Chi ha tempo non aspetti tempo

Il tempo passa, purché tu ne faccia buon uso. Non come ho fatto io. C'era lei. Volevo parlarle, conoscerla se ci riuscivo. Mi sono detto "Magari dopo". Capitò di andare in gita, qualche settimana dopo averla vista per la prima volta, e scendendo dal pullman le cedetti il passo. Mi sorrise. Mi sorrise, e per … Continua a leggere Chi ha tempo non aspetti tempo

Primo Aprile.

  Mi sveglio, anche se ho un brutto presentimento. Sarà una di quelle giornate un po' difficili in cui tutto può capitare. Ad esempio, potrei alzarmi col piede sbagliato. Ma è a lei che penso. Chissà a che ora si alza? Il caffè oggi è troppo amaro. Sarà che piove. Devo avviarmi all’auto, o farò … Continua a leggere Primo Aprile.

Settimana strappalacrime/5

Una dopo l'altra, le gocce di piogge concludono il loro veloce viaggio confondendosi sul terrazzino. Alcune di loro anticipano la loro fine bagnando la ringhiera. Ecco. Come quelle gocce, la nostra storia è finita presto, troppo presto. Come quelle gocce, ci siamo conosciuti e, dopo qualche settimana, era già finita. Sei apparsa come un fulmine, … Continua a leggere Settimana strappalacrime/5

E sono ventinove.

È stato più facile correre sotto le granate che camminare sulle macerie. E che macerie, che granate. Una dopo l'altra, una più pesante dell'altra. Una che si fissa sul cranio, sicuramente, e non va via, e ti giri a destra e a sinistra, ma il buio rimane sempre buio e il giorno dopo un piccolo … Continua a leggere E sono ventinove.

Ricordi che non ci sono.

Guardo le stelle e ogni tanto ci penso, a come sarebbe potuto essere ma che invece non è stato. Racconto non di Aven, ma di Andrea, il lato malinconico di me stesso. Oh, me la ricordo. Ed ho il coraggio di amarla ancora. Chiamatemi infantile, romantico, sognatore, come preferite. C’era Lei. Sono passati esattamente dieci … Continua a leggere Ricordi che non ci sono.

Novelle per un anno/2

02 – By the grace of the Ocean. Seconda parte della storia narrata ieri, ispirata a White Pearl, parte II. L’abbraccio gelido del mare mi conforta. Apro gli occhi e scopro di essere poggiato prono su una spiaggia bianchissima. Dietro di me, il regolare moto ondoso. Su di me, sparse nuvole bianche. “Sono vivo…” È … Continua a leggere Novelle per un anno/2