Recensioni: Harry Potter

Il 31 ottobre del 1981 Lily e James Potter muoiono per mano del più grande mago oscuro di tutti i tempi, Lord Voldemort.

Questi, tuttavia, non riesce a uccidere il loro unico figlio e anzi la maledizione gli rimbalza addosso neanche fosse fatto di gomma.

Al figlio, Harry, rimarrà per sempre una cicatrice a forma di saetta, mentre Voldemort è costretto a fuggire perché il suo corpo viene disintegrato.

Sembra una stupidaggine figata detta così, vero? Però è proprio l’incipit di “Harry Potter”, quella che io considero la saga che ha avvicinato milioni di ragazzi alla lettura. Prima di questa saga letteraria, non ricordo fenomeni simili.

Da lui poi sono nate diverse altre saghe una peggio dellaltra e non sto qui a citarli, anche perché se io scrivo “recensione x” non è che poi devo mettermi a criticare le altre opere, vero?

Allora criticherò Harry Potter, partendo dai suoi lati negativi.

Innanzitutto, così a naso (scusa Voldemort) direi che il problema principale di Harry è il suo continuo incazzarsi neanche avesse le mestruazioni e, oltre a questo, vi è la battuta ricorrente “ecco perché non sei a Corvonero!” (Corvonero è una delle Case di Hogwarts dove entrano tutti quelli che sono topi da biblioteca e quindi sono nerdissimi e blabla). Un caso tipico, il quinto libro, in cui Harry ha mancato di pochissimo la sua trasformazione personale in Super Saiyan.

Un altro problema così, su due piedi, è che lui (il protagonista) pare godere del dolore che ogni tanto prova nella zona cicatrice.

“Oh sìììì, mi fa male la cicatrice! Però non faccio niente per curarmi (vedi lezione di Occlumanzia), preferisco lamentarmi e uccidere chi mi vuole aiutare!”

Infine, lamento la capacita di Harry di produrre solo un incantesimo, l’Expelliarmus, che consente di disarmare le persone della propria bacchetta magica.

Ha anche distrutto Lord Voldemort con questo trucchetto.

Un altro difetto può essere senza dubbio l’acume di Voldemort stesso. Nel mondo creato dalla Rowling, è possibile dopo un omicidio spaccarsi l’anima e prenderne un pezzo per conservarlo in un oggetto a piacere, denominato Horcrux. Bene, perché quindi Voldemort ha pensato bene di conservare tutti i suoi pezzettini per l’Inghilterra, ovvero dov’è ambientato il romanzo? Non è ovvio che poi quando il segreto esce (perché i segreti escono) tutti si mettono a cercarlo sapendo che tanto sono tutti sotto casa?

Va beh, poi c’è Silente che è riuscito ad innamorarsi del mago oscuro che c’era prima di Voldemort. Una cosa tipo 50 Sfumature senza sfumature! (per fortuna!)

Ma, vedete, è proprio per tutti questi difetti che “Harry Potter” ha segnato la mia vita. Prendete ad esempio me, un dodicenne brufoloso che non ha ancora capito come si chiama, al quale viene regalato “Harry Potter e la camera dei segreti”, senza sapere cosa sia né se fosse possibile cuocerlo al forno.

Beh, dodici anni dopo, sono ancora quel dodicenne brufoloso… ma rendo onore al merito. Merito della Rowling è aver creato un mondo talmente pieno di particolari da farmi credere, sotto sotto, che infine esista a Londra un punto in cui è possibile leggere “Paiolo Magico“, in Scozia un luogo in cui è possibile convivere con altri studenti e fantasmi e sparasi incantesimi a vicenda e prendere pessimi voti esattamente come nelle scuole babbane (eh, però vuoi mettere prendere 2 in Pozioni con Renato Zero come professore piuttosto che prendere 2 in Matematica?), giocare su manici di scopa volanti e fare campanilismi, un luogo in cui i Draghi sono una cosa normale e gli elfi sono “domestici” e rispondono a ogni comando.

Ecco, questo è “Harry Potter”, miei poveri Babbani.

2 pensieri su “Recensioni: Harry Potter

  1. Ahahah 😀 non so che dire… amo questa recensione!
    Harry Potter penso sia la prima saga che ho letto, mi ha davvero segnata, e ricordo che mi piaceva tantissimo…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...