Giornale

Parti da un giornaleScrivi una storia partendo dal titolo di un giornale (senza leggere l’articolo) I fossili rivelano l'esistenza di giganteschi vermi predatori Buongiorno, sono un verme predatore e questa è la mia storia. Per una volta che sono andato a bollire le mie prede, sono diventato un fossile. Ma andiamo con ordine. Il tutto … Continua a leggere Giornale

Pubblicità

Palabras aleatorias/3

Scrivi una roba con le seguenti dieci parole: Cintura, Abbagliare, Judo, Salute, Deserto, Buco, Porcellana, Claustrofobia, Australia, Fuori. "... e finalmente abbiamo un vincitore!" Applausi sparsi. Il tizio ha finalmente vinto la finalissima di judo, in modo tale che io e i miei amici possiamo tornarcene a casa. Credo di essermi addormentato tre o quattro … Continua a leggere Palabras aleatorias/3

Lipogramma?

LipogrammaScrivi la descrizione di tua cugina in non più di 54 parole senza usare le lettere C -N- O Quello che state per leggere è un minuscolo esercizio di scrittura creativa. Nel frattempo che inizia, però, volevo precisare due cose. Innanzitutto, non è vero che non si sala la pasta prima di buttarla nella pentola. … Continua a leggere Lipogramma?

Le avventure delle nuvole/52

52 Le nuvole e il cielo serenoEra il momento, per Georgino, di atterrare.“Bene, anche per oggi posso andare a riposare” disse. Il cielo andava gradualmente a rasserenarsi.“Certo che è strano” commentò. “Per tutto il viaggio ho avuto a che fare con : Cirri, Cirrocumuli, Cirrostrati, Altocumuli, Altostrati, Stratocumuli, Strati, Nembostrati, Cumuli e Cumulonembi e proprio adesso … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/52

Le avventure delle nuvole/51

51 Le nuvole nei gialliIl Nembostrato accese una sigaretta. Come sempre, quando era nervoso.Il fatto era che, avere davanti un cadavere, lo metteva a disagio.“C’è un cadavere”borbottò. L’avevo già detto prima, ma ancora lui, il commissario, non aveva proferito parola.“Commissario Nembostrato, siamo la squadra omicidi” precisò l’agente Strato. “Vediamo cadaveri tutti i giorni”“Tu, forse” disse … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/51

Le avventure delle nuvole/50

50 Le nuvole nei romanzi rosa“Non siamo che nuvole sospinte dal vento” prese a dire Karen.Cumy il Cumulonembo fu rapito da quella frase.“Quanta saggezza dalle tue parole” commentò.“Chiedo scusa” disse un Cirro. “Ma noi effettivamente ‘siamo’ nuvole sospinte dal vento”“Tu non sai quando due persone stanno flirtando, vero?” chiese Cumy. Il Cirro non si trattenne: … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/50

Le avventure delle nuvole/49

49 Le nuvole nei fantasyMesser Cumulonembo cavalcava a spron battuto un destriero di nome Georgino, diretto come il vento versoi il castello dei Cirri.Aveva un’importante informazione da dare e non avrebbe lasciato il maniero senza averla data.Arrivò verso il castello in aria, circondato da Virghe che facevano da guardia. Queste ultime sprangarono l’ingresso.“Alt! Identificarsi!” esclamarono, … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/49

Le avventure delle nuvole/48

48 Le nuvole fanno cadere le carte“Ho un’idea”Cumy ebbe un balzo allo stomaco, quello fatto di cristalli di ghiaccio.“Karen! Sei tornata!”“Certo che sì! Il ciclo di Gocciolina è finito, quindi adesso sono tornata pimpante” disse lei. Era inutile raccontare la storia di Gocciolina a una nuvola, ché la sa a memoria. “Ti dicevo che ho … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/48

Le avventure delle nuvole/47

47 Le nuvole giocano a ping pong“Bello, no?”Non era bello, pensò lo Strato, ma lo Stratocumulo lo stava schiacciando, per cui dal suo punto di vista poteva essere anche bello. Ma non lo era.Lo Strato si chinò, prendendo la pallina di nuvola che stava fungendo da ping pong.“Dodici a uno”ricordò il punteggio lo Stratocumulo. “Annuncio … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/47

Le avventure delle nuvole/46

46 Le nuvole e il codice Morse“Rotta? Cosa si è rotta?”Il dubbio perseguitava il povero Cumy, che ancora aspettava Karen e il suo lungo percorso da Gocciolina a nuvola.“Che ti prende?” chiese uno Stratocumulo. Un po’ Strato, un po’ cumulo. Alla maionese.“Ho sentito che a Georgino, l’aereo impiccione, si è rotta una gamba” disse Cumy. … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/46

Le avventure delle nuvole/45

45 Lo zucchero filatoUna volta un uomo aveva inventato i luna park, con l’unico motivo di mandarci sua figlia tutte le domeniche. E solo perché una volta aveva visto la luna piena, da lì gli venne in mente l’idea della ruota panoramica, anche se sinceramente poteva evitare.“Di cosa stai parlando?”Oh, scusate. Non mi sono presentato. … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/45

Le avventure delle nuvole/44

44 Le avventure dei fulminiC’erano una volta i fulmini.“Dai, che ce la sbrighiamo in fretta!”No, mio caro fulmine. Tu vivrai un’avventura esattamente come la vivono le nuvole!Questo fulmine si chiamava Gianalfonso, ed era pronto a saltellare fra una nuvola e l’altra, e periodicamente cadere a terra.“Un fulmine non cade mai due volte nello stesso punto” … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/44

Le avventure delle nuvole/43

43 Come la pioggia e la neve“Sai, Cirro? Molte volte mi chiedo cosa abbiamo in comune col vapore acqueo”Era molto facile, per il Cirrostrato, parlare in quei termini. Non aveva altro che spaparanzarsi sul divano e girare in continuazione il proprio bicchiere di vino di nuvole. Era un’ottima annata.“Be’, sai” rispose il Cirro, che invece … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/43

Le avventure delle nuvole/42

42 Guida galattica per nuvole“Niente panico”Così iniziò a parlare Braburga, una Virga che faceva un tempo parte delle Nuvole, ma che poi aveva preso vita propria. Stava seduta su un trono fatto di zucchero filato, osservando compiaciuta tutta la comunità di nuvole, che invece la osservava alquanto dubbiosa.“Braburga, qual è la risposta al cielo, al … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/42

Pianto

Il pianto Arrivò. Intenso. Arrivò intenso.La lacrima, la prima lacrima, scese lenta dalla guancia."No, ehi, ci sono io"Una voce entrò nel suo campo uditivo. "Chi ha parlato?" chiese."Forse non mi sono presentata. O non a te, perlomeno. Sono la bocca. La bocca parla, se non vado errato""Cos'è, un quiz? Parla, cinque lettere" osservò la lacrima, … Continua a leggere Pianto

Caramelle

Caramelle "Bello qui, vero?"La caramella all'anice era messa in prima fila, tra quelle proposte."Beh, sono vent'anni che c'è questa sagra" rispose la caramella alla fragola "e commenti sempre allo stesso modo. Avrai un commento tuo da proporre, no? Un po' diverso, magari! Guarda la mora, ad esempio: sta lì, sulla destra, a specchiarsi"In effetti la … Continua a leggere Caramelle

Le avventure delle nuvole/41

41 Non dinosauri ma nuvoleC’era da dire che Georgino non aveva preso molto sul serio la decisione delle nuvole.“Abbiamo deciso di diventare dinosauri”. Così recitava il dispaccio a lui pervenuto. Georgino, tuttavia, sapeva che quando aveva menzionato la meteora che aveva concluso l’epopea dei dinosauri erano scomparsi tutti.“Occorre trovare una soluzione definitiva” asserì, cercando in … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/41

Cuscini

Cuscini"Di' buonanotte al tuo cuscino…"Così recita una canzone vecchia di una band californiana. Ebbene, nessuno mi ha mai augurato buonanotte, perché sono la buona notte per eccellenza. Oh, scusate, forse non mi sono presentato: sono il cuscino."No, veramente è già citato all'interno della frase che hai citato"Il letto è un po' geloso, anche se non … Continua a leggere Cuscini

Maneki Neko

Maneki Neko"Ti ricordi dell'ultima volta in cui hai portato effettivamente fortuna?"Il Maneki Neko prese a guardare ovunque tranne che dalla parte di chi gli aveva posto la domanda, ossia lo scaffale. Quando era stata?Aveva mai portato fortuna?Un brivido lungo la schiena. Del sudore dalla fronte. "Io? Ehm… palla di pelo!"Un profumo inebriante di cioccolata pervase … Continua a leggere Maneki Neko

Scarpe

Scarpe"Guarda là che lacci!"Il mocassino scosse la testa."Sembri contrariato. Che hai? O forse devo dire che non hai, visto che sei privo dei lacci!""È incredibile come scandisci bene le parole, mio caro scarpone" rispose Mochy, abbreviativo di quella calzatura che si usava al mare. "Scommetto che non hai mai provato l'ebbrezza del mare""No, non ne … Continua a leggere Scarpe

Orologio

Orologio "Sono le tredici e diciotto minuti, grazie" prese a dire la lancetta dei secondi."Non ti sei neanche nominata" fece notare la lancetta delle ore. "Mia cara Sergezia" disse Seconda, "Non è che perché non mi sia nominata io non mi tengo neanche in considerazione. È solo che sono umile, però in un posto figo … Continua a leggere Orologio

Le avventure delle nuvole/40

40 Non nuvole ma dinosauriLe nuvole decisero di comune accordo di smettere di interpretare quel ruolo. Votarono e decisero di diventare dinosauri.Fu un giorno come un altro, approfittando del fatto che non c’era nessun aereo a osservare quello che volevano fare.“Oh, abbiamo votato tutti all’unanimità!” esclamò sorpreso lo Stratocumulo. “Credevo che le nuvole fossero tutte … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/40

Carte di gioco francesi

Carte da gioco francesi C'era una volta il tre di picche. Si guardavano a vicenda, stavano tramando qualcosa pur non parlando."Che cosa possiamo fare" cominciò uno di loro "per scartavetrare i negozi?"Gli altri due non seppero rispondere, sennonché atterrò proprio in mezzo a loro un solo quadro."Oh, no, ancora?" si chiesero tutti e tre. Il … Continua a leggere Carte di gioco francesi

Orsi che sputano fuoco

Una tazza di tè era sempre un evento speciale, in modo che sia possibile parlare, camminare, nuotare e nel finale due volte i saluti. Fatelo bene. "Sono in estasi" esordì lei. "Sono un ecstasy... no magari questo no, che poi sembra brutto. Piuttosto, mi sembra una teiera, tu sai dove si trova?" C'era una tazza … Continua a leggere Orsi che sputano fuoco

Tutto il quartiere.

Lasciatemi stare, perché non ce la posso fare. Non vorrei pensare, non voglio, non posso pensare. Avete sentito questa esplosione? Si è svegliato tutto il quartiere, quello che prima non parlava, vedeva senza vedere e faceva finta di non sentire. Ma... Che cosa è successo a Paolo? Niente, stava solo citofonando per andare a trovare … Continua a leggere Tutto il quartiere.

Le avventure delle nuvole/39

39 Il vapore acqueoLo stato gassoso dell’acqua portava a creare nuvolette di fumo lungo l’aria, sia nel cielo, sia sulla terra. Ai tempi delle stufe a gas, inoltre, il rischio di confondere le nuvole normali dagli sbuffi di fumo era più che mai tangibile.“Cosa vuol dire tangibile?” chiese una nuvoletta a un Cumulonembo particolarmente arrabbiato.“Una … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/39

Oche urlanti

"Mi servirebbero delle risposte!" La valigia Luigia aveva appena acceso una torcia. Era buio nel portabagagli e, ahilei, nessuno le aveva messo dentro risposte. Bagnoschiuma, asciugamano (non dimenticate gli asciugamani), tredici spazzolini da denti, anche un cavatappi, ma risposte proprio no. "Questo è un portabagagli, dunque. Sarà divertente, dicevano. Sarà un'esperienza, dicevano. Sarà l'aurora, dicevano. … Continua a leggere Oche urlanti

Zanzare

Era notte. Tutto sembrava tranquillo, era comunque estate, piena estate, dunque era chiaro che ci si poteva imbattere in tre creature strane. Come si sa, si muovevano anche quel giorno in branco, in modo da affrontare insieme gioie e dolori del loro lavoro.Tre zanzare, circospette, avevano adocchiato una pelle ancora da testare. Sembrava intonsa, nessuno … Continua a leggere Zanzare

Tutte le volte che c’è una porta da solcare.

Là, oltre le stelle, c'è un posto dove risiedono le cose belle. È la storia di una forbice non da poco, sui cui si poteva persino scrivere. "Paradosso!" esclamò lei. "Non riesco a solcare una porta di legno!" In effetti non ci riusciva. Stava di fatto che la porta disse "Tu!" lo esclamò con trasporto. … Continua a leggere Tutte le volte che c’è una porta da solcare.

Le avventure delle nuvole/38

38 Essere una nuvola ai tempi delle stufe a gasLe stufe a gas non avevano mai visto il cielo. In realtà, non sapevano nemmeno come fosse fatto, in quanto stavano sempre dentro le case e riscaldare gli ambienti.Ma parliamo delle stufe a gas. Quelle invidiavano le nuvole perché erano bianche, simbolo di purezza.Loro no.“Siamo malvagie” … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/38

Come dimenticare le chiavi.

“Sembra un bel posto” stava dicendo Paolonga a Mercuzio, mentre quest’ultimo scendeva con la rotellina del mouse il catalogo dei villaggi vacanze. Nessuno gli diceva che così facendo  causava il mal di mare, soprattutto al suo puntatore. “Certo che lo è, ma si trova a duecento chilometri dalla città” affermò Mercuzio, il quale faceva su … Continua a leggere Come dimenticare le chiavi.

Una storia fuori controllo/16

"Tanti auguri a te… tanti auguri a te… tanti auguri, Gelsomino… tanti auguri a te!"In effetti c'era un Gelsomino piazzato proprio al centro di una tavolata. Diversi fiori erano accerchiati e stavano battendo i loro petali, come a voler fare un applauso."Che succede? Ah, aiuto, lasciatemi!"A nulla valsero le urla confuse del povero Cobra, che … Continua a leggere Una storia fuori controllo/16

Le avventure urgenti del leone/31

"Sono io. Che cosa desideri?" Il ghepardo chiamato Agilmondo si presentò da solo al cospetto di Giacomino. Era anche lui un felide, o qualcosa di simile. "Smettila di essere un leopardo. Sei un ghepardo, e tanto ti deve bastare" "Bah" rispose quello. "Puoi realmente distinguerci? E se fossi un rinoceronte? Se quelli che chiami scimpanzé … Continua a leggere Le avventure urgenti del leone/31

Le avventure delle nuvole/37

37 Guardare le nuvole in aereo“Sai una cosa?”Il Cirrocumulo interruppe il silenzio che penetrava fra le case.“Dimmi”“Ma quando gli umani ci guardano da oltre il finestrino degli aerei, non siamo un po’ come a teatro, aspettandosi loro di vedere uno spettacolo?”La domanda, doveva ammettere l’Altostrato, era legittima.“Dovremmo chiedere a Georgino. Sempre che lui abbia mai … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/37

Una storia fuori controllo/15

Messer Arcobaleno usò un arco, colpì i villici e poi liberò il Porpora."Mi hai salvato in un baleno! Hai poi una mira incredibile" commentò lui."Ma dimmi, come hai fatto a trovarmi?"Il supereroe, che vestiva di una calzamaglia fluorescente, rifletteva tutti e sette i colori, quali che fossero.Si avvicinò. Era talmente luminoso che risultava visibile la … Continua a leggere Una storia fuori controllo/15

Le avventure urgenti del leone/30

Giacomino si separò dallo Yeti ma tornò nella savana profondamente cambiato nell'animo. Trattò molto gentilmente la propria leonessa e passò molto tempo con i suoi cuccioli, anche se ce n'era uno in più. Sua moglie, interrogata sulla questione, aveva risposto che aveva risolto un problema urgente al posto suo e che quindi poteva assolutamente spiegare … Continua a leggere Le avventure urgenti del leone/30

Le avventure delle nuvole/36

36 Tutorial: camminare sulle nuvoleEhi, tu!Sì, proprio tu che leggi. Sei stanco di leggere sempre lo stesso episodio? Sei stanco in generale al punto da desiderare di dormire e vuoi immergerti in una storia interattiva? Vuoi camminare anche tu sulle nuvole perché ritieni il tutto estremamente interessante? Hai il poster dell’aereo Georgino in camera ma … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/36

Insomma/15

Jack camminò per molte ore. Cenò e fece colazione, dormì in un letto appena abbozzato e quando si svegliò ebbe diversi dolori alal schiena. Margaret si dispiacque, anche perché era comunque una casa, dunque era lei a pensare al miglior confort per il suo ospite e non riuscirci la riempiva di grasso.Molto grasso.Cominciò a colare … Continua a leggere Insomma/15

Una storia fuori controllo/14

Cobra venne portato verso destra, poi a sinistra, poi girarono a cento ottanta gradi, successivamente si resero conto di aver sbagliato strada. Chiesero, dopo un'ora, indicazioni a qualche verme e scesero giù per le scale. Operazione totalmente inutile perché poi risalirono un'altra rampa e, dopo un'altra serie di svolte, arrivarono di fronte a una porta … Continua a leggere Una storia fuori controllo/14

Le avventure urgenti del leone/29

Il viaggio fu breve, lo Yeti, così come ebbe a capire Giacomino, era uno sbrigativo e gli piaceva concludere tutto quel che faceva nel minor tempo possibile. Giunsero in breve verso il cielo. Al cospetto della grande bocca astronomica, che nessuno aveva mai visto né conosciuto. Per fortuna, avevano portato una scorta di ossigeno. "Tu … Continua a leggere Le avventure urgenti del leone/29

Le avventure delle nuvole/35

35 Sono solo nuvole, in particolare Cumulonembi L’ultima volta che ti vidi era stato il quattordici ottobre. Ormai sono passate trentacinque settimane a stento ricordo la tua forma.“Di chi stai parlando?”Oh, scusa, non mi sono presentato. Sono un Cumulo e mi piace parlare al vento. È che sono immobile da quasi un anno e nessuno … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/35

Le avventure urgenti del leone/28

"Leone!""No, mi chiamo Giacomino"Lo Yeti rifletté. C'era, giù a valle, un leone chiamato Giacomino, il quale voleva salire in cielo per farsi restituire la pioggia che avrebbe poi irrigato i terreni. Lui, invece, era solo in vacanza.Che cosa poteva fare? Sconfiggere i banani poteva essere una soluzione utile? C'erano state diverse testimonianze e forse le … Continua a leggere Le avventure urgenti del leone/28

Le avventure delle nuvole/34

34 Le nuvole che sono lenzuolaTutti quelli che abitavano il cielo sapevano che il maltempo non era poi così malvagio. Per alcune nuvole, ad esempio, era l’occasione perfetta per stendere le lenzuola.“Ma cosa fai?” chiesero i Cirri ai Cumulonembi. “Non vedi che stiamo asciugando le vesti altrimenti poi indossiamo cose umide?”I Cumulonembi non risposero alcunché, … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/34

Una storia fuori controllo/12

Il Meco era una nota catena di discount che si trovava nel paese dei supermercati, che a sua volta non era molto distante dal villaggio dei temperini.Luigi il cetriolo e il colore Porpora chiamato Cobra andarono e comprarono una serie di pentole, tegami, pentoloni e anche una cuccagna. Dentro questa cuccagna ci inserirono diverse caramelle … Continua a leggere Una storia fuori controllo/12

Le avventure urgenti del leone/27

Lo Yeti disse "Che ci fai qui, leone dalla forma curiosa?" "Non ne hai mai visto uno, eh? Tutti i leoni hanno la criniera" obiettò. "Forse" disse l'abominevole. "Ma allora perché lasciare i capelli lunghi e il resto quasi spelacchiato?" "Ma stai zitto!" esclamò Giacomino, irritato. "Zitto, e vedi di tornare al tuo paese" "Ah, … Continua a leggere Le avventure urgenti del leone/27

Le avventure delle nuvole/33

33 Le nuvole ogni tanto si fermanoLe nuvole ogni tanto si fermavano, in quel periodo. C’era, ad esempio, un Cirrostrato che lamentava una fatica all’adduttore.“Che cos’è un Adduttore? Un nuovo tipo di nuvola?” chiese a un certo punto un Altostrato, che curioso stava studiando l’anatomia umana.“No” gli fu risposto. “In realtà è un fastidio muscolare”“Ma … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/33

Insomma/12

Jack sulle prime rimase spiazzato e non c'entrava nulla il fatto di stare camminando su una strada principale. Immaginò Margaret con un tulle e volteggiare sulle note de Il Lago dei Cigni.Improvvisamente, partirono le note proprio di quell'opera. La casetta si imbarazzò, perdendo molte tegole a causa dell'imbarazzo. "Non so ancora danzare con la grazia … Continua a leggere Insomma/12

Le avventure urgenti del leone/26

Era una grotta parlante, o forse c'era di peggio. "Non rimane che entrare, vecchio mio" disse il cielo. "Non vorrei che anche la grotta, o quello che c'è dentro, si metta in testa di venire a trovarmi. Solo alcune persone selezionate possono toccarmi, e solo con un dito" "Siete in sette, le dita sono dieci" … Continua a leggere Le avventure urgenti del leone/26

Le avventure delle nuvole/32

Le nuvole e l’Accidia 32 Il cielo è davvero blu sopra le nuvole? “Guardo il cielo e vedo quel che ci sarà per me” disse il Cumulonembo, in vena di scherzare. Il Nembostrato, infatti, si mise a ridere. “Ma mia cara, tu non hai nessun tipo di vena!” esclamò divertito. “Ah no? E allora come … Continua a leggere Le avventure delle nuvole/32

Insomma/11

Jack e la casa balzellavano. A un certo punto, il ragazzo si accorse che secondo le sue esigenze e anche quelle di casa sua, che un nuovo modo di camminare avrebbe di sicuro portato un sacco di novità. Disse così a Margaret "Ti andrebbe di scambiarci i ruoli?" La casa rispose "Nel senso che io … Continua a leggere Insomma/11