi dopo.   Sei cavalli erano stati preparati con dovizia su ordine del Granduca, il quale volle salutarli un'ultima volta e, per farlo, … Continua a leggere I cieli di Alkabeth/23

A moment of silence.

“Secondo te ci sarà un nuovo rinascimento?” chiede Carl. Come al solito, arriva e piomba coi suoi commenti senza senso. Voglio dire, perché sta interrompendo il momento idilliaco?“Tutto inizia ora, niente è nato ancora” afferma ancora Carl. “Quindi possiamo dimenticare ciò che è stato e rifare tutto daccapo. Ti immagini il ritorno dell’Impero Romano? Cesare … Continua a leggere A moment of silence.