Posta del cuore/15

Nuovo episodio della posta del cuore! Vi ringrazio di tutte le lettere che quotidianamente mi mandate, e qui ne manderò solo il meglio del meglio, ma vi assicuro che rispondo a TUTTI! Ciao Aven, sono l'inchiostro. Sto per esaurirmi dentro la penna. ma come farò adesso a portare avanti la mia relazione con lei? Forse … Continua a leggere Posta del cuore/15

Orchidee.

  “Psss! Margherite!” Sospiro. Cosa vogliono, adesso, i papaveri? “Sì, cosa succede?” “Hai visto le orchidee? Quelle nuove, quelle messe sul balcone? Sono nane!” Sospiro ancora. Ma i papaveri hanno proprio la fissazione per l’altezza! “Ebbene?” chiedo infastidita. “Credi che sia il caso di intonare la canzone?” “NO! Non lo fate! Davvero, continuate e prendere … Continua a leggere Orchidee.

Storia al buio.

È notte e i lampioni come al solito sono spenti. Lo so che in realtà dovrebbero essere accesi, ma probabilmente al sindaco di questa città piace pensare di dare alla città quel tocco di misteri melanconico... di cui però non ha bisogno. È già abbastanza brutto pensare di camminare in mezzo a queste strade brutte … Continua a leggere Storia al buio.

La danza dei gravi.

“Sono giunta al quarto mese di gravidanza” Nessuna risposta da parte dell’altra cliente che aspetta il suo turno per la parrucchiera, che fra l'altro sta cercando di leggere in pace una rivista di gossip. “Sa, io e mio marito non vogliamo sapere il sesso prima del tempo” Ancora nessuna risposta. Eppure, non si diceva stato … Continua a leggere La danza dei gravi.

Dire buonanotte al cuscino.

Questa storia partecipa alla sfida denominata "24 storie in 24 ore" indetta da me stesso in cui io solo sono il partecipante. "Ehi, cuscino?" Sì, dimmi, Andrea. "Stavo pensando... noi diciamo buonanotte mami, buonanotte papi, buonanotte al secchio e ai suonatori, buonanotte a te, buonanotte a me, buonanotte a chi ancora non ho incontrato. Ma … Continua a leggere Dire buonanotte al cuscino.

La routine delle opzioni.

Questa storia partecipa alla sfida denominata "24 storie in 24 ore" indetta da me stesso in cui io solo sono il partecipante. "Ehi, A?" L'opzione A si sentì interpellata. "Dimmi, Opzione B" disse paziente la A. "Perché, secondo te, l'opzione più lunga è molto spesso quella più vera?" L'Opzione A sapeva la risposta e stava … Continua a leggere La routine delle opzioni.

Il ritorno degli spaghetti.

Questa storia partecipa alla sfida denominata "24 storie in 24 ore" indetta da me stesso in cui io solo sono il partecipante. Era un pranzo qualsiasi, di un giorno qualsiasi. Nelle terme Pentola Bollente alcuni spaghetti stavano facendo una sessione, in attesa di essere conditi. Le bolle si susseguivano una dietro l'altra e l'aria calda … Continua a leggere Il ritorno degli spaghetti.

La matita che si credeva bacchetta.

Questa storia partecipa alla sfida denominata "24 storie in 24 ore" indetta da me stesso in cui io solo sono il partecipante. "Ehi Penna?" Ancora! Ma che vuole? "Non capisco come fanno le bacchette dei batteristi a muoversi così a tempo. Voglio farlo anche io!" Questa mi giunge nuova, Dopo aver passato il periodo elettricista, … Continua a leggere La matita che si credeva bacchetta.

L’aurora dalla parte sbagliata.

Questa storia partecipa alla sfida denominata "24 storie in 24 ore" indetta da me stesso in cui io solo sono il partecipante. Tutti sanno che il Sole fa invariabilmente un unico giro, da levante a ponente. Tuttavia, Gianpierpippopaolo, mentre stava osservando il tramonto, gli venne in mente uno strano pensiero. "E se fosse che quello che … Continua a leggere L’aurora dalla parte sbagliata.

Un delitto per Detective Astolfo.

Questa storia partecipa alla sfida denominata "24 storie in 24 ore" indetta da me stesso in cui io solo sono il partecipante. La vittima giaceva a terra, faccia a terra, senza alcun segno apparente di violenza. "Che cosa sarà successo?" chiese il giovane agente al Commissario. "Non posso sapere cosa sarà successo, visto che sarà … Continua a leggere Un delitto per Detective Astolfo.

Il calendario strappato prima.

Questa storia partecipa alla sfida denominata "24 storie in 24 ore" indetta da me stesso in cui io solo sono il partecipante. "Ehi, pare che Giugno sia finito" "Allora possiamo strappare il foglio del calendario" "Ma così non porterà iella?" "Ma che cosa dici, la iella non esiste" --- "Ehi, Giugno, stanno per strapparti, l'hai … Continua a leggere Il calendario strappato prima.

Le avventure di un ago.

    Questa storia partecipa alla sfida denominata "24 storie in 24 ore" indetta da me stesso in cui io solo sono il partecipante. "Non preoccupatevi, sono un ago!" Sospiro. L'urlo di battaglia dell'ago è tutti i giorni lo stesso! Non potrebbe cambiare musica? "Direi di no, Filo" risponde lui. "Ormai tutti nel circondario mi … Continua a leggere Le avventure di un ago.

Questo articolo è Fantastico

Secondo me leggendo il titolo avreste potuto pensare "Accidenti, come se la tira!" In realtà voglio parlare della fantasia e di come questa sia il perno di tutto ciò che faccio. Tutto ciò che mi circonda può suggerirmi qualcosa che va oltre i canoni della realtà, prendiamo ad esempio questo stesso blog, WordPress: non ho … Continua a leggere Questo articolo è Fantastico