La Ropa Sucia 365/Parte 2

L'ULTIMO EPISODIO PARTE 2 Mentre Fernando eseguiva lo scambio di DNA con Raquel, gli tornava in mente Clara Sanchez, che ormai era prossima al parto. Probabilmente, secondo i dottori era una femmina. “La chiamerò Angelica e sarà un avvocato” disse Clara a Miguel, il quale non era morto pazzo alla notte di luna piena di … Continua a leggere La Ropa Sucia 365/Parte 2

La Ropa Sucia/357

El muerto non si scompose alla domanda della figlia, nonostante lui abitasse dentro un armadio. “Sì, perché c’ero anche io nel duello che avrebbe dovuto cambiare Villa Nueva e poi è finita a tarallucci e vino, eh. Non me lo sarei perso per nulla al mondo. Sapevo che c’era anche tua madre, Rocìo, infatti mi … Continua a leggere La Ropa Sucia/357

La Ropa Sucia/355

Luisa Ortega, offesa a causa del battibecco avuto con Jorge, si rivestì e si diresse verso la porta, così Jorge si ritrovò a inseguirla per impedirle di andarsene, ma lei, proprio quando stava davvero per abbassare la maniglia, all’ultimo momento ritrasse la mano e con uno sacatto fulmineo prese la pergamenta dal tavolo e fuggì … Continua a leggere La Ropa Sucia/355

La Ropa Sucia/352

“Beh, a questo punto va bene tutto!” stava esclamando il tizio del sale, stemperando un po’ la tensione, dovuta a tutto il pubblico di Villa Nueva che si stava aspettando un abbraccio fra padre e figlio. Un abbraccio ormai dimenticato, che il Boss del Clan dei Neri dentro di sé aspettava da molti anni. Tutti … Continua a leggere La Ropa Sucia/352

La Ropa Sucia/350

Venne dunque l’otto giugno del 1984. Era una giornata nebbiosa a Villa Nueva, uguale agli ultimi due giorni. Tuttavia, ogni promessa era debito e quindi, nel parco di Villa Sanchez, stava per svolgersi il duello decisivo fra Romàn Garcia junior e Ambrogio, col suo secondo. Come arbitro, avevano deciso Romàn Garcia senior, anche se nessuno … Continua a leggere La Ropa Sucia/350

La Ropa Sucia/347

I tre Islas erano compiaciuti di José per qualche strano motivo, e anche il piccolo Benjamin Espimas conservava quell’espressione felice. “Non capisco” disse José. Allora, senza dire altro fu fatto sedere di nuovo nel salotto degli Islas. Quello che si vedeva, a un primo sguardo, era l’assenza di Ambrogio ma la presenza di tutto quello … Continua a leggere La Ropa Sucia/347

La Ropa Sucia/339

Il Boss del Clan dei Neri aveva cambiato opinione sui cugini Gutierrez, Ramiro Paulo e Rocìo. Adesso era pronto a scioglierli entrambi nell’acido, ma aveva anche dichiarato che li avrebbe sfidati a duello, dopo il duello principale che si era ripromesso di condurre verso Ambrogio. Ormai le identità si erano scoperte, pertanto non c’era più … Continua a leggere La Ropa Sucia/339

La Ropa Sucia/331

“No” disse la Strega. C’erano Rocìo e suo cugino el tiburòn sulla soglia della casa del caln dei Neri, e avevano delle richieste inusuali da avanzare. “prima dobbiamo fare qualche domanda al Protettore che dici di avere. Seguiteci, staremo più comodi” Entrarono dunque, e doppo aver passato un paio di porte si sedettero in cverchio … Continua a leggere La Ropa Sucia/331

La Ropa Sucia/330

Il fatto era che i Garcia avevano sotto scacco Ambrogio, infatti gli avevano dato persino una comunicazione tramite lettera, in cui avrebbe dovuto denunciare i fratelli Fernandez per le loro malefatte ancora da compiere, come ad esempio il duello. Siccome el tiburòn  aveva letto quel messaggio perché Ambrogio l’aveva lasciato colpevolmente incustodito, decise di andare … Continua a leggere La Ropa Sucia/330

La Ropa Sucia/329

“Ma che hai fatto?” chiese Rocìo Gutierrez a suo padre, Matìas. Dall’altra stanza, sua madre, che era totalmente ignara di avere un evaso in casa, chiese “È successo qualcosa?” Rocìo si tappò la bocca e inventò qualcosa per placare la sete di curiosità della madre “Niente mà, ho solo visto uno scarafaggio morto nell’nagolino della … Continua a leggere La Ropa Sucia/329

La Ropa Sucia/328

Pepa Gutierrez era sbiancata, aveva persino dimenticato di tenere alzato il lenzuolo e quindi nuda guardava il suo attuale compagno e il suo ex, terrorizzata. Stava di fatto che Matìas aveva precisamente dato un pugno sui denti a Rodrigo. “Arriverà un pugno anche per me?” chiuese lei, mentre Rodrigo si toccava la faccia, per poi … Continua a leggere La Ropa Sucia/328

La Ropa Sucia/327

Pepa Gutierrez stava dormendo con un tizio che nessuno vedeva da due mesi. Era Rodrigo, l’ex fidanzato bello di Analisa Islas. “Ma…” La voce di Ambrogio svegliò i due dormienti, reduci da due amplessi. Pepa si innervosì parecchio e portandosi il lenzuolo sul suo petto strepitò “Porta la colazione qui e non fare domande!” Ambrogio … Continua a leggere La Ropa Sucia/327

La Ropa Sucia/326

Dentro il tetro castello dei Garcia gli eventi si susseguivano. Soprattutto, c’era una stanza, fra quelle, che era lo studio di Romàn Garcia, il quale avava accanto a sé un certo Jorge Gutierrez. Dietro di loro, una grande vetrata che li proteggeva dalla poioggia battente, che coi suoi ticchettii stava scandendo il tempo. Di fronte … Continua a leggere La Ropa Sucia/326

La Ropa Sucia/324

“Tiburòn” disse il fratello. Anche lui prese due parigini, testimoniando ancora uan volta il loro essere fratelli. El tiburòn borbottò qualcosa che il fornaio non riuscì a comprendere e el loco disse “Non è colpa mia se Elisa Riquelme ti ha lasciato e non è nemmeno colpa mia se la polizia ti ha messo in … Continua a leggere La Ropa Sucia/324

La Ropa Sucia/323

Nel frattempo Roberto Mendosa, l’aitante runner, aveva concluso la sua corsa. Non sapeva di essere stato visto con tutto ciò che ne è conseguito, così entrò guardando a destra e a sinistra, come se ci fosse bisogno di vedere, come se fosse ancora sotto copertura. Salì le scale ed entrò al pianerottolo dove Rosa lo … Continua a leggere La Ropa Sucia/323

La Ropa Sucia/321

Raquel alzò le braccia e fece la sua mossa, in piazza davanti a tutti. Si trattava di un colpo di bacino, che ricordava molto la tecnica della danza del ventre che, fatto da Raquel, assumeva tutto un altro significato. Poi, lo fece ancora, e si mosse come se avesse un hula hoop a circondarle i … Continua a leggere La Ropa Sucia/321

La Ropa Sucia/320

“Qualcosa mi è arrivata, sì” disse Matìas, rispondendo alla domanda di Luisa Ortega che riguardava la presenza delle streghe a Villa Nueva, una città immersa nella Pampa, ma anche piena di problemi. “Ebbene” riprese Luisa “Che cosa diresti se ti dicessimo che l’anello del viejo è un oggetto magico, corrotto proprio dalle streghe comandate attualmente … Continua a leggere La Ropa Sucia/320

La Ropa Sucia/313

“La sagra dell’asado è un evento molto particolare” rispose Roberto Mendosa, l’aitante runner, chiedendosi cosa l’altra, Rosa la chica formosa, avesse capito. “Molto particolare” Rosa era un po’ delusa, in effetti. Roberto era veramente aitante e lei era formosa, quindi il sempolice fatto che non ci fosse mai stato niente fra loro era strano. Improvvisamente, … Continua a leggere La Ropa Sucia/313

La Ropa Sucia/306

“Sì” rispose Marìa, “ho ingannato Pedro e Gonzalo con un incantesimo. Tuttavia non vi dirò che cosa ho usato, il mondo non è ancora pronto per questo” Marìa, la procace giardiniera, era vestita con paramenti coloratissimi e stava di fronte a una folta folla di streghe, mentre i Fernandez e le relative compagne la stavano … Continua a leggere La Ropa Sucia/306

La Ropa Sucia/305

Edmundo non sapeva che le cose stavano precipitando così tanto, ad esempio non aveva idea che frequentare Catalina Salcido avrebbe significato frequentare i vari salotti di moda, anche perché Catalina non aveva mai smesso di fare la modella, nonostante Guillermo fosse sparito nel nulla da due mesi facendo perdere le sue tracce, diventando così l’agente … Continua a leggere La Ropa Sucia/305

La Ropa Sucia/304

Joshua prese quelle parole per oro colato e allontananmdaosi da lui cercò una doccia. La prima cosa che fece fu entrare nella casetta dove le streghe stavano intonando un canto acapella, anche perché non c’erano strumenti fra quelle mura. Ramòn aveva dimenticato di dire che dentro quelal casa non c’era l’acqua corrente, ma anche così … Continua a leggere La Ropa Sucia/304

La Ropa Sucia/302

José Riquelme non era mai stato un ragazzo dalle iniziative personali, e si confermò tale anche quel giorno di giugno, a Villa Riquelme, al cospetto di Sofia sua madre ed Elisa Riquelme, che ancora millantava di essere sua sorella, anche se non tutti ci credevano. Ma lui doveva dire una cosa importante. “Madre, sorellastra… ho … Continua a leggere La Ropa Sucia/302

La Ropa Sucia/300

Così la signora Espimas, volendo non disturbare suo marito che metteva in riga quei perdigiorno, andò dai Gutierrez, che in quel momento erano composti solo dal tiburòn e sua madre, Pepa, colei che era ricercata per essere evasa ama che per qualche motivo la polziia non riusciva ad acciuffare. Martina sapeva che le volanti del … Continua a leggere La Ropa Sucia/300

La Ropa Sucia/297

“Maledetto figlio di puttana” commentò Alfredo “Il figlio è mio!” Stavolta il tuono fu particolarmente potente, tanto da far tremare i tavolini. Analisa si considerò molto sfortunata coi ragazzi, ma ormai la situazione l’aveva talmente assorbita che quel pensiero affondò seppellito da quell’avventura. “Ti farò conoscere Villa Riquelme” disse infine. “No, guarda che io voglio … Continua a leggere La Ropa Sucia/297

La Ropa Sucia/290

Roberto Mendosa era latitante da due mesi e oltre, nessuno lo chiamava più con quel nome. Girava per l’Aregentina correndo, assieme a sua madre, che invece teneva il suo passo con una bici, credendo che in quel modo avrebbero potuto risolvere i problemi di costi. In effetti Roberto e sua madre non se la passavano … Continua a leggere La Ropa Sucia/290

La Ropa Sucia/289

Analisa Islas era la versione mora di Catalina Salcido, e quello era chiaro a tutti. Tant’era vero che Joshua, l’enigmatico ex ricco di Analisa, pur di averla era stato disposto a comprare una lavatrice, farsela mettere nel suo studio e azionarla, non senza qualche difficoltà. Adesso le lavatrici erano diventate tre, in un modo che … Continua a leggere La Ropa Sucia/289

La Ropa Sucia/288

Ecco perché Amborgio, il maggiordomo che dava ascolto a tutte le orecchie e vedeva con tutti gli occhi, vide i due piccoli andare da Rebecca senza colpo ferire, ma non sapeva dove lei li avrebbe portati. Effettivamente Rebecca li portò nel salone degli schermi, ormai disattivato, ma non passarono neanche cinque minuti che Ramòn Fernandez … Continua a leggere La Ropa Sucia/288

La Ropa Sucia/285

Comprare una lavatrice per azionarla non era mai stato così divertente, per Joshua. Innanzitutto era esattamente andato al negozio di Edmundo, il quale non lo accolse troppo bene. Anzi, non lo accolse. Fu da solo che Joshua prese una lavatrice, consigliato da una commessa che si troivava là, che si chiamava, come suggeriva l’etichetta, Sara. … Continua a leggere La Ropa Sucia/285

La Ropa Sucia/277

Una volta fuori, Alfonso Fernandez dovette abituarsi alla luce della bella giornata, che la Pampa aveva deciso di regalare almeno quel giorno. E fu allora che Alfonso apprezzò appieno il verde della Pampa e anche la bellezza di Rebecca Jones, che baciata dai raggi del sole sembrava la dea del frumento o di qualcosa che … Continua a leggere La Ropa Sucia/277

La Ropa Sucia/276

“Cosa? Un altro clan?” La voce del Commissario, nella solitudine del suo studio, si perse fra quelle mura, mentre la testa sbatté sul tavolo in legno. C’era veramente troppo da indagare e Francisco Miranda era tutto intento ad arruffianarsi gli Islas e il misterioso Joshua, che aveva fatto tornare i Cascada a Villa Nueva. C’era … Continua a leggere La Ropa Sucia/276

La Ropa Sucia/264

Rocìo era talmente bella che aveva anche fatto smettere di piovere, tuttavia la passeggiata fra il carcerato e sua figlia non rimase inossevrtaa. C’era infatti Elisa Riquelme che stava lavando i vetri e quindi vide tutto quello che c’era da vedere, persino la brutalità con cui l’ex galeotto stava trascinando sua figlia. Lei stessa era … Continua a leggere La Ropa Sucia/264

La Ropa Sucia/254

Erano giorni inquieti, a Villa Sanchez. ciò che era successo al compleanno di Marìa, la procace giardiniera, era arrivato alle orecchie di tutti quelli a cui il destino di quella famiglia era un po’ a cuore. Soprattutto dopo un lutto così recente, mettersi a litigare non era segno di serenità. Ad esempio, Pedro Sanchez fu … Continua a leggere La Ropa Sucia/254

La Ropa Sucia/253

Fernando Espimas era inquieto. Raquelo Garcia era tornata, ma aveva fatto solo sapere il suo ritorno per poi sparire ancora una volta. Il suo cuore era a pezzi, e a lui i puzzle non piacevano, tranne quelli già risolti. Solo, si trattava del suo cuore e chi avrebbe avuto al pazienza di riattaccarne i cocci, … Continua a leggere La Ropa Sucia/253

La Ropa Sucia/252

Ramòn, Alfonso e Rebecca Jones rimasero dunque soli con la custodia dell’ispettore che, seppur fosse un gradino sotto nella gerarchia, non era inferiore al Commissario per zelo e legalità. O perlomeno, questo era quello che si pensava. Nessuno lo conosceva davvero, perché non andava in giro a Villa Nueva, preferendo restare fra quelle quattro mura. … Continua a leggere La Ropa Sucia/252

La Ropa Sucia/251

Ana Lucia si mosse sulla sua sedia. Che stava succedendo? Da quando Marìa, la procace giardiniera che non guardava in faccia nessuno, stava cedendo fra le sue certezze? Nel frattempo entrò Edmundo nella stanza, dato che aveva sentito degli schiamazzi era entrato a curiosare. “Marìa compie trent’anni, eh?” fu la prima cosa che chiese. Poi … Continua a leggere La Ropa Sucia/251

La Ropa Sucia/250

“Edmundo alla porta, signore” Ambrogio aveva forti sospetti sul fidanzato intelligente di Analisa. Era subdolo, puntava molto in alto. Si era fatto assumere al supermercato degli Islas e da spazzino adesso era diventato cassiere in pochissimo tempo. Adesso che Ambrogio interpretava il ruolo di maggiordomo dei Sanchez, però, era costretto a non rivelare nulla. Peraltro, … Continua a leggere La Ropa Sucia/250

La Ropa Sucia/249

Pepa Gutierrez quasi quasi avrebbe preferito stare in cella a vivere a pane e acqua e magari salvare la povera Cassandra Espimas, invece che risolvere le beghe di quei due poveri stolti. Si trovava di fronte, mentre mescolava il tè con lo zucchero, al loco suo figlio e Rosa, che probabilmente stava diventando loca anche … Continua a leggere La Ropa Sucia/249

La Ropa Sucia/247

Raquel Garcia non aveva idea di dove cercare una chiave. Peraltro, l’unica informazione che ebbe dallo zio fu quella di interrogare Jorge Gutierrez, detto el pipa, e quel naso era veramente orribile da guardare. La punizione la stava già scontando Luisa Ortega, osservandolo giorno per giorno. “Avevi detto che volevi sposare, o sposare di nuovo, … Continua a leggere La Ropa Sucia/247

La Ropa Sucia/246

Ramòn Fernandez e il Commissario chiamato a interrogarlo per l’inchiesta si squadravano con aria di sfida. L’interrogatorio era di nuovo giunto a un punto morto, e non era servito a niente nemmeno puntargli la lampada in faccia. Anzi, il commissario ne soffriva alquanto. “Sai che nessuno verrà a difenderti, vero?” Fernandez assunse una smorfia sarcastica, … Continua a leggere La Ropa Sucia/246

La Ropa Sucia/244

“In che senso non vi sposate più?” Rosa, la chica formosa, che un tempo era stata fra i Sanchez ma adesso faceva di cognome Espimas, era sinceramente allibita. Aveva davanti il suo electric lemonade, datole da Joe, il corpulento barista nero, e stava ascoltando le paturnie di Analisa Islas. “Da quando Gonzalo Sanchez è morto … Continua a leggere La Ropa Sucia/244

La Ropa Sucia/238

Tutti si bloccarono. Persino Diego, che stava prendendo un caffè in un angolo dimenticato del salotto, si interruppe. La starategia di Diego era quella di stare fermo e lasciaree fare alle donne, mentre lui si auto convinceva di orchestrare la strategia nell’ombra. “No. Ho deciso di cambiare profumo” disse Ambrogio, che era Gonzalo. “Adesso scuste, … Continua a leggere La Ropa Sucia/238

La Ropa Sucia/237

Non poteva immaginare, nello stesso istante, che Raquel Gracia era decisa più che mai a riconquistare il cuore esacerbato di suo marito. Non si erano mai ufficialmente separati, pertanto risultavano ancora uniti in matrimonio, per cui la prima cosa che fece dopo essere anadata a trovare il depresso Fernando, fu andare dallo zio Romàn, che … Continua a leggere La Ropa Sucia/237

La Ropa Sucia/235

    Ambrogio aveva detto “un attimo”, ma non era stato loro aperto né il cancello di Villa Salcido, né era stata rispettata una sola delle regole dell’ospitalità. Inoltre, cominciò a soffiare un vento freddo e alcune goccioline cominciarono a cadere. “Meno male che era un attimo…” fece notare Analisa. Che cosa la stava portando, … Continua a leggere La Ropa Sucia/235

La Ropa Sucia/234

    Pedro stava raccontando il suo disagio ad Analisa. Era la prima volta che una ragazza si interessava di quello che sentiva, fino a quel momento erano state tutte interessate dal suo conto in banca. La ragazza cercò di accarezzargli la mano, in modo da passargli la sua energia positiva. “Dovevi fare flatulenza? Puoi … Continua a leggere La Ropa Sucia/234

La Ropa Sucia/233

  Edmundo fu fatto sedere nel salotto, mentre le altre donne erano tornate alle loro occupazioni. C’era anche Pedro Sanchez, il quale era tornato da chissà dove e chissà cosa avesse fatto. Aveva l’aria stralunata e stanca. Sembrava preoccupato. “Allora” disse Analisa, mentre Pedro era palesemente distratto da un bisccoto. “Diciamo che tu hai deciso … Continua a leggere La Ropa Sucia/233

La Ropa Sucia/231

  In una certa catapecchia, quattro persone, due uomini e due donne stavano guardando la stessa chiave che tutta Villa Nueva cercava senza sosta. “E così questa chiave può comunciare il modo per far cxhiudere la lavatrice…” disse Roberto, l’aitante runner. In quello stesso istante, Romàn Garcia era stato troppo tempo con le mani in … Continua a leggere La Ropa Sucia/231

La Ropa Sucia/230

    I Salcido non sapevano se mantenere un segreto di quella portata sarebbe stato… alla loro portata. Tuttavia occorreva provarci, soprattutto durante quella precaria situazione politica. Erano proprio i Salcido, infatti, i principali sostenitori del nuovo governo di Villa Nueva, e se si fosse venuto a sapere che si era compiuto un efferato omicidio … Continua a leggere La Ropa Sucia/230

La Ropa Sucia/227

Ramòn Fernandez si ritrovò in galera. Villa Nueva era di nuovo riunita e molti erano tornati alle proprie faccende, nonostante si cercasse ancora la chiave dei Garcia. In un blitz della polizia, il Clan dei Neri venne sgominato dopo che Francisco Miranda aveva lanciato paroel così focose da non poter essere ignorate. Lui, come Boss, … Continua a leggere La Ropa Sucia/227

La Ropa Sucia/225

Mentre alla prigione di Villa Nueva succedevano quelle cose, Sofia rivelò quello che era successo ad Adele, la quale accettò volentieri l’invito. La sua voglia di biscotti era infernale, soprattutto se gratis. “Capisci, quindi? Non riesco più a fidarmi di nessun uomo. Ezequiel mi ha tradito e José ha sposato una Sanchez” Adele sospirò. “Spero … Continua a leggere La Ropa Sucia/225

La Ropa Sucia/224

Il fatto era che tutti, a Villa Nueva, avevano una personale verità da affrontare. Ecco perché la lavatrice girava, perché era in attesa del nuovo panno da lavare, in modo che uno ne uscisse pulito e poi messo in uno stendino funzionale. Ezequiel, da quando il suo compagno Matìas aveva avuto quel colpo di genio … Continua a leggere La Ropa Sucia/224