La Ropa Sucia/043

I fratelli Gutierrez non erano persone che potevano accordarsi facilmente, meno che mai se c’era una donna in mezzo. Per inciso, quella donna era Rosa Espimas, l’unica femmina della nutrita famiglia. “Tu come hai osato metterti in mezzo mentre ci stavo provando con Rosa, la chica formosa?” chiesero all’unisono, l’uno contro l’altro. Si trovavano per … Continua a leggere La Ropa Sucia/043

La Ropa Sucia/042

Sofia Riquelme stava seduta sulla panca della piazza principale con in mano una strana valigetta. Siccome in quel periodo a Villa Nueva ogni cosa considerata strana diventava automaticamente fonte di dibattito, anche quella cosa risultò fuori dall’ordinario. Per inciso, quattro signore, sedute sulla panca dirimpetto a quella dov’era seduta Sofia, complottavano fra loro. “Quella… quella … Continua a leggere La Ropa Sucia/042

La Ropa Sucia/028

Fernando Espimas tornò a casa abbastanza baldanzoso, tanto da destare i sospetti dei propri genitori. In quella pigra estate del 1984 nessuno osava mettere il naso fuori casa, se non per gli eventi mondani. Era per quel motivo, quindi, che la coppia guardò il figlio in modo sospettoso. “Come mai sei così entusiasta?” chiese Carlos, … Continua a leggere La Ropa Sucia/028

La Ropa Sucia/027

Pedro non stava vivendo bei giorni, nella tenuta dei Sanchez. Dopo che Marìa l’aveva scovato nella vigna ad amoreggiare con una tizia di cui le sfuggiva il nome, o forse non l’aveva mai saputo, l’aveva schiaffeggiato davanti a tutta la servitù, che così avrebbe avuto di che parlare per mesi, poi lo aveva catturato e … Continua a leggere La Ropa Sucia/027

La Ropa Sucia/025

“Non me lo sarei mai aspettato…” commentò Miguel, osservando la tazza di caffè ormai vuotata. “Avete una lavatrice” “Esatto” disse Clara, molto seria. “E sai quanto me questo cosa significhi” Miguel annuì, non c’era bisogno di dirlo ad alta voce. “Tuttavia” riprese Miguel, molto deciso a non staccare gli occhi dagli occhi neri della ragazza … Continua a leggere La Ropa Sucia/025

La Ropa Sucia/024

“Non possiamo più lavorare diciotto ore al giorno, ogni giorno! Serve nuovo personale che faccia i turni! È una vergogna, non posso nemmeno presenziare alla recita scolastica di mia figlia, e se lo ricorderà per sempre!” esclamò impettito il capo dei braccianti, responsabile dello sciopero, il primo da quando c’era la democrazia. Marìa era allibita. … Continua a leggere La Ropa Sucia/024

La Ropa Sucia/001

  L’estate del 1984 non l’avrebbe mai dimenticata più nessuno, a Villa Nueva. Ma partiamo dall’inizio. Era il ventuno gennaio. Del 1984, immagino. D’altra parte l’ho detto prima. Pedro Sanchez, figlio di un ricco proprietario terriero, stava passeggiando fra i lunghi corridoi della villa di famiglia, sita in mezzo alle grandi vallate della Pampa. Quella … Continua a leggere La Ropa Sucia/001