I ricordi di Adalgisa/31

banner_aven_blog

Adalgisa era stranita. Come mai mancava un pezzo del puzzle? Si disse che probabilmente se l’era mangiato, ma quella situazione era simile a un’altra che aveva vissuto. Era stata al mare, e mancava un pezzo di mare, appunto.
“Dove sarà mai finito?” si disse, pensando ai treni, alle oche e alle patate. “Ci sarà mica bisogno di andarlo a cercare? No perché questo mi riporterebbe alla mente solo cari ricordi, di quando cercavo l’ultimo dei binari e i citofoni a pannelli solari. Ora che ci penso, voglio davvero recarmi alla ricerca del pan di zucchero”
“No, avevi detto del pezzo di oceano che se n’è andato. È vero? In che modo potresti confermarlo?”
“Potrei confermarlo semplicemente suonando il campanello a tutte le persone del mondo”
Adalgisa andò dunque in giro per il pianeta Terra a trovare l’Unico Campanello, ma per farlo, dove suonarli tutti. Andò dunque alla ricerca scientifica per capire come poteva funzionare.
Il dottore Markus Math era lì ad aspettarla.
“Certo, ho capito quel che vuoi dire” rispose lui “anzi, ho capito più di quel che intendevi”
“Per questo sono qui” rispose lei, speranzosa. “Può darmi il suo numero di telefono, allora?”
“Posso fare di meglio” disse lui, congiungendo le dita. “Posso calcolare il tempo che ci vuole per suonare ogni singolo citofono del mondo. Considerando che ad abitare in una casa siamo miliardi e per rispondere a un campanello servono almeno quindici secondi, lei deve calcolare tre miliardi e mezzo per quindici”
Adalgisa ci dovette anche pensare, ma Markus Math risolse quell’intricata operazione in men che non si dicesse, e col solo ausilio di una calcolatrice.
“Cinquantadue miliardi e cinquecento milioni di secondi” rispose “il che vuol dire ottocento settantacinque milioni di ore, che, tradotto, vale a dire poco più di trentasei milioni di giorni”
Adalgisa si era persa. Occorreva così tanto?
“Novantanove mila anni” scandì Mark, per poi andarsene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...