Libro.

Quella che state per leggere è una sinossi. C'è stato un momento in cui ho avuto un flash, come spesso accade, mi è venuto mentre stavo chattando su Whatsapp. Ad un certo punto me ne sono uscito dicendo "Eh, ormai ho imparato a farmi scivolare addosso tutte le cose".  Cosa che in effetti è vera. … Continua a leggere Libro.

Cavo.

Oggi veniamo alla parola CAVO. Che cosa potrebbe venirvi in mente? Sarà mica quella parola trappola secondo le quali tu dici una cosa ma in realtà intendi tutt'altro? Come ad esempio la pesca. Eh, la pesca è importante: tu dici "Vado a pesca"  in realtà poi, dopo, ti presenti al tuo interlocutore con un cesto … Continua a leggere Cavo.

Un racconto che parla di tè

"Buono questo tè" Gilda posò la tazza di liquido fumante, alla cannella e zenzero. "Vero? L'ho fatto pervenire dai paesi dell'est, per due soldi" rispose Amarena, sicura di quel che stava dicendo. Gilda rifletté intensamente. "Ma dimmi una cosa, tu che viaggi non poco" Gilda sogghignò, incuriosita da quella perifrasi. "Dimmi" La domanda fu presto … Continua a leggere Un racconto che parla di tè

Magia!

C'era un mago, quei tardi pomeriggi, che per arrotondare partecipava ai compleanni dei marmocchi. Ce n'erano parecchi, ogni giorno, così tirava su un bel gruzzoletto. Conosceva tre po quattro trucchi, ma gli riuscivano bene. Non chiedetegli di stirare le camicie, però, quello non lo sapeva fare. "Bene, adesso tirerò fuori dal cappello un coniglio!" esclamò … Continua a leggere Magia!

Risveglio

Mi trovavo in cantina. Tutto normale, direte voi, anche perché sono anche una rete da materasso, quindi dove volete che stia, in una stia? "Stia qui che poi ti prendiamo" mi avevano detto. Poi, però, ho fatto un pisolino, così mi sono risvegliata. Non in una stia, fortunatamente. Non che abbia qualcosa contro le galline, … Continua a leggere Risveglio

Gatto

“Miao” Chesterfield mi osserva. Ovvero, non lo so, ma il fatto che sia dritto e con le orbite spalancate conferma questa sensazione. Sta anche vagamente scodinzolando, come se stesse richiamando la mia attenzione. Oppure è solo il vento? Sto scrivendo questo paragrafo importante del mio esordio nell'horror, un attimo solo. “Miao” Un altro. È la … Continua a leggere Gatto

Incubo

Molti studi sono stati fatti per conoscere il vero significato di questa parola. La parola in questione è "Incubo" e, al prossimo giro, vi chiedo cortesemente di leggere il titolo. Molti di voi potranno dare molte definizioni per la parola INCUBO. Una di queste è, senza dubbio,  "Incubatrice", quella roba dove si mettono i neonati. … Continua a leggere Incubo

La sigaretta che si annoiava

Salve, sono una sigaretta. L’ultima volta che ho parlato mi hanno preso per scema e solo perché ho semplicemente detto che la puzza di cenere mi dà fastidio! “È il colmo!” mi aveva detto il tavolino. Oggi, però, non solo ho voglia di parlare, ma sono in vena di scherzi. Vorrei scrivere un libro sulla … Continua a leggere La sigaretta che si annoiava

Tagliare le strade.

Questo articolo l'ho scritto al NewbookClub il diciannove gennaio. Proprio così. DICIANNOVE GENNAIO.  Sul blog esce oggi. Come dice quello, "Buoni o cattivi non è la fine". Non è infatti la fine, ma appunto l'inizio, l'inizio di un'epoca turbolenta. L'antipatico messer Bicicletta era uno che tagliava le strade e le taglia ancora. "Buongiorno. Che strade … Continua a leggere Tagliare le strade.