Posta del cuore/13

Immagine

Che bello Agosto, vero?

Mare, vacanze, divertimenti… si vede che il dolce far nulla fa nascere gli amori, vero? E allora smisto un po’ la posta del cuore. Vediamo che mi dite, voi che potete innamorarvi!

Perché, tu non puoi innamorarti?”

No, il massimo che ho attirato è stata una zanzara particolarmente seccante. Per il resto, tutte NO roboanti che hanno fatto tremare i muri.

Ma comunque.

Ciao, sono il Mare. Mi sono innamorato delle barche, ma loro sembrano non gradire la mia invadenza. Che posso fare?”

In effetti la tua invadenza inghiottisce le barche, se capisci cosa intendo. Non so, puoi provare ad accarezzare la loro chiglia senza fare loro del male, e te ne saranno grate. Invece, se provassi a entrare nei loro oblò… non credo che a loro piaccia.

Ciao Aven, sono un castello di sabbia. Voglio provare a chiedere alla paletta di uscire… secondo te accetta?”

Dipende. Se è già impegnata col secchiello, se invece ha ricevuto picche credo di sì.

“Ciao Aven, sono il cocco e sono bello. Ma perché nessuno mi compra?”

Perché essendo tu bello, tutti ti vogliono e nessuno ti prende, come si suol dire!

“Caro Aven, perché più ti sforzi di non guardare più vedi ragazze in bikini ovunque?”

Perché forse siamo in spiaggia ed è normale che sbucano fuori? Ma poi cosa c’entra con la posta del cuore?

“perché c’è una che sta leggendo e voglio chiederle cosa sta leggendo”

Beh, se hai lo sguardo dell’osservatore professionista puoi sbirciare la copertina e leggere. Spero che tu sappia leggere!

“Aven, secondo te la Panna può innamorarsi del gelato al pistacchio?”

Sei la Panna?

“No, sono un cono”

E allora cosa ti importa. La Panna ti ha chiesto una buona parola, lo so! Ma io SO che la panna è corteggiata dal biscottino e così deve andare, e il pistacchio oltretutto è impegnato col gelato gusto stracciatella!

Ecco, l’ho detto.

Posta del Cuore/12

Immagine

E ancora una volta, andiamo avanti con la posta del cuore! Ogni giorno ricevo quintali di messaggi e piano piano sto selezionando le migliori, che ripropongo a voi, che siete curiosi come un caimano durante la stagione degli amori!

“Mio caro Aven. Caro il mio Aven. Aven, caro mio. Mi sono innamorato di una tipa! Questa qui mi chiede sempre lumi su come scrive, mi chiede di correggere, di commentare con lei, e parliamo praticamente solo di questo! Come posso fare per chiederle di uscire?”

se parlate solo di quell’argomento, ti vede solo come un correttore di bozze. Al prossimo picche, caro!

“Ciao Aven, sono un Bazooka. Anzi, un Bazooka innamorato! L’altra volta ho visto un faro lampeggiare e oddio, vorrei tanto colpirlo con la mia forza esplosiva! Qualche consiglio?

Be’, direi di colpirlo con la tua forza esplosiva! Però poi non lamentarti se non ci saranno più fari lampeggiare…

“Sono un Diamante, il migliore amico delle donne. Ogni tanto mi schizzano con l’acqua, le altre pietre invidiose di me. Io però sono innamorato dell’asciutto! Che posso fare?”

Eh, gli amori osteggiati sono quelli che ci fanno sognare di più. Ma tu non demordere, che prima o poi verrà il momento in cui sarai completamente asciutto!

“Noi consonanti siamo vittime delle vocali. Tuttavia una di noi, per inciso la R, si è innamorata della U, e adesso fanno Ru Ru aq tutte le ore! Come possiamo fare per separarle?”

E perché dovreste separarle? Ru Ru è un ottimo rumore!

“Non riesco a decifrare questa diagonale”

E cosa c’entra con l’amore?

“Mi sono innamorato di questa sensazione di perplessità”

Contento te.

“Sono un Governo. Ho delle Terrazze, fuori. Ma quanto sono belle? Posso fregarmene del popolo, sono disposto a questo, per poterci parlare un giorno, e chiedere loro semplicemente com’è il mondo fuori!”

Ma… dovresti essere il primo a saperlo!

Comunque, anche per oggi è finita. See ya!

Lettera al cielo.

Lettera nata da uno degli incontri del Newbookclub, club di scrittori ideato a Palermo e che frequento con piacere.

 

Caro Cielo,

come stai? Ancora a scacchi, eh? Io tutto a posto, le grate della prigione, pur chiamandosi così, non sono grate e piuttosto si assicurano che io rimanga dentro la cella. Ma come dice il poeta: “Dentro a sta cella nun ce voglio sta’”.
Come, perché?
Che ne sai tu, che stai sospeso, di noi e del nostro mondo limitato? E infine, o cielo, sai veramente quello che succede qui? No? Te lo racconto, allora.
Ci si alza presto, c’è la mensa, si fa tutto quel che si deve fare, per tutti un’ora d’aria e insomma, più in generale si sottosta a dei regolamenti precisi, cose che tu, cielo, non riuscirai mai a comprendere. Il massimo del tuo limite sono certe nubi che ti passano davanti, mentre io vedo muri da tutte le parti. Ogni giorno.
Potrai dirmi: beh, ma prima di entrare eri esattamente come me, libero e soprattutto con la testa fra le nuvole. vero. ma chi sbaglia è giusto che venga punito e adesso ti sto scrivendo questa lettera perché sono un po’ invidioso. Ogni giorno che passa ti vedo lì, azzurro, libero, sereno, mentre noi, io, gli altri detenuti e i secondini, non lo siamo e piano piano ci rendiamo conto che, in fondo, la libertà non è così scontata; al che mi chiedevo che ne pensassi tu, o cielo. E se un giorno venissero il sole e le altre stelle e ti dicessero: “No, guarda, non vogliamo più essere appese su di te. Preferiamo metterti in gattabuia!”
Come reagiresti? Non bene, vero? E a quel punto capiresti come la penso io ora, come sono io ora.
Non vedo l’ora di uscire.
Quando uscirò, ti prometto che faremo una partita a scacchi… come dici? In realtà non lo sei ed è solo un effetto ottico delle sbarre?

Posta del Cuore/11

Immagine

Benvenuti a una nuova puntata della Posta del Cuore, la posta più cuorosa che ci sia!

“C’è tipo questa ragazza, la mia compagna di banco, che non vuole mettersi con nessun compagno di classe né di scuola e cerca l’amore fuori. Come posso convincerla che sbaglia e che l’amore è molto più vicino di quanto lei creda?”

Semplice: non la convinci.

“Mio caro Aven, non so più a chi rivolgermi! Sono andato al Polo Sud per studiare da vicino la neve e il ghiaccio, e ho portato con me la penna per scrivere! Il problema è che adesso la penna non vuole più andare via! Mi cade sempre in mezzo ai ghiacci e si sbaciucchia col Polo Sud stesso! Che faccio? CHE FACCIO?”

Non sei per caso tu stesso che ti sei innamorato del Polo Sud e fai cadere la penna per incolparla?

“Ad ogni modo penso che se io infilassi una siringa dentro un versetto di un libro questi si doperebbe”

E cosa c’entra con l’amore?

“Diventa appunto un versetto d’amore, anche se prima si parlava di Gorbug il cannone Distruttore”

Uhm… okay. Andiamo avanti!

“Aven… non mi riconosci? Sono la tua bionda preferita”

Chi? Claire di Lost?

“Uhuhuhu… ma no, sciocchino! Sono la BIRRA! Agitami, e ti farò passare dieci minuti in completa allegria!”

Ma sì, dai, my only love ❤

“AIUTO AVEN MI SONO INNAMORATA DI UN MOSTRO PELOSO E DEFORME!”

Che sia Chewbecca?

“Aven, non vorrei dirlo, ma mi sa che il mio telefono si è innamorato dello 0% di batteria. Com’è possibile, infatti, che dopo appena tre giorni si scarica?”

Beato te che ci arrivi, a tre giorni!

“Aven, sono il tuo pigiama. Una volta ho visto sul tuo tavolo una boccetta di antidoto. Non è che me la faresti conoscere?”

Certo che no, così poi mi conduci all’insonnia, visto che l’antidoto su un pigiama è un antidoto al sonno!

 

Bene, e questo è tutto 😀

 

Posta del Cuore/10

Immagine

Mi mancava, la posta del cuore!

Vediamo un po’ chi mi scrive, così smisto un po’:

Caro Aven, la tipa mi ha detto Ora vediamo quando le ho chiesto potemmo uscire. Questo è successo domenica mattina. Ho aspettato tutto il giorno un suo segnale e non è arrivato. Forse ne aspettava uno mio?

Forse non ti ha cacato di striscio, caro mio.

“Caro Aven, sono appena nata, sono una fotocopia! Il sole è così bello, la luce del giorno mi riscalda tutta… se io gli chiedessi di uscire, al Giorno, secondo te cosa mi risponderebbe?”

Ti direbbe di fare una fotocopia del giorno e usciresti con quella!

“Vecchio mio! Era da un po’ che non ci si sentiva, vero? Sono un Tornado, uno dei tuoi fenomeni atmosferici favoriti! Che ne diresti se ho una cotta per un Conservante?”

Come fareste a figliare, scusa?

“Ohibò! Il Conservante conserva il Tornado e dura per sempre, no?”

Ah. Beh. Capisco. Non ci avevo pensato!

“Ciao Aven, sono una Bussola. Sai di quelle che indicano sempre il Nord, vero? Bene, siccome sono stufa del mare mi sono innamorata del deserto, che è disidratato e vorrei bagnarlo tutto col mio potere magico! Che ne dici?”

Dico che le bussole possono servire anche nel deserto, quindi perché no?

“Ciao Aven, siamo un gruppo di musicisti. Che ne dici se vogliamo a turno innamorarci della figliastra del nostro manager? Qualcuno di noi ha possibilità con lei, secondo te?”

Dipende se la figliastra in questione sia avvenente.

“Oppure… AVENENTE ihihihhii xdxd”

Okay, allora non rispondo più.

“Domanda secca, Aven: posso innamorarmi del russare? Di quello che mi dà questo rumore? Del suo moto roboante e potente,. mentre io sono così gelida e senza sentimenti?”

Tua Alaska

Beh, non pensavo che le Nazioni potessero innamorarsi. Anche se per un bel pezzo ho sperato che Germania Ovest e Germania Est si mettessero insieme, cosa che poi è successa.

 

Bene, e questo è tutto per oggi!

Posta del cuore/9

Immagine

Vediamo un po’ di cominciare il primo sabato dell’anno andando a spulciare tutte le paturnie d’amore che avete!

“Ciao Aven! Sono la lavastoviglie e mi sono innamorata della tua tazza di Pac Man . Posso vedere se…”

NO! MAI!

“Ciao Aven sono single da una vita e vorrei fidanzarmi con una. Sono stufo di aspettare. Che ne pensi?”

L’attesa dell’amore è essa stessa l’amore.

“Siamo le redini. Ci siamo innamorate così tante del nostro cavallo che stiamo  cercando una saldatura disposta a unire il nostro amore. Che possiamo fare?”

Ma il cavallo è d’accordo?

“Aven, ho un problema. Sto provando dei sentimenti per il periodo del Terrore, quello in cui i francesi ammazzavano ghigliottinano le persone! Oddio, ogni volta che se ne parla mi viene una cosa! Ti prego, fammi tornare indietro nel tempo!”

Mmmh… il problema è che non possiedo una macchina del tempo. Chiediamo alla Francia se può replicare il periodo?

“Ciao Aven, sono una ricercatrice storica. Durante i miei studi ho litigato con l’acqua e adesso sono disidratata. Come faccio a riappacificarmi?”

Dì all’acqua che ai tempi del diluvio universale ci teneva tanto a idratare il mondo.

“Aven, ho un problema. Mi sono innamorato della mia sorellastra! Oh no come faccio? Il problema è che lei RICAMBIA e adesso abbiamo il primo appuntamento! Che faccio? CHE FACCIOH”

Non hai mai visto il documentario I Cesaroni? Lì si spiega perfettamente come vivere una relazione di questo tipo. Certo, un po’ male, ma vedrai che belle soddisfazioni ti porta (?)

“Aven, sono uno scultore. Ho voluto scolpire un gobbo per riprodurre fisicamente le difficoltà della vita ma… adesso mi sono innamorato di questa gobba di pietra!”

Mettitela sulla schiena, vedrai che è molto salutare!

“Mio caro Aven, sono il tuo soprabito. perché non installi su di me un’aria condizionata che ti tenga caldo in questi giorni invernali? Eh?”

No, tu vuoi solo corteggiare l’aria calda.

E con questo abbiamo finito! Non dimenticate di riempirmi di commenti sulle vostre paturnie d’amore!

La posta del cuore/8

Immagine

Ed eccoci al consueto appuntamento della Posta del Cuore!

Non perdiamo tempo e lasciamoci invadere dalle centinaia di lettere che ogni settimana mi invadono la posta, tutte richiedenti aiuto per i loro problemi di cuore:

“Ciao Aven, sono un’albicocca. Lo so che sono fuori stagione, ma d’altra parte mi sono innamorata di una trota. Che posso farci, mi piace come mi guarda!”

Mh, situazione strana. Chissà se le hai chiesto di uscire, la lettera non lo dice. Ad ogni modo, immagino che basti aspettare la stagione!

“Aven, mi è appena capitata una cosa stranissima! Io, Violino, penso di avere le farfalle nello stomaco per un san Bernando! Oddio, voglio comporgli una serenata, ma non so se poi la gradirà, quello abbaia e basta! Come posso capire che anche lui ricambia i miei sentimenti?”

Beh, i san Bernando sono cani utilissimi sulle montagne: perché non provi a fare uno yodel  violino version?

“Ciao Aven. Sono un Prologo, e mi sono innamorato, ricambiato, dell’Epilogo. Tutto a posto, dirai tu, il problema è che c’è il capitolo 16 che rompe le scatole all’Epilogo! Gli canta le serenate, gli manda i bigliettini profumati, e io mi sto ingelosendo! Che devo fare per fargli capire che deve stare in mezzo alla storia? EH? DIMMELO!

Situazione di difficile interpretazione, questa. Il capitolo 16 è un capitolo romantico?

“No, c’è morte e distruzione”

Allora fai così: il capitolo 16 ha diritto di corteggiare chi vuole, perché è un capitolo bellerrimo.

“Ciao, Aven: sono la connessione Internet e mi sono innamorata del dolce far niente. Sai, è molto bello disconnettersi e farti impazzire. Mi sa che mi disconnetterò non appena premerai “Pianificazioni” su WordPress”

Non te lo permetterò, maliarda!

Ciao Aven, sono il Blu e mi sono innamorato del rosso. Secondo te che colore diventiamo se dovessimo… unirci… mmmm…

MA NON LO SO, FORSE IL VIOLA?

“Ma sei un mago! Come hai indovinato il nostro possibile nome di nostra figlia femmina?”

E per oggi è tutto.

La posta del cuore/7, credo

Immagine

Ritorna la rubrica più amata dagli amanti!

Siamo a dicembre, è tempo di regali, ma voi come ve la passate nei rapporti interpersonali?

Ahimè, io purtroppo (o per fortuna) non l’ho ancora trovata, Lùthien la Bella, che canta fra i boschi e quindi nel frattempo ammazzo il tempo rispondendo alle vostre turbe amorose.

“Ciao Aven, sono un Polpo. Ieri sera c’era la luna nel cielo e ODDIO ma cos’era? Così… tonda, e senza colore. Voglio sposarla! Tu sai come fare?”

Semplice. Falle vedere che i polpi hanno otto tentacoli e sarà tua! La Luna adora essere toccata molteplici volte, sicuramente! pensa che Armstrong l’ha toccata col piede e lei le è piaciuto così tanto che l’impronta è ancora lì dal ’69!

“Aven sei ben conscio che l’allunaggio USA non è mai avvenuto, vero?”

Scusate. Per un attimo le scie chimiche mi hanno annebbiato il cervello.

“Ho inviato un attacco di fame al rospo. Magari mi beve. Tu che ne dici?”

Kaffeee85

I rospi non diventano principi, mio caro caffè. E poi cosa c’entra la fame col caffè?

“Mio caro Aven, ho deciso di sacrificare il mio avambraccio e così diventare mancino per amore di una trota. Tu che ne pensi?”

Immagino che sarebbe bastato pescarla per sbaciucchiarla, no?

“E va beh ma sarebbe necrofilia poi”

Hai ragione, perché baciare una trota soffocante  non è già abbastanza.

“Ciao Aven, sono un muratore. È la prima volta che ti scrivo, ma vorrei diventare alpinista perché mi sono innamorato delle Alpi. Tu sai con quale frase posso acchiapparle e farle uscire?

Ma con gran pena le reca giù. Dì questo alle Alpi e hai fatto!

“Ciao Aven, sono una nota disciplinare. Mi sono innamorata del registro, quindi vado sempre a sporcarla… e a lei piace… mmmmhhh…”

Be’, qui non c’è bisogno del mio intervento…

Un momento, ma non si era parlato di rapporti interprsonali? Qui non ce n’è stato nemmeno uno che mi ha detto come va con la sua fidanzata!

“Ma se neanche tu ce l’hai”

Hai ragione, caro.

Hai ragione.

 

 

La posta del cuore/6

Immagine

Questa rubrica sta prendendo campo, il che vorrà dire che anche il mio telefono sarà rovente.

Capito, no? Campo, telefono…

Okay, no.

Comunque, vediamo un po’ chi mi cerca!

“Aven hai aperto questa rubrica ma so per certo che non hai mai avuto nessuna storia con nessuna ragazza. Dove sta quindi la tua decantata esperienza?”

Silenzio! Utilizzo la tecnica del “sentito dire”!

“Aven come posso approcciarmi a quella biondina seduta al bar? Eh?”

Be’, puoi sempre dirle che i suoi occhi sono due perle e roba del genere.

“No Aven, io intendevo la birra”

Allora ordina una pinta a vedi cosa succede!

Aven, ho concluso la relazione col temperino, mi consumava troppo.

Matita

Poi però non lamentarti se la grafite non scrive più!

Caro Aven, sono la E della tua tastiera e ho dciso di non scrivr più

OH NO!

Caro Aven, possono gli elefanti avere una relazione con la loro proboscide?

Sì, se sono innamorati di loro stessi.

“Parlami d’amore, quando nasce un fiore”

Silenzio, Negramaro.

“Caro Aven, mi sono innamorato della mia pigrizia. Non voglio fare nulla tutto il giorno, e lei è così rassicurante, e…”

Sì, ho capito. Avanti un altro!

“Che ne dici di una relazione tra Vanità e Cupidigia? Ciao Aven, mi chiamo Ira e mi sto davvero incavolando! Cupidigia e Vanità se la fanno proprio sotto i miei occhi, e io non riesco a sopportarle! Quasi quasi, prendo un attizzatoio e glielo sbatto sul cranio, ad entrambe!”

Su, calma… non vedi com’è calma Temperanza?

“Certo, Ira. Io sono Temperata”

“Temperata? Vuol dir che prima non scrivevi? SEI LA MATITA DI PRIMA? AAAA IO TI BRUCIO!”

Uhm… mi sa che questa posta del cuore mi sta sfuggendo di mano.

La posta del cuore/5

Immagine

Bentornati a questa simpatica rubrica, che ogni tanto spunta e io sono pronto a rispondere a qualsivoglia domanda riguardante i sentimenti amorosi e compagnia bella.

“Caro Aven, voglio capire perché c’è scritto Your Song nella busta gialla”

Your Song è LA canzone d’amore, l’ho scelta perché è conosciuta più o meno da tutti e poi è oggettivamente bella. Diversa da Yesterday, che invece parla di un amore finito.

“Aven ho dedicato Your Song al mio tombino preferito ma lui si è aperto improvvisamente e mi ha lasciato cadere!”

sassolino della strada

Si sa che i tombini sono infidi. Quanti Iphone sono caduti!

Ciao Aven, sono la Sala Operatoria. Ho deciso di scriverti perché è da un po’ di mesi che, guardando fuori dalla finestra, vedo una fabbrica. Sai di quelle all’antica, belle robuste e con la ciminiera che sbuffa fumo? Mamma mia, quanto è sporca, volgare e bellissima!” Aiuto mi sono innamorata, al punto che i chirurghi non possono più lavorare senza che  io dica loro qualche frase volgare e una volta hanno amputato il piede sbagliato! Che faccio, Aven?

Dimmi in quale ospedale ti trovi che lo evito accuratamente.

Ciao Aven, sono il Vino Rosso invecchiato 14 anni. Ebbene voglio dirti che mi sono innamorato del vino bianco! Sai se esiste un modo per unificarci in sacrosante nozze?

Purché non siano Nozze Rosse, verrei volentieri. Comunque, esiste il vino rosato. Ci somiglia?

“Aven! Sono un magazzino di merci. Ogni giorno ricevo merci di tutti i tipi, sono messo vicino al porto. Il fatto è che purtroppo (cioè non purtroppo, per fortuna) ho incontrato un sottomarino bellissimo. Esce quel suo periscopio e osserva tutto, e a un certo punto mi sono sentito pure osservato! Cioè, mi ha guardato! Oddio, come posso approcciarmi?”

L’ideale sarebbe che il sottomarino venisse immagazzinato dentro di te. C’è questa possibilità?

“No, come ti ho detto ospito solo merci”

Allora mi sa che dovrai accontentarti dell’amore platonico.

 

Bene, e per oggi concludo! Ricordo sempre che potete benissimo scrivermi e io risponderò a tutti i vostri quesiti amorosi, tutti!