Le tre del pomeriggio.

Photo by Miguel u00c1. Padriu00f1u00e1n on Pexels.com Succedono così tante cose alle tre del pomeriggio che potrei stare qui a raccontarle tutte e riempire i miei pensieri così. Invece, c'è un fatto di cui voglio parlare, accaduto proprio alle tre del pomeriggio. C'è un colle, vicino Gerusalemme. All'incirca nel 30 dopo Cristo era occupato dai … Continua a leggere Le tre del pomeriggio.

Feroce

Lo vedo dagli occhi. Profondi, socchiusi, accompagnati da un ghigno malefico che non sa quel che sta per fare. Inutili le mie urla. Lo sento sulla pelle. Sudori freddi, nient'altro, e le braccia che si divincolano ma ormai sconfitte. Lo respiro. Su e giù, il torace che ritmicamente mi consegna l'ossigeno di cui ho sempre … Continua a leggere Feroce

La casa.

Secondo appuntamento dei nove esercizi consigliati da Frostales. Buona lettura! Esercizio N° 2 Esercizio di descrizione “Ti svegli in una casa mai vista. Intorno a te tutto sembra cadere a pezzi, tranne una foto in una cornice tirata a lucido. Nella foto è ritratta una famiglia felice. Descrivi la fotografia.” Questo esercizio, incentrato sulla descrizione, … Continua a leggere La casa.

Stacy e un potere imbarazzante.

“C’era una ragazza che, accendendosi una sigaretta, stava osservando distratta dei bambini fuori che giocavano. Aveva dei pensieri in testa, pensieri che la agitavano” “Tirò. Aspirò. Un pensiero, poi un altro. Schiamazzi. Come sono maleducati, questi ragazzi! E dire che domani avrebbe avuto un esame. Ecco cosa la tormentava. Gente che le parla, e ogni … Continua a leggere Stacy e un potere imbarazzante.

Sul tradimento.

Partecipante al Drabble Day col tema: Tradimento Quando perdi una persona poi ne rivaluti l'importanza. Sto qui a guardare il mare senza sapere più cosa fare, cosa dire. A guardarmi le mani e a pensare a quel che ho fatto. Il mare è anche mosso. Come se fosse arrabbiato, ferito, deluso. E anche io lo … Continua a leggere Sul tradimento.

Settimana strappalacrime/3

"Guarda quanto riesco ad alzarmi!"  L'altalena mi dava una brevissima sensazione di libertà. Tu ridevi.  Avevamo cinque anni. Ci conosciamo da allora. Ne abbiamo passate tante, insieme, a scacciare la reciproca solitudine. Siamo stati sempre qua, tutti e due, a confrontarci, e poi, senza che nessuno fosse mai venuto ad avvisarci, è successo. È bastata … Continua a leggere Settimana strappalacrime/3

Condivisione: l’Ultima Fiaba.

"L'Ultima Fiaba" è stata una bella scoperta. Non solo perché parla di atmosfere che ho sempre amato (il fantasy è sempre fantasy, anche se dark) ma soprattutto per il modo in cui sono venuto a sapere del libro, ovvero semplicemente  la richiesta di questo stesso spazio! Fantastico, no? Pertanto, sono ben felice di ospitare questo … Continua a leggere Condivisione: l’Ultima Fiaba.

Casa Hocus.

Ogni mattina passo con la bicicletta di fronte alla villa.   Ogni anno che passa diventa sempre più lercia, i rampicanti continuano a coprire i muri e la facciata, che mi dicono fosse molto colorata, ormai è quasi sbiadita.   Villa Hocus, così si chiama, anche se ormai la H si è staccata da tempo, … Continua a leggere Casa Hocus.

Il guardiano del faro.

Il mare si infrangeva contro gli scogli. Spume bianche andavano a coprire le rocce più vicine, che fungevano da base a un alto strapiombo, dove in cima era stato posizionato un faro, ormai coperto di edera e altri rampicanti. In quel posto c'era sempre o quasi sempre un sereno variabile, ma chiunque andava a vedere … Continua a leggere Il guardiano del faro.

Anno Astrale 2856/4

Negli episodi precedenti, abbiamo riso, pianto, combattuto. Adesso, il gran finale! “Augh” salutò lei. Il grande capo era seduto su una poltrona di pelle, mentre era attorniato da quella che sembrava la grande corte. Donne, soldati e qualche animale completavano il quadretto. In un angolo, un uomo fumava una pipa, che era la principale colpevole … Continua a leggere Anno Astrale 2856/4

Anno Astrale 2856

Questa è una storia ambientata nel Far West futuristico. Un esperimento se vogliamo, che poi era da tempo che volevo scrivere una storia con pistoleri e polvere sulla strada.   Anno astrale 2856. Il vento soffiava da Ovest, portando con sé un enorme quantitativo di polvere. Era mezzogiorno, a Bear Moon River, ma tutto era … Continua a leggere Anno Astrale 2856

Il sale e il sangue/02

Capitolo 2 Il vento soffiava forte. La nave oscillava a destra e a sinistra, rischiando di ribaltarsi. “Tenete duro!  Tenete duro!” gridava qualcuno dal ponte, ma lui… lui fissava gli occhi verdi di Jane, impauriti e imploranti aiuto. E poi scivolò sul pavimento scivoloso. “Afferra la mano, forza!” gridò lui, col cuore in gola. Non … Continua a leggere Il sale e il sangue/02

Test: che fiocco di neve sei?

E soprattutto, sei un fiocco di neve? Vediamo adesso, subito, dal momento che sta nevicando. Ti vedi bianco come il latte? a) No, rosso come il papavero b) No, viola come le viole c) No, blu come i puffi 2. Ascolti le playlist piuttosto che gli album? a) No, ascolto solo i citofoni b) No, … Continua a leggere Test: che fiocco di neve sei?

Primo settembre 2017.

Chissà se a Londra in questo momento l'aria è croccante come una mela, come sta scritto in quelle ultime due pagine. Chissà se oggi, a King's Cross, due fratelli si rincorrono per raggiungere una colonna fra i binari nove e dieci. Chissà se il maggiore dei due gli abbia davvero detto che sarebbe potuto finire … Continua a leggere Primo settembre 2017.

Lavati i denti prima di andare a letto.

"Sei un fallito e non potrai mai cambiare" Il momento che più temo è quello che prevede la "manutenzione dei denti", come la chiamo io, prima di coricarmi. In questo momento, tutto ciò che ho fatto durante la giornata si accumula, mentre viene inframmezzato dal rumore dello spazzolino che va avanti e indietro, donando dentifricio … Continua a leggere Lavati i denti prima di andare a letto.

Fantasmi vs Vampiri!

Oggi è il 31 Ottobre, vero? E allora, il VIA ad Halloween! In un vecchio castello abbandonato, il Fantasma del posto ad un certo punto incontra una bara. Non ne aveva mai vista una, siccome il maniero non era abitato da secoli, quindi è plausibile la sua perplessità. "Ohibò!" esclama il fantasma. "E questa  bara di … Continua a leggere Fantasmi vs Vampiri!

Era un momento di relax…

Aaaah, che bella cosa stare spaparanzati sul divano a non fare nulla, a parte il solito genocidio di neuroni morti a causa del continuo zapping in televisione! Se se ne salva qualcuno, lo elimino con la mia bottiglia di birra in mano, non preoccupatevi! Il monotono movimento del pollice sul pulsante CH e il continuo … Continua a leggere Era un momento di relax…

Tutorial: indicazioni per andare a Zonzo.

Per cominciare, occorre una cartina. Eccone una abbastanza fedele e soprattutto dettagliata. Zonzo è una cittadina di Quarantadue mila abitanti. È situata nello stato di Nulla, la cui capitale è Fanculo, nel continente misterioso.  Tante volte, sarà capitato anche a voi, ci fermano nel chiedere indicazioni. Ebbene, prima o poi capiterà che qualcuno vi dica, … Continua a leggere Tutorial: indicazioni per andare a Zonzo.

Perché le valigie sono “Ventiquattrore”?

Capisco bene che in questa immagine ci sono solo 12 ore, ma fidatevi che le ventiquattrore te le garantiscono fino alle 23,59   Perché le valigie sono ventiquattro ore? È questo il tema di oggi. "Sono" oppure "durano"? "Si chiamano 24 ore perché le puoi portare tutto il giorno" Quindi anche la notte? "Soprattutto la … Continua a leggere Perché le valigie sono “Ventiquattrore”?

Stay with me, somehow.

Questa storia partecipa alla prima sfida del circolo letterario Raynor’s Hall, il cui tema scelto sono gli spettri. La canzone a destra del testo invece si intitola "In the dark", contenuta nell'album "The Days Of Grace" pubblicato dal gruppo metal finlandese Sonata Arctica nel 2009.   Dicembre I'm from where the magic is I'll give you what I … Continua a leggere Stay with me, somehow.