100 drabble, un’estate: 17

17 - Disegno Presa una matita, Bloffo fece un disegno. Non sapeva quale, ma ne fece uno molto bello. Un rigo dopo l'altro, fece un qualcosa che poteva somigliare a un protozzo, come a un grattacielo. "Che cosa hai disegnato?" chiese Bloffa. Rispose: "Un disegno intimista" "Be', fa schifo! Sono solo righe" In realtà quelle … Continua a leggere 100 drabble, un’estate: 17

100 drabble, un’estate: 16

16 - Comodo Il divano più comodo del mondo si poteva trovare in una particolare casa. Morbido, pratico, dallo schienale ai piedi compiva felicemente quel che era preposto a fare, ovvero cucinare i tagliolini. "Molto comodo cucinare i tagliolini senza braccia" commentava disperato il divano. La pentola bolliva e ancora lui non li aveva messi … Continua a leggere 100 drabble, un’estate: 16

Ritorno.

"Dimmi che ritornerai" Alicia aveva appena baciato Jeremy., al quale toccava partire col treno per un'importante trasferta con la squadra. "Ritornare ritorno, bisogna capire se vincente o perdente" disse lui. "Oh, ancora quel programma dove si vincono denti guardi?" commentò Alicia schifata. "Guarda che Orrore è un programma favoloso" "Ma..." Alicia esitò. Come poter dire … Continua a leggere Ritorno.

Le parole

    "Sui giorni felici non c'è mai stato molto da dire, la felicità detesta le parole" Molto furbo da parte mia inserire come titolo le ultime due parole di questa frase, che poi sono proprio parole, quindi vado in contraddizione con l'intera citazione; anche perché se dovessi rispettarla non dovrei scrivere proprio niente. Al … Continua a leggere Le parole

Il peso delle parole.

Oggi c'è grande trambusto nel mondo del vocabolario. Un'enorme bilancia fa capolino proprio in mezzo al paese delle parole. "Salve a tutti" esordisce "oggi è il giorno in cui sapremo effettivamente quanto pesiamo!" La bilancia a quel punto si aspetta un applauso ma gli viene restituito un silenzio totale rotto solo da un grillo. O … Continua a leggere Il peso delle parole.

Kaden e le Fontane di Luce/2

 Capitolo 2 Kaden continuava a non credere a nessuna delle parole della Preside. “Non capisco come la Fontana sia collegata alla vita del Re. È impossibile, non posso crederci” “L’abbiamo appena detto, Kaden. Non ascolti?” chiese Louisianne, sconvolta e tesa come una corda di violino. “Avendo assassinato il Sovrano” proseguì Shydra scrollando le spalle “tutti … Continua a leggere Kaden e le Fontane di Luce/2

Però.

"Un pero dice a un altro pero: Però!" ihihihi xdxd Il "Però" è un locale famoso di Palermo, dove i giovani danno fondo a tutte le loro riserve di energie senza motivo apparente, sfondandosi le orecchie di musica di dubbio gusto. Il "però" è una parolina che serve a rovesciare ciò che si era detto … Continua a leggere Però.

Le avventure di Isda/18

Isda e l'invidia E poi, in qualche modo, accade. Isda stava spaventando un banco di sardine con la sua spada laser divertendosi in quell'ordinaria amministrazione, quando improvvisamente passa di lì un altro pesce spada. È bello, lucidissimo e non ha bisogno del laser al posto della spada, poiché brilla di luce propria. "Oh mio Poseidone..." pensa … Continua a leggere Le avventure di Isda/18

Le scale che vorrebbero essere mobili.

Che dura la vita di noi gradini! Piedi che salgono, che scendono, alle volte anche insetti e formiche ci salgono addosso! "Sì, ma ciò che odio di più sono i piedi che sbattono, con premura o con calma! Insomma , noi non siamo mica come il signor Zerbino, che si fa sottomettere facilmente!" Già, hai … Continua a leggere Le scale che vorrebbero essere mobili.

Tema:Raccontarne un’altra questa sera.

NB: Questo articolo si propone di dare un suggerimento per stasera, quindi prendete nota! Tutto nasce da questa canzone, e allora ho pensato "Raccontiamone un'altra stasera", però l'articolo lo pubblico di mattina, in modo da far leggere ai miei follower e organizzarsi per tempo. Se ad esempio mi si viene a dire questo: "Un aliante … Continua a leggere Tema:Raccontarne un’altra questa sera.