Le avventure di Giraven/5

LE AVVENTURE DI GIRAVEN

State per leggere una storia vecchissima, riadattata per il blog. Buona lettura!

Giraven e i problemi con la vista

Quel giorno, Giraven era stufo di andarsene da solo oppure con la solita compagnia di beceri idioti che chiamava simili.

Non sapevano controllare i propri poteri, così la giraffa decide di andarsene un po’ da solo e provare a utilizzare al meglio i propri raggi laser, composizione dei quali è ancora ignota.

Ed è proprio per chiarire questa lacuna che Giraven decide di incamminarsi per la savana infinita e incontrare il Caracal di nome Caracalla, il quale tuttavia dorme beato dopo una caccia notturna.

Giraven dovrebbe pensarci due volte prima di svegliare un Caracal, che fino a ieri credevo fosse un Pokémon.

Tuttavia, decide ugualmente di abbassare il collo e bisbigliare all’orecchio a forma di ciuffo dell’animale.

“Pssst! Ehi, Caracal!”

Caracalla dorme ancora profondamente. È stato a caccia tutta la notte e adesso vorrebbe riposarsi, per poi riprendere a cacciare per la notte. Tuttavia, la giraffa non ha niente di meglio da fare che disturbare il prossimo.

Caracalla sa tutto. Sa che Giraven lo sta chiamando e persino cosa vuole sapere, visto che sa leggere nel pensiero oltre ad avere una vista invidiabile, tuttavia è anche un gran pigrone.

Così Giraven decide di sgranare gli occhi per punzecchiarlo con i suoi raggi, ma improvvisamente sbuca dal nulla un’astronave aliena.

È così sottile che si sarebbe potuta scambiare anche per un foglio di carta, solo che poi le vistose differenze (faretti psichedelici, il fatto che girava solo in senso orario e un portello da sotto che stava aprendosi) non stanno lasciando adito a dubbi.

“Caracalla! Devi svegliarti, è successa una cosa orribile!” esclama Giraven intimorito dalle creaturine verdi e armate che stavano uscendo dal portello.

“Uffa, ma sempre che devi rompere le scatole? Non mi bastano gli attacchi che subisco la notte, anche di giorno?”

In effetti la notte prima Caracal era stato invischiato in una lunga discussione con un ghepardo in merito alla parentela con i gatti.

“Io però sono suo cugino di secondo grado” aveva detto il ghepardo.

“Sì, però mio padre ha visto un gatto vero e lo ha anche leccato per vedere che sapore avesse” rispose il Caracal.

“Ma i gatti mica si leccano!” esclamò imbarazzato il ghepardo,al che Caracalla si mise sulle zampe posteriori e gli rifilò un calcio da record. Ecco perché i ghepardi sono così veloci.

Insomma, non c’è da stupirsi se al Caracal non interessi granché degli esseri verdi con dei tentacoli al posto delle braccia e armati di mitragliatrici laser.

Ce n’è un bel mucchio, che ormai ha invaso il suolo della savana. L’unico interlocutore è Giraven, al quale tocca avvertire tutti gli altri.

Ma accade l’inaspettato: la voce del capo è così potente da svegliare tutta la savana, e così, dall’airone guardabuoi alla zebra, tutti stanno ascoltando il buon vecchio alieno, alto quanto uno spillo.

“Ascoltatemi tutti!” esclama l’esserino, vestito di una tunica porpora, per chi riuscisse a vederla.

“Lo stiamo già facendo! Che palle!” risponde burbero l’Eland gigante, dall’alto della sua barba e le sue corna possenti.

“Veniamo in pace, a meno che non ci disturbiate!”

Al che, il povero Caracal, che non può dormire, decide di alzarsi per mettere fine a quella pagliacciata.

Quella che sarebbe potuta essere una grande invasione aliena finisce con Caracalla che spalanca la bocca più del dovuto, sparando un raggio gamma di fotoni e fotoni di calore.

Tutti gli esserini muoiono all’istante, così come la loro astronave.

“Ma… io volevo sapere cosa volevano!” protesta Giraven, ma Caracalla torna a dormire.

Non si disturbano i Caracal.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...