Maschera

Sì, tutto molto bello qui: colori, grida entusiaste, applausi. Adoro questo genere di cose, diciamo che sono stato creato proprio per questo motivo e quindi ne godo non poco. “Oh” Mi chiamano. “Ma tu lo sai perché tutti qui indossano le maschere? Pazzesco, no? Non c’è nessuno che non le mette! Ovvero, siamo noi le … Continua a leggere Maschera

Occhiolino

“Oh mio Dio! Mi ha fatto l’occhiolino!” Ah, figuriamoci. “Ti giuro! Stavo passando badando ai fatti miei e mi ha dunque fatto l’occhiolino, e intendo un occhiolino fatto come si deve” Sì, come no. Come al solito ti illudi che una donna ti calcoli. Inoltre, penso io, un occhiolino fatto come si deve è solo … Continua a leggere Occhiolino

Tensione

Una volta sapevo che la tensione si potesse trovare tramite una formula matematica in cui, forse, c’entravano gli Ampere. Vero, forse non è il posto adatto per parlarne, dato che il mio livello medio di cultura tende al basso ogni giorno che passa, ma ho vaghi ricordi dell'elettrotecnica anche solo per merito delle ore di … Continua a leggere Tensione

Giochino

Ci sono 26 parole nell'alfabeto. Scrivi una storia senza una lettera a tua scelta. Per non barare, ho usato random.org e fra 1 e 26 mi è uscito il 23. Sta di fatto che il 23 è la W. random.org ha parlato, gente. "E tu cosa vuoi fare da grande, Eustorgio?" "Mah, io vorrei avere … Continua a leggere Giochino

La malinconia di una sigaretta.

Eh, duro poco ma quei cinque minuti sono una libertà per i fumatori, ma una breve vita per me. Mentre la bocca mi aspira, io rilascio sostanze nocive anche per chi pratica il fumo passivo. E mi accorcio, pensando ai grandi progetti per il futuro: che grandi partite a briscola che mi aspettano con i … Continua a leggere La malinconia di una sigaretta.

Orchidee.

  “Psss! Margherite!” Sospiro. Cosa vogliono, adesso, i papaveri? “Sì, cosa succede?” “Hai visto le orchidee? Quelle nuove, quelle messe sul balcone? Sono nane!” Sospiro ancora. Ma i papaveri hanno proprio la fissazione per l’altezza! “Ebbene?” chiedo infastidita. “Credi che sia il caso di intonare la canzone?” “NO! Non lo fate! Davvero, continuate e prendere … Continua a leggere Orchidee.

Storia al buio.

È notte e i lampioni come al solito sono spenti. Lo so che in realtà dovrebbero essere accesi, ma probabilmente al sindaco di questa città piace pensare di dare alla città quel tocco di misteri melanconico... di cui però non ha bisogno. È già abbastanza brutto pensare di camminare in mezzo a queste strade brutte … Continua a leggere Storia al buio.

La danza dei gravi.

“Sono giunta al quarto mese di gravidanza” Nessuna risposta da parte dell’altra cliente che aspetta il suo turno per la parrucchiera, che fra l'altro sta cercando di leggere in pace una rivista di gossip. “Sa, io e mio marito non vogliamo sapere il sesso prima del tempo” Ancora nessuna risposta. Eppure, non si diceva stato … Continua a leggere La danza dei gravi.

La migliore paura.

Questa storia partecipa alla sfida denominata "24 storie in 24 ore" indetta da me stesso in cui io solo sono il partecipante. "Salve a tutti. Siamo qui riuniti per assegnare il premio Edgar Allan Poe per incoronare la miglior Paura fra quelle più comuni" La voce del presidente delle Emozioni era l'unica cosa che si … Continua a leggere La migliore paura.

Le mele a confronto.

Questa storia partecipa alla sfida denominata "24 storie in 24 ore" indetta da me stesso in cui io solo sono il partecipante. "Sai, è bello essere una mela" Quel giorno, la Mela chiamata Gino si era rivolta in questo modo all'altra mela. "Esatto, Ernestolfo" rispose Gino. "E sono contento che fra noi non ci siano … Continua a leggere Le mele a confronto.