I ricordi di Adalgisa

banner_aven_blog

“Ascolta i miei ricordi” mi invitò Adalgisa.
Giacomino il peluche si sedette. La guardava a tutt’occhi. Chissà che ricordi doveva raccontare. “Stai usando un momento solenne, mi aspetto che sia una storia carica di significato”
“Lo sarà” disse Adalgisa. “Mi ricordo dieci anni fa. Eravamo per strada, diretti nel punto dove il mare e la terra combaciano”
Il peluche le fece notare che quel luogo si chiamava spiaggia e Adalgisa si indispettì.
“Non interrompermi. Dicevo, eravamo proprio in quel luogo ubicato proprio vicino a una spiaggia e quindi ero pronta a tuffarmi quando dal mare spuntò fuori un pirata, o meglio, il suo scheletro”
Il peluche spalancò la bocca. “Davvero? Era esattamente un pirata?”
“Fatto e finito, più finito che fatto in effetti” rispose lei. “Era vestito proprio come loro, giacca, orecchino e stivali. Uno solo, poi l’altro aveva roprio uno scheletro. Aveva anche una pistoal un po’ malfunzionante in una mano, e nell’altra, un coltello arrugginito. Mi chiese se ci fosse uno scrigno qui nei dintorni e risposi che non ero capace di fumare, anche volendo”
“Chiedo scusa ma uno scrigno non si fuma, sono contenuti tesori di ogni genere e i pirati lo facevano per sfuggire ai controlli della marina”
Lo so, ma in quel momento chissà che avevo in testa, forse un granchio” spiegò lei. “Ad ogni modo, lui uscì dall’acqua e si venne a sdraiare vicino a me”
“Che brutto”
“No, puzzava di acqua stantia e sale. Però dormiva”
Adalgisa ricordava perfettamente come lo scheletro si stette riposando. “Gli chiesi che cosa era venuto a fare in quella spiaggia se non c’erano tesori”
“Eh, infatti”
Era un peluche molto curioso. La ragazza lo squadrò con sospetto, e Sospetto era il nome del suo righello.
“Glielo chiesi e lui rispose che stava cercando di capire se la abbia poteva comunciargli qualcosa, perché a quel che pareva in vita sapeva ascolgare i sotterranei, ma solo se sopra c’era la sabbia”
“E c’era un forziere?”
“No, niente di niente. Casomai, la tibia di un dinosauro anche piccolo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...