La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/56, epilogo

Non fu facile, per Mond, riottenere il potere. Si fece consigliare da Alba, la quale era più a diretta conoscenza delle dinamiche nuove e recenti della città lunare. Il popolo, vedendolo infermo e pieno di bende, lo amò istantaneamente. Molti giorni passarono assieme, a scambiarsi consigli e aneddoti sulle storie che ebbero passato entrambi. “Presentati … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/56, epilogo

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/55

Mond si trovava a dieci passi da Knuglut. Il tetto era sgombro e lasciava godere ai duellanti il vento gelido che soffiava forte. Sotto di loro, la città in fiamme e disperata chiedeva un vincitore. Il cielo era puntellato di stelle e la Terra, calda e indifferente, sembrava sorridere. “Voglio ucciderti e umiliare il tuo … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/55

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/54

Mond osservò il morente precettore, che lo stava guardando implorante, come se l’informazione appena donata avrebbe dovuto necessariamente essere creduta. Alla fine, cedette. “Ma… com’è possibile?” chiese Mond, abbattuto. “Non…” il precettore tossì. “Voglio… fammi andare da tua madre. Per favore. Voglio morire… davanti alla mia regina” Mond lo accompagnò cingendolo con un braccio. Una … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/54

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/53

Tutt’attorno, fuori, proseguì indifferente a quella dichiarazione. Il vento continuava a soffiare gelido, la gente ammirata ed esaltata per l’avvento di Endymion continuava a festeggiare e il cancello rimaneva muto e impassibile alle loro spalle. Tuttavia, due ragazzi, magnifici nella loro pelle immacolata e luminosa, si osservarono. Uno di loro era imbarazzato, l’altra esterrefatta. “Non … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/53

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/52

Mond aprì gli occhi. Non gli piacque. Era sicuramente il suo regno, la sua città, vista da un’altra prospettiva, la prospettiva del popolo. Un vento gelido gli sferzò la faccia, ma tutto attorno a lui comunicava una battaglia, forse in atto. Case diroccate, incendi, polvere grigia e fuliggine. “Attento! Sparagli!” urlò una voce femminile alla … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/52

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/51

Passarono tre anni. Mond si alzò dalla lunga meditazione notturna. Gli dolevano le gambe, come sempre. Il mare era calmo e il cielo terso. Sospirò. Sapeva che era giunto il momento. “Ben fatto, Mond” disse il vecchio mago, uscendo dalla sua torre e sorridendogli. “Anche stanotte sei stato molto bravo. Li hai sconfitti tutti.” “In … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/51

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/50

Furono giorni piacevoli. Cominciò a tirare un vento più fresco e a volte piovve, ma l’aria serena che si respirava fra i quattro viandanti convinse tutti di stare intraprendendo un viaggio sicuro e pieno di curiosità. Fu Mond, una sera, a procacciare la selvaggina per tutti. Per la prima volta, fu ritenuto pronto dagli altri … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/50

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/49

Timidamente, Gerald, Mary e Teodolinda si avvicinarono ai due duellanti. “Domani sarà un grande giorno” disse a fatica Habraxan. “andò dal re, gli farò dimenticare chi sono e mi presenterò come l’Uomo Bianco, George dalla Valle, e gli chiederò il posto di Primo Ministro” Teodolinda inarcò un sopracciglio. Era sicura che il suo amato avesse … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/49

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/48

Mond si sentiva assolutamente a proprio agio. La notte era giovane e la sua pelle aveva trovato la brillantezza consueta. Godere del suo corpo una notte al mese, doveva ammetterlo, era fonte di gioia. L’unica cosa che lo preoccupava era l’uomo che aveva davanti. “Ti devo parlare” gli aveva sussurrato, proprio nel momento in cui … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/48

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/47

Per quanto cercasse, Mond impiegò due settimane intere a cercare Lord Habraxan, anche se a lui si era presentato come Lord Kamardan, ma non riuscì mai a trovarlo. Una sera, aiutato da Mary, provò a fuggire dalla città, ma una forza invisibile non gli permise di proseguire oltre un certo punto. “È come se fossimo … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/47

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/46

Lord Habraxan, Jezrael, Teodolinda e David scortarono il drappello di lancieri all’interno della città, come se avessero il potere per farlo. Nello stesso momento, Gerald e sir Edward dovevano consultarsi, anche se nessuno di loro aveva la forza per parlare. Erano stati minuti agitati, in cui molte cose avevano smesso di essere e altre erano … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/46

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/45

Lord Habraxan sapeva molto bene che Acaz e Jezrael non si sarebbero mai fermati di fronte a un nemico, e due contro uno avevano anche buone probabilità di abbatterlo per sempre. Ciò che gli premeva fare, dunque, era mettere al corrente David e la sua amata Teodolinda della vera storia della Mano della Morte, in … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/45

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/44

Lord Habraxan non avrebbe mai creduto a chi gli avrebbe raccontato, da esterno, la strana storia che aveva appena appreso. Eppure tutto tornava. Davanti a quel cipresso c’erano esattamente quattordici tombe. C’era anche una carcassa di un cavallo, della cui morte non riuscì a spiegarsi. Mentre rifletteva, giunse a lui Alec, il suo compagno più … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/44

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/43

Fu una notte insonne, seguita da un giorno pesante. Re Elijah fece molta fatica, ma alla fine a sera inoltrata riuscì, aiutato da Acaz e Jezrael, a sedare la rivolta davanti al suo palazzo e, dando per scontato che non ci sarebbero stati più risvolti negativi, andò a dormire. Per poco. Pochi minuti felici, ma … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/43

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/42

“In ogni caso, non avrei mai immaginato che io sarei arrivato a uccidere delle persone” confessò Mond, mentre continuavano a camminare. “Ah, sì?” disse Mary. Da quando era stata recuperata dal fiume, aveva ripreso a parlare e a mangiare un po’ di più. “Sì” disse lui. “Tuttavia, ho imparato decine di cose che non mi … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/42

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/41

Florence sulle prime non volle dire alcunché di quel che aveva vissuto con Silvanus, perché era stato talmente inquietante che non era sicura di aver incontrato la persona giusta, né che conseguenze avrebbe potuto avere nell’immediato. Tuttavia, mentre si dirigeva mesta verso il castello, decise di non nascondere nulla almeno a Jezrael, il quale, dal … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/41

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/38

Lord David, rimasto con Habraxan nel buio del loro covo, alzò lo sguardo dalle carte che stava riempiendo con le matite. “Che succede?” chiese. “No… non lo so” rispose Habraxan, tremando e cercando in tutti i modi di nascondere il suo corpo dentro il mantello troppo largo per lui. “È come se qualcuno fosse morto. … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/38

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/36

Lord Mothgom ebbe modo di vedere la Mano della Morte. Era sicuramente lui. Così, si trattava di un uomo. Era basso rispetto ad altri che aveva visto a Droword, ma il corpo era ben piantato. Si vedeva ogni dettaglio dei muscoli, dei pettorali e degli addominali. In effetti, era a torso nudo e sul braccio … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/36

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/34

Quattro cavalli corsero per tutto il pomeriggio fra una collina e l’altra, calpestando coi loro zoccoli diverse collinette ingiallite. “È evidente che la siccità è arrivata anche in queste contrade. Le piogge che abbiamo incontrato negli ultimi giorni non sono state sufficienti” commentò Gerald. Mary rispose “Sì, ma proprio per questo i briganti del luogo … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/34

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/33

Florence era più confusa che persuasa. Ciò che aveva ascoltato nella sala del trono era unico nel suo genere e non capiva come mai un sovrano avesse accettato di ospitare tre completi estranei, inoltre, cinque secondi prima era quasi tentato di metterli tutti in ceppi. Era a quello che pensava, sdraiata sul suo letto a … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/33

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/32

“Mi chiamo Mary” si presentò. Aveva un’armatura tipica dell’esercito, anche se era sprovvista di elmo. Le fu donato quel che rimaneva dello stufato di coniglio, ma disse che aveva già mangiato. Thomas la studiò da cima a fondo. Portava corti capelli ramati e occhi azzurri. Nell’insieme, se non fosse stata sporca e poco curata, sembrava … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/32

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/31

Da quando Thomas ebbe mostrato al resto della compagnia come si lanciava un arco, si era creato un clima di apprensione nei confronti del ladro. Non aveva più parlato, era sempre rimasto in disparte e, mentre Mond migliorava giorno dopo giorno apprendendo anche lezioni di caccia, nessuno gli rivolse più la parola. Infine, una sera … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/31

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/30

Florence non era mai stata a palazzo. La capitale del regno le era sempre stata preclusa, perché, in quanto componente di una famiglia di abitanti poveri di un villaggio sperduto, non aveva mai avuto i mezzi per andare a visitarla. Assieme ad Acaz e Jezrael, invece, riuscì a visitare il Ponte Vecchio, edificio a metà … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/30

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/29

I Sotterranei non avevano mai affrontato una sconfitta così umiliante. La morte dei Maghi e del capo del Consiglio non aveva avuto precedenti nella loro storia. Ciò aveva spinto Lord Mothgom, uno dei Demoni più in alto nella loro scala sociale, ad inforcare il proprio cavallo e correre lontano da quelle contrade che ormai conservavano … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/29

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/28

I cavalli donati da Lord Knor erano molto potenti e robusti, e i quattro compagni poterono cavalcare senza troppe difficoltà perlomeno fino all’ora di pranzo. Mond impiegò non poco al ritmo dettato da sir Edward, ma alla fine riuscì a trovare un proprio equilibrio e a tenere il passo senza far rallentare troppo il gruppo. … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/28

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/27

“… E con questo io ti nomino suddito del Regno Invisibile! Possa tu dare un contributo a noi qui presenti e a te stessa, in modo da rendere il mondo un posto migliore in cui vivere” Così concluse Teodolinda, e i suoi compagni applaudirono. In ginocchio vi era Florence, la quale aveva accettato di unirsi … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/27

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/26

La notte stava per terminare. Gerald aprì gli occhi, pensando che fosse molto più tardi, invece mancava poco all’aurora. Vedeva vagamente l’ombra di due gambe, e si rese conto di essere molto scomodo. Aveva dormito all’addiaccio tutta la notte e per fortuna che qualcuno aveva messo loro qualche coperta. A Mond ne diedero una pesante. … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/26

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/25

I Maghi della società ideata dalla setta dei Sotterranei, che erano esseri umanoidi dalle sembianze mostruose, erano persone che avevano venduto la loro anima in cambio di magia, poteri illimitati e completa licenza di uccidere. Possedevano un rango appena al di sotto di coloro che governavano e ciò faceva di loro un trio che governava … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/25

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/24

“Che fare, dunque? Non siamo più prigionieri dei Sotterranei” disse Thomas. “Io direi di fuggire da questa città di pazzi invasati, prima di farci male davvero” “Io invece voglio rimanere” disse sir Edward. “Voglio combattere i Sotterranei e liberare i sofferenti, che sono più di quanti credessi” “Certo, perché questo è un tuo residuo di … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/24

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/23

Mond girò attorno alla casa, cercando di farsi venire un’idea mentre il cuore martellava in maniera insopportabile. Guardò ogni singolo muro, il pavimento, il tavolo e la povera mobilia. Appeso di fronte il simbolo dipinto, c’era invece lo stemma del falco che significava l’appartenenza della vittima ai Sotterranei. C’era da dire che probabilmente tutti in … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/23

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/22

Mond, Edward, Gerald e Thomas avevano appena assistito a qualcosa che non riuscirono a capire appieno. Tre individui mascherati, indicati come Maghi dal popolo che dominavano, avevano visitato una casa marchiata sullo stipite da un simbolo che ricordava un uccello. In quel momento, però, avevano le mani legate e scendevano, in fila per uno, verso … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/22

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/21

Tre persone entrarono. Sembravano assolutamente normali, se non fosse che indossavano una maschera. Ai tre compagni ricordò quel tipo di spettacoli che si poteva vedere nei teatri, quando gli attori impersonavano dei demoni. Le maschere avevano quel tipo di volto: naso adunco troppo grosso, nero come la notte, occhi rosso acceso. “Grazie per averli trattenuti” … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/21

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/20

Grandi nuvole nere coprivano il cielo. Non era una grande giornata per cominciare l’addestramento di Mond riguardante l’equitazione, ma ormai Gerald si era messo in testa che avrebbe dovuto imparare e neanche la pioggia lo avrebbe fermato. “Non capisco una cosa” esordì Thomas, mentre Gerald spiegava al ragazzo cosa fossero le redini, le staffe e … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/20

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/19

  Pioveva. Un ragazzino era in ginocchio, proprio sul ciglio della strada. Piangeva, mentre non riusciva a tenere fermi gli occhi, dato che roteavano contro la sua volontà. Sapeva solamente che nulla più aveva senso. Era un mostro, e i mostri si eliminavano. Aveva un pezzetto di vetro, che neanche ricordava più dove lo avesse … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/19

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/18

Mond venne disturbato dalle prime timidi luci dell’alba. Si accorse di essere in mezzo a diverse trapunte e aver la testa poggiata su tre cuscini. Non riusciva a capire da che parte occorreva uscire fuori. Pensò di aver dormito molto, ma non c’era nessuno a cui chiedere, perché, alzando la testa, si accorse di esser … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/18

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/17

Il Vecchio Alexis conosceva quei passi. Misurati, lenti, ma che alle sue orecchie erano come campane. Mise le mani sul proprio tavolo da lavoro. Il suo sogno e gli anni di progetti erano tutti lì. Come spiegare dunque ad Habraxan ciò che sentiva dentro? “Buongiorno.” Salutò, usando un tono pacato e tranquillo, ma che ad … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/17

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/16

Mond non aveva mai avuto molta esperienza con le sue coetanee. Avendo vissuto principalmente col precettore e con la Regina sua madre, entrambi avevano fatto in modo che avesse meno distrazioni possibile. Ogni tanto, tuttavia, capitava che Mond si distraesse guardando le figlie degli altri nobili, spingendo la Regina a suggerirgli che fosse ancora troppo … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/16

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/15

“Ve l’ho detto, il minestrone mi fa schifo!” La voce squillante che Mond usava tutte le volte che commentava quel piatto echeggiò per tutta la taverna. Dopo tre giorni di viaggio e nutrendosi perlopiù di bacche e radici, i quattro viandanti erano giunti in un piccolo villaggio, dove vennero ospitati con fin troppa benevolenza dal … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/15

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/13

Florence lo sapeva. Non aveva detto niente a nessuno per timore di essere presa per pazza e gettata nelle segrete, ma sapeva che gli avversari fatti nascere dal mago del Regno Invisibile, sarebbero stati degli ibridi. Erano uomini, ma erano anche animali, cuciti in maniera molto grossolana, che urlavano, starnazzavano, ululavano, e colpivano rabbiosamente come … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/13

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/11

Di tutte le cose che aveva visto sir Erik nella sua vita, dalla battaglia di Ashengard fino a tornare nella retroguardia per controllare la Contea di Bournemouth, quella era la più bizzarra. L’uomo chiamato a servire la giustizia di quelle terre chiedeva aiuto a tre uomini dall’aria stanca, provati da giorni di viaggio, una donna … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/11

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/10

“Florence! Che ci fai qui?” chiese inebetito Gerald. Non avrebbe mai immaginato un secondo incontro con quella ragazza. Anche lei fu molto colpita e squadrò sia l’uomo che gli altri due accompagnatori. La porta venne richiusa subito dopo, mentre i soldati prendevano posto attorno alla prigione mobile di legno. “Sono… svenuta” spiegò. “Loro chi sono? … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/10

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/09

“Sono abituato alle persone che mi obbediscono” disse Mond senza mezzi termini, una volta rifugiati attorno al fuoco. Avevano trovato una vecchia casa diroccata in piena campagna. Era abitabile e, per cuocere della selvaggina, Thomas aveva deciso che avrebbero mangiato qualcosa di cucinato da lui. Il figlio della Luna sembrava risplendere ancora alla luce del … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/09

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/08

Florence, mentre camminava e si arrampicava, non riusciva a non pensare a ciò che aveva visto ed incontrato. Un uomo molto robusto stava portando a spasso un bambino dalla pelle cadaverica, proprio diretti in luoghi dove era meglio non andare. Più di quello che le era successo, più di quello che non ricordava, più del … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/08

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/07

Thomas e sir Edward erano riusciti a fuggire semplicemente costeggiando il lago, spostandosi verso ovest dal valico fino al villaggio, che secondo il brigante si chiamava Sparwier. Sparwier sembrava molto comunicante con Senerbez, ma Thomas aveva riferito che esisteva una antica rivalità fra i due comuni. Edward si dispiacque per il suo cavallo, ma non … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/07

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/06

Gerald e Mond cavalcarono assieme fuori dal valico di Senerbez, nel tentativo di raggiungere Thomas e sir Edward. Oltre il villaggio si trovava un ampio lago, il quale occupava molto del campo visivo del ragazzo. Aveva smesso di piovere e si sentiva al sicuro davanti al busto del suo salvatore. Il corpo senza vita del … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/06

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/05

Mond girò annoiato lo stufato che la figlia dell’oste gli aveva dato con un sorriso lasciato davanti. C’era del brodo vegetale, dei broccoli, qualcosa che sembravano patate e altre verdure. Il tutto accanto a del pane. “Mi fa schifo il minestrone” disse. “Anche col pane, non è che cambi” Era circondato da soldati, ma Gerald … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/05

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/04

“È antipatico, capriccioso e parecchio esigente” sbottò senza mezzi termini Thomas. Tutti e tre erano a stomaco vuoto, dato che non passava nessun animale selvatico, mentre il fuoco scoppiettava allegro attorno a loro. “E non credo neanche a una parola di quello che dice” “Sei  davvero ostinato” replicò Edward. Sospirò e guardò in alto la … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/04

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/03

La contea appartenente alla famiglia Von Bournemouth era la provincia del regno più vicina ad Ashengard, l’istmo che si era auto proclamato regno indipendente e che con quella scelta aveva scatenato una violenta guerra fra due grandi regni. Da una parte vi erano gli alleati del regno Salisbourgh che si trovava ad ovest di Ashengard, … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/03

La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/02

“Fingeremo di credere che tu sia davvero il figlio della Luna, ammesso e non concesso che la luminosità della tua pelle parla al posto tuo” esordì senza mezzi termini Thomas, mentre osservava il ragazzo che avevano trovato nel bosco si rifocillava con gli avanzi della cena consumata qualche ora prima, mentre indossava una coperta più … Continua a leggere La leggenda dei tre compagni e del figlio della luna/02

Meglio del calcio.

  Come ogni domenica, si giocava la partita di calcio. I tifosi erano tutti appollaiati, in ansia per l’una o per l’altra fazione. Tutti appesi al destino deciso da un solo pallone di cuoio. Ebbene, a Piergiorgio piaceva il basket. Era venuto allo stadio perché, tutto preso dal fare cori anti calcio, era stato trascinato … Continua a leggere Meglio del calcio.