Ricetta: Fiorentina senza ketchup.

Siamo a Firenze, città di artisti, di poeti, di medici. Siamo qui, da soli, nel più importante luogo di mangiare della città, ed abbiamo ordinato una fiorentina gustosa. Mi viene in mente una cosa, mentre osservo il bel colore che ha. Come sarebbe la bistecca fiorentina senza ketchup? Mentre la gusto con piacere, un boccone … Continua a leggere Ricetta: Fiorentina senza ketchup.

Ricetta: Tortellini mutanti.

I tortellini, come abbiamo visto nella vecchia storia "Dante il tortellino gigante", mutano. Ecco perché, per la prima volta nella storia di questo blog, proveremo anche a cucinarli, in modo che non mutino più e possiamo anche mangiarli, senza che ci cresca all'interno del nostro stomaco, una piantagione di tostapane. In effetti, in estate tutti … Continua a leggere Ricetta: Tortellini mutanti.

Ricetta: Amatriciana con l’uovo.

Il modo migliore di fare una perfetta amatriciana è... Ma chi ha messo un uovo qui? Oh, ma non saranno stati quelli che hanno provato a fare la carbonara e lo hanno lasciato qui da noi? Ma noi non ne abbiamo bisogno! Abbiamo bisogno, invece, del guanciale e del pomodoro, credo pelato. "Ehi" Scusa Voldemort. … Continua a leggere Ricetta: Amatriciana con l’uovo.

Ricetta: Carbonara senza uovo.

  Siamo a Roma. Siamo qui per scoprire il cognome di Totti.Quale sarà, secondo voi? In attesa di scoprirlo, possiamo anche vedere un po' in che modo funziona la pasta alla carbonara.Si prende il guanciale, un paio di uova e la pasta. Tutto qui, davvero. Ma noi abbiamo già fatto aprire a tutti i romani … Continua a leggere Ricetta: Carbonara senza uovo.

Ricetta: Brodo con tutto.

Oggi continuiamo la nostra dieta mettendo il brodo sul fuoco e nel frattempo condendolo con tutto. Mi spiego meglio. Tutti voi avrete sentito parlare di minestrone, vero? Una roba insipida, scialba, che si mangia soprattutto in inverno, quando qualcuno ha la fortuna di viverli, in cui ci troviamo, mollicci e galleggianti, anche delle verdure che … Continua a leggere Ricetta: Brodo con tutto.

Test: sei la corrente?

Quante volte abbiamo sentito dire nella nostra vita "Eh, acqua corrente!", ma anche il vecchio proverbio "Stacco la corrente per cambiare la lampadina". Ebbene, tu che corrente sei?1 Davanti a un quadro tu rispondi che hai solo picche.a) Nob) Sìc) Forse2 Davanti alle picche rispondi che hai solo una bistecca.a) Molto soddisfattob) Poco soddisfattoc) Abbastanza … Continua a leggere Test: sei la corrente?

Ricetta: Verdura al sapore.

Buondì! Oggi siamo qui per parlare soprattutto di ricette. Chi di voi conosce la ricetta perfetta? Nessuno? Nemmeno io! Ma non siamo qui, fortunatamente, per svelarla. "E comunque la ricetta perfetta è quella delle arancine" Silenzio, Salvo. Salvo è uno di Palermo. Si chiamano tutti Salvo, o Totò, o Gaetano. In ogni caso, oggi parleremo … Continua a leggere Ricetta: Verdura al sapore.

Test: sei il vento?

"E sarai veloce com'è veloce in vento". Così dice un vecchio adagio, e noi, allo stesso modo, riusciremo a dire questo e quello del mondo, tramite un test fatto di dieci domande, ricordandoti di rispondere Vero o Falso a seconda del quesito. Vediamo se riuscirai a rispondere a tutte senza copiare! Davvero, non si fa. … Continua a leggere Test: sei il vento?

Test: sei un gelato?

Rispondi celermente a questo Vero o Falso. Non credo di averlo mai portato qui sul blog, quindi magari rispondi e fammi sapere se ti appattano le risposte, qualunque cosa voglia dire appattare. 1 è vero che davanti a te c'è un'altra vita?2 è vero che il viso tuo nerissimo diverrà di nuovo pallido?3 Il mondo … Continua a leggere Test: sei un gelato?

Test: sei un cocco?

"È bello", cinque lettere. Rispondi alle seguenti domande, così scoprirai se sei davvero un cocco, oppure solo il succo, oppure una bella albicocca!1. Come riesci ad allacciarti le scarpe?a) Nob) Losersc) Paletti2. Ti piace il palo?a) L'anno scorsob) Fragolac) Marisa3. Ti piace fare il palo?a) [inserisci tu una risposta]b) Noc) Lampone4. Ti piace essere un … Continua a leggere Test: sei un cocco?

Test: che dipinto sei?

Van Gogh, Monet, Tiziano, Raffaello... e tu? Che dipinto sei? Rispondi a queste domande, sono sicuro che un quadro per te lo trovo. Voglio dire, ne sono stati dipinti più di venti, no? E allora, possiamo anche articolare una serie di questions, come direbbero gli inglesi. 1) Prima di dipingere, cosa fai?a) Un po' d'oliob) … Continua a leggere Test: che dipinto sei?

Test: sei un cercatore o un trovatore?

Come dice il famoso proverbio, "Potter ha preso il Boccino". E voi cosa siete? Più un cercatore o più un trovatore? Scopriamolo insieme. 1) Unisci i puntinia) . . b) PuntiniPuntini) Alter Ego2) Come mai non li hai uniti?a) Non è possibile farlo sul webb) Non è web ciò che è bello ma salmonec) Zia3) … Continua a leggere Test: sei un cercatore o un trovatore?

Test: sei per sei?

Conosciamo tutti le tabelline. Sono tante, con diverse operazioni che riguardano la moltiplicazione. Penso che sia difficile impararle tutte, anche perché ci si confonde. Sette per otto? Non possiamo certo pretendere, a prescindere al risultato, che dia lo stesso risultato... no?E allora scopriamolo con questo test! 1) Un dinosauro è?a) Bravob) Domesticoc) innocuo 2) Che … Continua a leggere Test: sei per sei?

Test: sei zuppa o pan bagnato?

Come dice quello, "Sei zuppa o pan bagnato". E tu, che test sei? O forse ti aspettavi la ricetta per la zuppa? E il pan bagnato? Come mai nessuno ne parla?a) Ti vengono a prendere o prendi l'autobus?^) Taxi1) Incolumec) registratore 2) Come si fa a camminare?a) E lo chiedi a me?b) Come un velociraptorc) … Continua a leggere Test: sei zuppa o pan bagnato?

Test: che batteria sei?

Vediamo, c'è quella che usa il mitico Mike Portnoy e quella che metti per far andare avanti l'orologio. Vediamo che batteria sei, ricordando che sei per sei fa trentasei. Vedrete che sarà importantissimo tenerlo a mente. Ma vediamo le domande, ho preparato un lotto di questioni mai sentite in questi luoghi. 1 Gallina vecchia...a) McKenzieb) … Continua a leggere Test: che batteria sei?

Test: che vino sei?

Il vino accompagna la tavola. Un pranzo o una cena non possono essere le stesse senza un buon bicchiere di vino. Il vino è buono. Il vino è bello. Il vino, insomma. E tu, che vino sei? Scopriamolo con questo test, anche se in effetti io già so. Lo so perché lo vedo, e te … Continua a leggere Test: che vino sei?

Test: dove sei nato?

Be', è sufficiente guardarlo nella carta di identità, vero? Sbagliato, altrimenti non avrebbe senso il test, no? Quindi scopriamo insieme dove sei nato seguendo punto per punto dieci domande, molto interessanti e a cui devi rispondere sinceramente. Cominciamo, dunque. Allora diciamo che il posto dove si nasce può variare. Ho conosciuto una persona che è … Continua a leggere Test: dove sei nato?

Tutorial: lasciare la porta

In tanti dicono che una volta che si chiude una porta, si apre un portone. Ebbene, io in quanto tale ho deciso di aprire un tutorial quasi interessante.Innanzitutto, come spesso abbiamo visto, mi piace pensare che voi abbiate queste due cose: TuUna portaRicordate che sono fondamentali perché una volta ho incontrato un tizio che stava … Continua a leggere Tutorial: lasciare la porta

Tutorial: fare soldi.

Una piaga di questa società capitalista è il farsi chiedere sempre "E il lavoro?"Ebbene, il lavoro è la principale fonte di soldi al mondo. A meno che tu non vinca un Turista per Sempre, ti tocca lavorare per fare soldi."Tu da me volevi solo soldi, soldi"Bravo, Mahmood. Molto bravo. È proprio così che canti, e … Continua a leggere Tutorial: fare soldi.

Tutorial: fare figli maschi

Per fare figli maschi è necessario un figlio, maschio. Ma per fare un figlio devi trovare un partner! Come si fa un tutorial del genere? Vado fuori tema già dall'inizio!Calma, calma. Ho la soluzione, non chiudere ancora l'articolo anche perché ho appena iniziato. Allora! Innanzitutto serve un figlio, possibilmente maschio. Ma dove trovarlo? "Ci sono … Continua a leggere Tutorial: fare figli maschi

Tutorial: non farsi regalare niente da nessuno

"Nessuno ti regala mai niente"Il vecchio adagio, andando adagio, non sa cosa si perde. Lui non sa vedere al di là di quello che dà.Insomma, siamo in estate e tutti quelli che compiono gli anni in estate si attendono regali. Questo tutorial è rivolto a loro, oppure lo potrete rileggere il prossimo natale. Sembra difficile … Continua a leggere Tutorial: non farsi regalare niente da nessuno

Tutorial: Finire di imparare

"Non si finisce mai di imparare"Così Gianmario, in terza elementare. Un bravo ragazzo, se non fosse stato bocciato tre volte. Ma raccontiamo com'è andata, vorrei difendere questo povero bambino.La prima volta la maestra lo aveva bocciato già dal primo giorno di scuola. Così, a sorpresa. Gianmario aveva studiato tantissimo la lei lo aveva bocciato, aveva … Continua a leggere Tutorial: Finire di imparare

Tutorial: fare andare via i migliori

"Eh, sono sempre i migliori quelli che vanno via…"Ed è vero. Che sia per la morte improvvisa, che sia per qualsiasi cosa non prevedibile e non alla nostra portata, sono sempre i migliori che se ne vanno via. Ma mi sono chiesto che cosa succederebbe se fossimo noi a far mandare via i migliori. Ma … Continua a leggere Tutorial: fare andare via i migliori

Tutorial: avere rispetto per gli anziani

"I giovani di oggi…"Ok. Ok. So quello che stai per dire. I giovani di oggi non hanno più rispetto per gli anziani. Chi mi conosce, o quantomeno coloro i quali che aprono certi articoli di questo blog. sanno bene che compio gli anni il 9 settembre di ogni anno. Tuttavia, non sono nato il 9 … Continua a leggere Tutorial: avere rispetto per gli anziani

Tutorial: far volare il tempo.

"Lo so, lo sai, il tempo vola"Così cantava quel cantante italiano lì, in una delle sue canzoni più belle e famose. Sono state vendute centinaia di copie, di questa canzone, ed è passata in radio più di un paio di volte. Mi tengo con i numeri bassi così non sbaglio nelle statistiche.Ma… come vola il … Continua a leggere Tutorial: far volare il tempo.

Tutorial: parlare col muro

Oh, quante volte l'avete detto! Quante volte l'ho detto, madame e messeri!"Beh, sì, ma che cosa?"Ma parlare col muro, è chiaro! Sette volte su sette giorni, sette serve su sette scope e potrei andare avanti all'infinito, ma non quello che cantava Raf, ma quello che contemplava la matematica!Dunque, oggi applicherò sul mio blog la guida … Continua a leggere Tutorial: parlare col muro

Tutorial: esserci oggi e domani

Salve a tutti! Eccoci qui per un nuovo tutorial che consiste nel celebrare la frase famosa "Oggi ci sei, domani non ci sei". Ma come potremo celebrarla, se è così funesta, vi chiederete?Domanda legittima. Ma andiamo con ordine, Innanzitutto, come abbiamo sempre fatto, occorrono le seguenti cose: I Giorni della settimanaTuEsatto, solo due cose! Ma … Continua a leggere Tutorial: esserci oggi e domani

Termometro

Fuori da quella casa, il vento spazzava via ogni cosa. Nevicava, anche, e il cielo era assai grigio.Giangiacomo voltò lo sguardo al termometro appeso al muro. Segnava meno sette gradi. Gli parve rotto."No, un momento, Teodolinda" disse a sua moglie. "Come possono esistere numeri negativi?"Teodolinda, appena tornata da lavoro, represse un brivido di freddo, poi … Continua a leggere Termometro

Specchio

"Auguri!"Il compleanno di Rotaria cadeva il sette gennaio di ogni anno."Un po' come natale, quando arriva in ritardo!" commenta la candelina, che ormai spenta può anche parlare.Il punto è che Rotaria aveva passato tutto il pomeriggio a specchiarsi. E io lo so, perché sono il suo specchio."Non ti ha detto quella frase che si dice?"Quale … Continua a leggere Specchio

Calice.

Calice"E adesso brindiamo!"Quest'anno Natale è caduto di venerdì, per cui sono già tre giorni che vediamo sempre la stessa scena, a pranzo e a cena.Natale, Santo Stefano, Domenica 27. Insomma, sappiamo bene che gli umani di questa casa stanno diventando mongolfiere, però brindano."Di che ti lamenti? Anche tu sei leggermente brillo?" chiede il tavolo imbandito … Continua a leggere Calice.

Il compito.

Sono ormai le dieci.Giampiero suda. Uno scatto dopo l'altro, la penna blu non ne può più. Vorrebbe anche scrivere, ma se il suo padrone non riesce allora a lei non rimane altro che il supplizio del ticchettio.Il piede destro striscia. Si guarda attorno, speranzoso. Poi la professoressa Tirone tossicchia e lui torna con la testa … Continua a leggere Il compito.

Di arachidi e nuove conoscenze.

Per me è un mondo tutto nuovo, la città, i volti, le situazioni… Non è facile. Tutto ciò che provo è rabbia. Frustrazione, forse dettata dalla delusione. Sono stata abbandonata, qui. Non è semplice spiegarlo, e sicuramente i rumori di questo bar, dalla musica di sottofondo e le faccende del barista non mi aiutano. Ma … Continua a leggere Di arachidi e nuove conoscenze.

Parafango.

"Certo, la strada è molto lunga"C'era sempre un motivo di lamentarsi delle strade, il parafango aveva ragione. Un giorno era dissestata, un altro giorno era piena di curve, l'altra volta aveva un sacco di pozzanghera. Adesso era lunga."Cosa possiamo fare per passare il tempo?""Proprio tu me lo chiedi, faretto?"Era stupito, lui. Eppure mi sembrava una … Continua a leggere Parafango.

I cieli di Alkabeth/17

State per leggere un racconto fantasy, il quarto di questo blog. Spero vi piaccia! Per qualche strana ragione, Alexander in quel caso fu il primo a esibirsi. Il sole stava prendendo a tramontare.   "Passiamo adesso al terzo turno. Sono rimasti otto contendenti, tra di loro c'è già il vincitore. Bisogna solo scoprire chi è!" esclamò giovanile Michele, esaltato per l'ottima riuscita … Continua a leggere I cieli di Alkabeth/17

Quando Alyssa viene corteggiata

Sospiro. “Certo che il mondo del mare non è questo granché, vero Jake? Peraltro, nemmeno il mondo degli uomini. Succedono sempre le stesse cose, vero?” chiedo a Jake, un tritone che come me si sta prendendo una pausa dalle lunghe nuotate subacquee. Ovvio che siamo in costume entrambi, e il posto in cui siamo è … Continua a leggere Quando Alyssa viene corteggiata

Thomas. (tra le betulle)

A dire la verità, fra le betulle sto bene. Ho sempre amato questo posto. È un bosco tranquillo, non molto frequentato e nemmeno troppo lontano dalla città. Ogni volta che posso, vengo qui a riflettere, a pensare, a ricaricare le batterie. Mentre passo sopra le foglie cadute e ne sento lo scricchiolio, penso agli ultimi … Continua a leggere Thomas. (tra le betulle)

I giorni del barman

"Scusi"I giorni della merla erano davvero inquietanti. Soffiava il vento, neanche fosse il suo compleanno.Stava di fatto che Joe, il barman nero e robusto che stava pulendo il bicchiere di turno, osservò il pennuto balzellare qua e là sul suo adorato banco."Hai bisogno di bere?" domandò."Domani" rispose la merla. Poi, arrivò il silenzio. Joe osservò … Continua a leggere I giorni del barman

Una vecchia chiave.

"Così, lei una volta apriva una porta?"La domanda della presentatrice era più che mai pertinente. I riflettori erano tutti puntati sulla vecchia chiave, la quale si sistemò sulla poltrona di pelle e annuì, per quanto potesse annuire una chiave."Sì" rispose flebile. "Una volta la aprivo. Era, lo ricordo molto bene, una porta che conduceva a … Continua a leggere Una vecchia chiave.

Nastro.

"Questo posto sta diventando troppo piccolo per tutti e due"Le parole della cassetta non erano affatto casuali. Era vero, il posto stava diventando piccolo per tutti e due."Uff" sbuffò il nastro. "Devo proprio chiamare la matita?""Chiama chi vuoi ma fa' in fretta"Il nastro fu dunque costretto a disturbare la matita."Scusa?""Non ora Alfredo, sto disegnando quasta … Continua a leggere Nastro.

Tazza con le renne

"Non ti gira la testa?""No, non mi gira la testa. Perché me lo domandi?"In effetti la renna ebbe appena posto una domanda strana. Io, tazza, dovrei soffrire di vertigini?"Davvero, guarda cosa succede"Calò un silenzio agitato."Cosa dovrei vedere?""Rudolph! Mi avevi detto che avrebbero fatto colazione!" esclamò una renna. Quella chiamata Rudolph rimase in silenzio, ma io … Continua a leggere Tazza con le renne

I cieli di Alkabeth/16

State per leggere un racconto fantasy, il quarto di questo blog. Spero vi piaccia! Alexander cercò tra gli spettatori il volto rassicurante di Benjamin, così giovane, innocente. Triste.   Qualcuno, senza avvisarlo, diede uno schiaffo al posteriore del cavallo. Non riuscì neanche per un istante a rimanere in equilibrio, ma neanche Mahalik era a suo agio … Continua a leggere I cieli di Alkabeth/16

La massa del sole/24

Lucrezia Volpone era laureata in tre facoltà, che però cambiavano ogni volta che si presentava. Aveva un fratello, Alessandro, che in quel momento si trovava dentro un manicomio a recitare la parte del matto. Fece una fine indecorosa, come ebbe a raccontare il benzinaio del pianeta delle mozzarelle che si credevano fenicotteri. La sua fine … Continua a leggere La massa del sole/24

La massa del sole/23

L'ospite, in ogni caso, non venne mai. Apollo, comunque, sentiva di stare perdendo tempo e dunque decise di partire da solo verso il pianeta mozzarella. Nessuno provò a fermarlo, nonostante il debito di dobloni, lui riuscì ad approfittare di un momento di distrazione del benzinaio e andare dunque all'interno di quel bel pianeta, composto solo … Continua a leggere La massa del sole/23

Bullet Journal

A volte mi aprivo a caso, in quei brevi giorni d'inverno."Oggi trenta dicembre c'è stata una forte burrasca", è tutto quello che seppi dire."Bullet Journal, dunque" esordì Pippo, che era un tavolo, che era fatto dal legno. "Ti darò un altro motivo per aprirti ogni giorno"Feci una pausa. "Cosa intendi?""Non scrivere più Tende dentro i … Continua a leggere Bullet Journal

Di sofficini a Trappeto.

"Chi ha tempo non aspetti tempo"Avere tempo, per l'orologio, era una cosa abbastanza comune. Si diceva la parola "abbastanza" solo perché non c'erano aggettivi simili, o comunque, il soffitto non li conosceva."Conosci solo una parola, soffy?"Ebbene, l'orologio l'aveva fatto. Il soffitto prese a tremare, svegliando il lampadario a otto braccia e spingendolo alla protesta."Ehi! Mi … Continua a leggere Di sofficini a Trappeto.

Il compito.

Sono ormai le dieci.Giampiero suda. Uno scatto dopo l'altro, la penna blu non ne può più. Vorrebbe anche scrivere, ma se il suo padrone non riesce allora a lei non rimane altro che il supplizio del ticchettio.Il piede destro striscia. Si guarda attorno, speranzoso. Poi la professoressa Tirone tossicchia e lui torna con la testa … Continua a leggere Il compito.

Calamaio.

"No, senti" sbotta la piuma. "Tu adesso trovi il fondo di te stessa e mi aiuterai a finire questa lettera! Capito?"Il calamaio si guarda attorno, lui che è fatto circolare. "Ma ho finito! Non c'è più inchiostro da intingere!""Allora va' e riempiti!" Sibila tra i denti la piuma. Qualora ne avesse. "Vuoi o non vuoi … Continua a leggere Calamaio.

I cieli di Alkabeth/15

State per leggere un racconto fantasy, il quarto di questo blog. Spero vi piaccia! Tuttavia, tre ore dopo, Danya trovò Prudence, Temperanza ed Eluveitia pronte assieme all'uomo ubriaco davanti all'ingresso della taverna.   Si sentì presa in giro.   "Siamo contente che tu ci abbia parlato" sibilò con enfasi Temperanza. "Credevamo che ormai fossimo amiche"  "Fino a qualche … Continua a leggere I cieli di Alkabeth/15

La massa del sole/22

Attesero. Giorni dopo arrivò una carrozza trainata da quelli che sembravano cavalli, guidati da un materassino di gomma, simile a quelli che stavano a galleggiare in estate sul mare. "Buonasera" annunciò tutto fiero quello. "Difficile dire se sia giorno o sera nello spazio interstellare" commentò Apollo. "Stai zitto, per favore. È ora di annunciare la … Continua a leggere La massa del sole/22

La massa del sole/21

E non puoi anticipare tu il denaro necessario?" chiese Apollo. "Ma scherzi? Io sono esattamente il gestore di questo luogo messo su un satellite accanto a un pianeta! Sei mai andato al ristorante? Ci sei mai stato? Rispondimi, Frank!" Apollo non sapeva con chi ce l'aveva, anche perché il suo tono stava acquisendo un'angoscia montante. … Continua a leggere La massa del sole/21